I cani empatizzano con gli altri cani oppure no?

Vediamo i cani giocare insieme, notiamo una certa intesa. La domanda quindi risulta spontanea. I cani empatizzano con gli altri cani?

Il legame tra uomo e cane è unico, speciale. Fido ci capisce, sente quello che sentiamo. Ma con i suoi simili? I cani empatizzano con gli altri cani?

È una domanda che chiunque abbia mai avuto un cane, si è posta. Vediamo insieme se Fido è in grado di instaurare con i suoi simili lo stesso rapporto che ha instaurato con noi.

Empatia

Fido viene identificato come migliore amico dell’uomo per la sua capacità di creare un rapporto particolare col suo padrone.

Questo rapporto è basato sull’empatia, sulla sua capacità di capire il nostro stato d’animo e sul suo saper instaurare un rapporto di fiducia indissolubile.

i cani empatizzano con gli altri cani

È capitato ad ognuno di noi di dire che il nostro cane ci capisce più dei nostri amici e che sia più sensibile di molte altre persone.

Ma questo suo atteggiamento, vale solo nei confronti dell’essere umano? O lo fa anche con i suoi simili? I cani empatizzano con gli altri cani?

Ricerche

È stata avviata una ricerca presso l’Università di Vienna. L’obiettivo dello studio è stato quello di mettere a confronto il livello empatico sviluppato da Fido verso due soggetti diversi: i suoi simili e gli esseri umani.

Il cane è stato chiuso in una stanza fornita di altoparlanti in diversi punti. L’esperimento consisteva nell’emettere suoni umani e animali, ad intermittenza, per notare differenze nelle risposte di Fido.

tre cani carini

I suoni emessi erano sia di natura positiva che negativa. Si potevano sentire, infatti, risate e pianti degli esseri umani e versi emessi da altri cani.

Sorprendentemente, è stata rilevata una reazione pressoché simile in entrambi i casi. Fido rispondeva sia agli stimoli dati dalla voce umana, che al verso degli altri cani.

Si è notata inoltre, una particolare attenzione verso i suoni negativi. Questo non conferma che tra i cani ci sia empatia assoluta, ma sicuramente fa notare quanto il cane presti attenzione a ciò che il suo simile vuole comunicargli.

Cani amici e cani sconosciuti

Arrivata la conferma che Fido è in grado di interpretare i segnali che un altro suo simile manda, un altro esperimento è stato avviato.

L’obiettivo era capire se Fido avesse preferenze nella risposta agli stimoli provenienti da cani che conosce rispetto a cani che non conosce. Per verificare ciò, è stata simulata una situazione di pericolo.

cane lecca altro cane

Da questa simulazione, si è notato che il cane tende a sviluppare uno stato ansioso maggiore se in pericolo è un suo amico.

Ciò non significa che abbia ignorato i versi degli sconosciuti, ma che abbia riconosciuto i cani che condividono del tempo con lui. Quando ha capito che erano in pericolo, quindi, si è mostrato questo legame empatico profondo.

Stimolare l’empatia

Fido manifesta le sue emozioni in maniera diversa rispetto all’uomo.

Questo significa che per stimolare la sua empatia, bisogna prima riconoscerla. I cani comunicano molto in maniera fisica.

cani empatizzano con gli altri cani

Osservandoli, ci si può rendere conto di quante attenzioni diano ai loro amici, soprattutto a quelli con cui condividono casa.

Il suggerimento per stimolare l’empatia, quindi, è quello di incentivare la vita di gruppo di Fido e di farlo rapportare il più possibile con altri suoi simili.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati