Moncalieri (TO): la pensione per cani è in realtà una discarica

Cani che vivono in una discarica

Una scena terribile quella che si è presentata davanti ai Carabinieri di Moncalieri, con una pensione per cani che in realtà era una discarica.

Una scoperta terribile, resa possibile solo dalle continue segnalazione della puzza che proveniva dallo stabile.

Moncalieri (TO): la pensione per cani è in realtà una discarica

Stanze pieni di escrementi, di spazzatura, come se fosse una vera e propria discarica. Cani rinchiusi dentro le stanze, costretti a vivere tra i loro bisogni e la spazzatura di quel posto.

Una pensione abusiva che è una vera e propria discarica, alle porte di Torino, a Moncalieri. Una situazione davvero terribile in cui, ancora una volta, erano i nostri amici a quattro zampe a pagarne le conseguenze.

Moncalieri (TO): la pensione per cani è in realtà una discarica

Tra i cani ritrovati all’interno dello stabile, c’era anche una cagnolina di 14 anni, probabilmente in fin di vita.

E non solo, perché in mezzo a tutta quella spazzatura, viveva anche un’anziana signora di 93 anni, un familiare del proprietario della pensione. Sorda e cieca, al momento dell’irruzione, la donna aveva segni di escrementi sulle scarpe.

Moncalieri (TO): la pensione per cani è in realtà una discarica

Interrogato dagli inquirenti, l’uomo ha dichiarato che i cani sono tutti suoi. Più di 15 quadrupedi si trovavano nello stabile al momento della scoperta.

In un secondo momento, poi, il proprietario della pensione abusiva, un uomo di 61 anni, ha ammesso di tenere alcuni cani per degli amici in vacanza.

La verità è che in quello stabile si svolgeva una vera e propria attività abusiva. Non solo abusiva e con tutti i pagamenti in nero, ma anche senza il rispetto di nessuna delle norme igieniche necessarie.

Moncalieri (TO): la pensione per cani è in realtà una discarica

E soprattutto, senza il rispetto di quei poveri cani costretti a vivere in quelle condizioni. Una pensione da 12 Euro al giorno tra l’altro, tutti ovviamente riscossi in nero.

La scoperta si è resa possibile grazie alle segnalazioni del forte odore che proveniva da lì. Ma, soprattutto, grazie ad una signora che si era affidata a questa pensione per il suo Jack Russel.

Il cane, durante il “soggiorno, è scappato e non si è più trovato. La donna aveva pagato alla pensione ben 240 euro e adesso ha perso il suo amico a quattro zampe.

12 Euro al giorno per vivere in quelle condizioni disastrose. Ovviamente adesso lo stabile è sotto sequestro e il proprietario della pensione dovrà vedersela con le forze dell’ordine.