Il cane si è spaventato a Natale? Le possibili cause e come calmarlo

Il nostro cane si è spaventato a Natale e non riusciamo a capire perché? Quali possono essere state le cause? Ecco qualche dritta sull'argomento.

Come mai il nostro cane si è spaventato a Natale? Quali potranno mai essere i motivi di tale paura? Cosa può aver turbato la sua tranquillità e, magari, una bella situazione da trascorrere in famiglia? Scopriamo qualche informazione e qualche dritta sull’argomento.

Cane e Natale: cosa può spaventarlo?

Il cane si è spaventato a Natale? Le possibili cause e come calmarlo

Sappiamo che i nostri piccoli amici a 4 zampe sono molto sensibili e delicati, dunque spesso hanno paura di cose che noi potremmo considerare bizzarre. Per loro, invece, potrebbero essere davvero delle grandi fonti di spavento!

Visto che siamo in tempi natalizi, vorremmo oggi affrontare una questione a tema: se il nostro cane si è spaventato a Natale, come potremmo gestire la situazione?

Più che altro, la domanda ancora più buffa è: cosa potrebbe mai spaventare un cucciolo a 4 zampe il giorno di Natale? Quali potrebbero essere gli elementi che lo mettono a disagio?

Innanzitutto, dovremmo considerare un fattore determinante. Il nostro cagnolino sarà sicuramente molto felice di condividere insieme a noi un bel pranzo di famiglia. Invitare parenti (quand’è possibile farlo), accogliere amici e trascorrere una bella giornata in felice compagnia è proprio ciò che lo rende più sereno e contento.

Solitamente, il cane è sempre molto lieto di passare una giornata in compagnia. Già in qualunque periodo dell’anno, gran parte di questi animaletti domestici non ama minimamente essere lasciata sola in casa per qualche ora…dunque, figuriamoci a Natale!

A Natale, insomma, o comunque sotto le feste, si crea il clima ideale per loro. Allora la domanda sorge con ancora più convinzione: se il nostro cane si è spaventato a Natale, quale sarà il motivo? Cosa potrebbero metterlo in difficoltà e farlo nascondere?

Cerchiamo di definire qualche possibile situazione che potrebbe spaventare il nostro piccolo amico e renderlo inquieto e turbato, in un momento in cui, invece, dovrebbero solo che essere appagato e rilassato.

Albero di Natale: chi è questo sconosciuto?

Il cane si è spaventato a Natale? Le possibili cause e come calmarlo

Il bello delle feste, oltre al clima familiare che si crea, alle giornate trascorse fra famiglia e amici e alle grandi abbuffate di cibo, è anche il pensiero degli addobbi.

Fare l’albero e il presepe sono delle tradizioni ormai condivise dalla gran parte della popolazione mondiale. In questo periodo dell’anno, le case diventano magiche: ogni soggiorno sembra una specie di fiaba e tutti ci sentiamo più sereni e allegri.

Anche i nostri piccoli amici a 4 zampe provano delle sensazioni diverse dal solito, ma…non sempre queste sono positive! Al di là della felicità di poter trascorrere (generalmente) molto più tempo col padroncino, il cane (come lo stesso gatto), può essere spaventato da qualcosa.

Un esempio lampante che ci esplica questo aspetto è il seguente: l’imponenza dell’albero di Natale. Molte volte capita che si trovino in giro delle foto dei nostri piccoli amici con addosso qualche vestito natalizio o qualche pallina come decorazione, oppure delle immagini che lo ritraggono sotto l’albero e rendono la casa ancora più bella e accogliente.

Ma, a questo punto, sorge spontanea una domanda: ci siamo mai chiesti se il cagnolino è contento di essere “addobbato“? O meglio: abbiamo mai pensato che tutte queste luminarie, tutti gli ornamenti, le decorazioni potrebbero mettere a disagio l’animale?

Molte volte capita che sia proprio l’albero di Natale a spaventare il nostro piccolo amico. Come mai avviene questo? La risposta, in realtà, è abbastanza logica e semplice: il cane percepisce l’albero (grande o piccolo che sia) come una sorta di “presenza” a lui sconosciuta con cui non si può relazionare.

L’ignoto, come spesso accade, spaventa un po’ tutti. Essendo il cane, poi, un esemplare sicuramente piccolino rispetto all’albero e alla sua stazza, la situazione non potrebbe che essere diversa.

Il cane, esattamente come il gatto, è un animale molto abitudinario e metodico, che non riesce ad accettare serenamente o facilmente alcun tipo di cambiamento. L’entrata in casa di un “nuovo elemento”, quale in questo caso l’albero di Natale, potrebbe turbare il suo equilibrio perché lui non riesce a capire il ruolo da attribuirgli.

Razionalmente, ci viene da sorridere a pensare a tutto questo. In realtà, però, il nostro piccolo amico farà davvero di tutto…tranne che divertirsi! Sicuramente, prima che riesca a prendere confidenza con l’albero di Natale, ci vorrà un po’ di tempo.

Quando poi accendiamo anche tutte le lucine che lo adornano, probabilmente la reazione sarà ancora più sconvolgente! L’albero di Natale, insomma, può rappresentare una condizione “nuova” che il cane non riesce a razionalizzare completamente, quindi ne è spaventato.

Come può reagire a questa stramba e nuova presenza? I modi sono i più svariati: abbaia all’albero, si nasconde, prova ad avvicinarsi poi scappa velocemente, fa pipì lì sotto o nei pressi.

Questi sono tutti sintomi di una situazione di disagio che il cane non riesce a controllare perché ne è intimorito. Il nostro compito, allora, è quello di cercare in ogni modo possibile di tranquillizzare il piccolo amico e fare in modo che lui non sia eccessivamente impaurito dall’albero.

Quello che serve è pazienza, calma e tempo: piano piano, in nostra presenza, lo dovremmo aiutare ad avvicinarsi all’albero e fare in modo che lui capisca l’assenza di qualunque pericolo.

In modo graduale, il cagnolino si renderà conto della verità e sarà più sereno…fino all’anno successivo! Probabilmente, al prossimo dicembre, dovremmo ricominciare da capo!

Botti…in anticipo!

Il cane si è spaventato a Natale? Le possibili cause e come calmarlo

Un altro elemento che può rivelarsi causa del cane che si è spaventato a Natale è questo: i botti di capodanno in anticipo! Non si sa bene il perché, ma tanta gente (soprattutto ragazzini che si divertono) inizia a sparare qualche botto già nel giorno di Natale o Santo Stefano.

È risaputo quanto siano deleteri per i cani (ma in generale per molti animali) i rumori provocati dai botti. Molti di loro, infatti, rischiano davvero tantissimo poiché il loro udito, molto più sviluppato del nostro, percepisce il suono in modo assai più forte e rimbombante.

Come potremmo aiutare a calmare il nostro cane spaventato? Durante uno dei pranzi di famiglia, di certo non è bello vedere il proprio amico a 4 zampe tremare e nascondersi. Ecco cosa possiamo fare:

  • tranquillizzare il cucciolo
  • fargli qualche coccola per comunicargli che è al sicuro con noi vicino
  • cercare di distrarlo in qualunque modo possibile
  • accendere musica o tv a volume abbastanza alto da distogliere l’attenzione dall’esterno
  • chiudere le finestre in modo da attutire il più possibile il suono forte