Grezzana (VR): cani murati vivi in un casolare

Arriva dalla cronaca di Grezzana, in provincia di Verona, la bruttissima notizia di cronaca che ha per protagonista un’intera famiglia di cani.

Ancora una volta, ci troviamo portavoce di una vicenda che non fa altro che confermare il fatto che non tutti gli esseri umani possano essere considerati migliori amici dei cani.

Perché le notizie di maltrattamento o abbandoni ai danni dei nostri amici a quattro zampe sono sempre di più. Cani maltrattati, abbandonati in condizioni terribili o completamente abbandonati a loro stessi. Come dimostra quanto successo a Roma, dove il cane Filippo è stato abbandonato in un autobus.

Cane randagio

E anche a Grezzana, qualcuno non si è proprio dimostrato amante dei cani. Siamo in un comune di poco più di 10 mila abitanti in provincia di Verona.

I protagonisti della storia sono un’intera famiglia di cani, padre, madre e i loro cuccioli. Una vicenda che poteva davvero concludersi in tragedia ma che per fortuna è finita con un salvataggio in extremis.

Anche se, purtroppo, non tutti i componenti della famiglia sono fuori pericolo. Ma andiamo per gradi, cominciando dall’inizio.

Ci ha pensato un pastore a lanciare l’allarme. Da molti giorni sentiva dei lamenti provenire dall’interno di un casolare che sembrava abbandonato.

Cane randagio che osserva

Il pastore, dopo aver sentito per molto tempo latrati ed abbai disperati, si è confidato con una conoscente. La donna, allarmata dalla situazione, ha deciso di avvertire la LAV, ovvero la Lega Anti Vivisezione, un’associazione dalla parte degli animali.

La responsabile della sede territoriale, Loredana Zanaboni, ha deciso di intervenire immediatamente. Quando i soccorsi sono giunti sul luogo, ai loro occhi è apparsa una scena a dir poco terribile.

All’interno del casolare c’era un’intera famiglia di cani murati vivi. Abbandonati a loro stessi da chissà quanto tempo, senza né acqua né cibo.

Cane randagio per la strada

La mamma si trovava sdraiata sopra una pozza formatasi a causa di un buco sul tetto e i suoi cuccioli erano sopra di lei. Il padre, invece, era rinchiuso in un recinto lì vicino.

Secondo le prime indagini, i cani si trovavano in quelle condizioni da almeno due settimane. Senza l’intervento dei soccorsi, la loro morte sarebbe stata sicuramente certa.

Tutti i cani hanno raggiunto il canile e hanno potuto godere delle prime cure veterinarie. Per il momento, solo la mamma è ancora in pericolo di vita. Nel frattempo, il proprietario del casolare è stato denunciato.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati