Kaylee, la cagnolina che può di nuovo camminare grazie al suo proprietario

La storia del cane Kaylee

Oggi vogliamo raccontarvi la particolare storia di Kaylee, la cagnolina che ha trovato una famiglia davvero degna di questo nome.

Per una volta, non raccontiamo storie che hanno a che fare con abbandoni o maltrattamenti ai danni dei nostri amici a quattro zampe.

Kaylee, la cagnolina che può di nuovo camminare grazie al suo proprietario

Per una volta vogliamo raccontarvi la storia di un quadrupede che ha davvero una famiglia per bene. Una famiglia che per tutta la vita si è presa cura di lei. Che l’ha amata, l’ha resa felice e, soprattutto, l’ha aiutata nel momento di difficoltà.

Perché Kaylee oggi ha 13 anni, e come ben sappiamo quando un cane è anziano, cambiano anche le attenzioni che dobbiamo dargli.

Kaylee, la cagnolina che può di nuovo camminare grazie al suo proprietario

E la famiglia della cagnolina Kaylee  lo sa molto bene. Il loro amico a quattro zampe ha vissuto per tutta la vita con loro, tra la felicità e il divertimento. Ora, però, all’età di 13 anni la stanchezza inizia a farsi sentire.

Le zampe della cagnolina hanno iniziato a cedere piano piano. Con il passare del tempo, Kaylee non è più stata in grado di camminare. Nessun problema grave, solo i segni del tempo trascorso.

Kaylee, la cagnolina che può di nuovo camminare grazie al suo proprietario

Per il veterinario, quindi, non c’era niente da fare. Per la vecchiaia, infatti, non esistono cure o medicine.

Ma niente paura, perché per fortuna Kaylee vive con una famiglia davvero speciale. Come la sua stessa proprietaria Sara Morris ha raccontato, per tutta la famiglia è stato un vero trauma vederla fermarsi piano piano.

Kaylee, la cagnolina che può di nuovo camminare grazie al suo proprietario

Fortunatamente, però, il marito di Sara non si è dato per vinto. Ha lavorato duramente nel suo garage per costruire qualcosa che potesse aiutare la sua cagnolina a muoversi.

E, incredibile ma vero, ce l’ha fatta. Oggi Kaylee è in grado di muoversi grazie ad uno speciale carrellino.

Ovviamente, non è autosufficiente, ma ha bisogno di qualcuno che la traini. In ogni caso, però, la sua famiglia è pronta a fare anche questo per non farla più restare indietro. Non sanno quanto tempo riuscirà ancora a vivere, ma sperano che gli ultimi anni siano felici quanto i primi.