Il cane ha mangiato l’erba gatta, gli fa male? Che cosa fare?

Se oltre ad avere un Fido in giro per casa abbiamo anche un felino, non è impossibile che accada. Se il cane ha mangiato l'erba gatta cosa bisogna fare?

cane sedato

Il cane ha mangiato l’erba gatta destinata a Miao, niente paura: non gli farà male. Il punto è sempre uno, dipende dal contesto e dalle quantità. In generale l’effetto più comune è che agisca da sedativo, nulla di più. Noteremo quindi una leggera spossatezza e un po’ di letargia.

Il cane ha mangiato l'erba gatta, gli fa male? Che cosa fare?

Nelle giuste quantità in realtà potrebbe avere molti benefici da tenere in considerazione. Contiene vitamine (C ed E) e minerali (come il magnesio); è ricca di oli essenziali, è un’ottima fonte di energia, e utile all’apparato digerente e alla lucentezza del manto.

Benefici

Se il cane ha mangiato l’erba gatta è possibile trovarlo un po’ giù di tono a causa delle sue proprietà sedative. Ha un effetto calmante da tenere in considerazione in caso di forte ansia e paura. Può essere utilizzata anche come sonnifero. L’importante è che la dose sia prescritta dallo specialista.

Il cane ha mangiato l'erba gatta, gli fa male? Che cosa fare?

Può curare anche i disturbi gastrointestinali: è un toccasana in caso di vomito e/o diarrea, o di aria nello stomaco. Ha anche delle proprietà antibatteriche da sfruttare su eventuali ferite aperte, ed è un ottimo repellente contro le zanzare.

Prima di usarla come cura per i malesseri appena descritti, chiediamo consiglio al veterinario di fiducia che conosce storia clinica e caratteristiche di razza. Improvvisazioni e fai-da-te non devono mai essere incoraggiati.

Qualche idea sulla somministrazione

Il cane che ha mangiato l’erba gatta in modo accidentale non corre rischi, ma è possibile che dobbiamo essere noi a dargliela (visti i tanti benefici che porta con sé).

Il cane ha mangiato l'erba gatta, gli fa male? Che cosa fare?

È possibile mischiarla al cibo che il nostro amico a quattro zampe mangia ogni giorno, se si opta per la versione in polvere o per per quella in olio. Attenzione alle dosi: al massimo un quarto di cucchiaino per ogni chilo di mangime per cani, non di più.

Può essere facilmente miscelata anche nell’acqua, in questo caso però è meglio scegliere le foglie: ne basta una nella ciotola dell’acqua fresca del nostro fedele amico.

Chiedere sempre al veterinario

Non dimentichiamo che il fai-da-te può essere davvero deleterio e causare fastidiosi effetti collaterali e problemi gastrointestinali. Chiediamo sempre consiglio al veterinario: lui ci dirà se la somministrazione è un bene e soprattutto in che quantità.

Saremmo di fronte a un paradosso se, per far passare il mal di stomaco al nostro amico a quattro zampe, in realtà glielo acuissimo con una dose eccessiva. Va bene, il cane ha mangiato l’erba gatta, ma facciamo in modo che non se ne debba pentire.

Quando l’erba gatta non è consigliata

Il cane ha mangiato l’erba gatta, ma in che contesto? Questo fattore è molto importante per valutare gli effetti, più o meno benefici, sul nostro amico a quattro zampe. Ci sono dei casi, infatti, in cui la somministrazione è da evitare assolutamente.

Il cane ha mangiato l'erba gatta, gli fa male? Che cosa fare?

Potrebbe infatti andare in contrasto con altre terapie in atto, e per questa ragione è bene chiedere sempre il parere dello specialista. Evitiamola anche se la nostra cagnolina aspetta dei cuccioli o se li sta allattando. Potrebbe essere dannosa per la crescita dei piccoli.