Momi, la cagnolina mascotte dell’ambulatorio veterinario, è volata sul ponte

Tutta Napoli piange la scomparsa di questa cagnolona che era ormai diventata la mascotte dell'ambulatorio veterinario

La storia di questa cagnolona di nome Momi è davvero molto triste. Purtroppo, l’hanno investita e non ce l’ha fatta. Tutti piangono la sua scomparsa a Napoli. Lei ormai era diventata una mascotte dell’ambulatorio veterinario e tutti l’amavano.

La cagnolona era la mascotte dell’ospedale del Frullone. Sfortunatamente qualche mattina fa, era uscita per la sua solita passeggiata e non è più tornata. L’hanno investita vicino all’area dedicata ai tamponi per il Covid, un posto solito che frequentava.

Purtroppo, quando sono arrivati i soccorsi non c’era più niente da fare. La povera Momi giaceva a terra e nessuno poteva fare più niente per lei. Per tutto l’ambulatorio veterinario è un dolore grandissimo averla persa, tutti lì l’amavano e se ne prendevano cura.

Carmen Izzo, una volontaria che aiutava gli animali e conosceva Momi da anni ha detto: “Chi l’ha investita non si è neanche fermato. Probabilmente era una persona intenta a recarsi con l’auto a fare il tampone per la Covid. Poco distante infatti c’è la zona adibita a drive-in dove si effettuano i test. Lei era nota a tutti i frequentatori del Frullone che prestavano grande attenzione quando giravano nel parco con l’auto”.

La volontaria ritiene che chi l’ha investita non sapeva della presenza della cagnolona ed è per questo che non ha prestato la dovuta attenzione. Momi viveva proprio dove risiede l’Asl veterinaria competente per tutta Napoli.

Come era successo ad altri randagi, la cagnolona era arrivata lì dopo essere stata accalappiata. Ormai erano dieci anni che viveva lì, circondata dall’amore di tutti. Purtroppo nessuno è riuscito a contenere il suo animo libero e i veterinari sapevano che se l’avessero fatta adottare, la piccola non sarebbe stata più la stessa.

Momi amava passeggiare e gironzolare nei dintorni del Frullone. Tutti la conoscevano e tutti la adoravano. Passava molto tempo sia dentro che fuori dall’ambulatorio. Ogni persona riservava per lei una certa attenzione e tutti si prendevano cura di lei.

Oggi tutti i dipendenti e i clienti dell’ospedale del Frullone piangono la piccola Momi. Mancherà a ognuno di loro. Sono tutti molto dispiaciuti e addolorati per la sua perdita. La cagnolona, nonostante era anziana, godeva ancora di ottima salute e perderla così, per tutti i napoletani, è davvero un duro colpo.

LEGGI ANCHE: Muneca, la cagnolina di 18 anni che è stata lasciata in un rifugio

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati