Lupa investita e lasciata sul ciglio della strada (VIDEO)

Ciò che è accaduto a questa povera lupa è davvero molto triste: l'hanno investita e poi sono andati via senza soccorrerla

La storia di questa splendida lupa è davvero molto triste. L’hanno investita e sono andati via senza prestarle soccorso. Giaceva immobile sul ciglio della strada ed era molto impaurita. Fortunatamente i Carabinieri l’hanno trovata in tempo.

Tutto ciò è accaduto a San Martino in Argile, una frazione del Comune bolognese di Molinella. La povera lupa è stata trovata al margine della strada. Era accovacciata e con i brutti traumi riportati non si riusciva più a muoversi.

Dario Mantovani, il Sindaco di Molinella ha riportato la notizia sui suoi profili social diffondendo anche il video del momento in cui hanno trovato la povera. Ha anche rassicurato tutti i cittadini sulle condizioni di salute della malcapitata.

“La lupetta sta bene, compatibilmente con un piccolo incidente avuto probabilmente in nottata. Inoltre, è intervenuto il centro recuperi di Sasso Marconi ed ora è in un centro specializzato a Bologna“, ha scritto sul suo profilo Facebook il sindaco.

Grazie all’intervento dei Carabinieri e della Polizia locale, la lupa ha ricevuto soccorso dai volontari del Centro tutela e ricerca fauna esotica e selvatica situato a Monte Adone. Quest’ultimo è specializzato nella cura e nel recupero degli animali selvatici. Spesso si occupano anche di quelli provenienti da regioni diverse.

Purtroppo, episodi del genere non sono rari. Si verificano soprattutto nelle zone in cui le strade passano attraverso le montagne. Negli ultimi anni poi, i lupi sono avvistati sempre di più nei centri abitati poiché dalla montagna iniziano a scendere verso le colline.

L’aumento degli avvistamenti nei centri abitati ha portato i Comuni ad effettuare delle specifiche regole per salvaguardare tutti. Nell’Emilia Romagna, infatti, c’è uno speciale vademecum che serve sia per tutelare l’uomo che questa specie.

Fortunatamente, la brutta avventura di questa lupa si è conclusa bene. Le ferite riportate non sono gravissime. Avrà bisogno di cure specifiche per tornare in libertà. Ma siamo certi che tornerà a correre al più presto tra le sue amate montagne!

LEGGI ANCHE: Phryne e Essie, i due cagnolini abbandonati nel deserto

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati