Musica per cani: le canzoni da far ascoltare a Fido

La musica per cani va scelta con cura: ci sono delle caratteristiche da rispettare per far sì che non si danneggi l'equilibrio psicofisico di Fido

La musica per cani segue determinate regole, che dipendono dalle caratteristiche fisiche del nostro amico a quattro zampe. Un elemento da tenere in considerazione, prima di qualsiasi altra cosa, è il suo udito molto sviluppato.

cane barboncino

Se a noi esseri umani la musica può aiutare a scaricare, oppure ci dà energia durante la corsa, o prima di cominciare una lunga giornata di lavoro, ai cani può provocare un effetto rilassante; ma va scelta con raziocinio, e non attribuendo loro i nostri gusti personali.

Stimola il sistema nervoso

Pochi esseri viventi sono immuni alle onde sonore della musica, dei suoni in generale: persino le piante ne vengono influenzate. I nostri amici a quattro zampe poi hanno una sensibilità fuori dal comune.

Ecco perché si arriva a parlare di musica per cani e delle modalità specifiche con cui sceglierla. In generale provoca uno stato di felicità e di rilassatezza, possono esserne anche incuriositi (se magari somiglia a rumori già sentiti e che provocano delle reazioni istintive).

Una cosa è certa: le sette note del pentagramma stimolano il sistema nervoso del nostro fedele amico, attivando determinate aree che – rilasciando neuromediatori chimici – dànno un senso di benessere psico-fisico.

Come sceglierla

Se la scegliamo con cognizione di causa, allora la musica per cani può ridurre il grado di stress del cane, ed essere un input per momenti di relax. Sono stati fatti esperimenti anche con i gatti, ma pare che i cani possano superare i felini quanto a orecchio.

cane che dorme

Attenzione però alla tipologia. Determinati suoni provocano reazioni positive, altri un po’ meno. Bisogna sapere cosa proporre al nostro amico a quattro zampe e conoscere i suoi gusti musicali.

La preferenza è soggettiva

La musica per cani non è oggettiva, e quella che può piacere a uno non è detto che piaccia a un altro. Sì, ci sono delle linee guida, in base alle caratteristiche uditive canine, ma poi dipende dal grado di complicità istaurato con noi bipedi.

cane ascolta chitarra

Prima regola: ricordiamoci di tenere il volume piuttosto basso: l’udito dei cani riesce a percepire ben oltre i circa 20 mila Hertz avvertiti dall’orecchio umano. Questo rende i quadrupedi particolarmente recettivi e sensibili ai decibel.

Qualche dritta utile

Lo abbiamo già accennato all’inizio, la musica per cani non è detto che coincida con quella che piace a noi. Se è mai vero che un cane tende a somigliare al proprio padrone, o viceversa, ciò non vale per i gusti musicali, questo è certo. Quindi, che si sia amanti del rock o della musica da discoteca, scordiamoci di plagiare il caro Fido, di imporre certe melodie al suo orecchio fuori dal comune.

Gli animali hanno dei toni preferiti, ognuno ha i propri gusti: possiamo testare quelli del nostro quadrupede con delle compilation, ma restiamo sempre all’interno di una gamma di suoni dolci e non stridenti.

Conclusioni

Chiediamo consiglio al nostro veterinario, e affidiamoci alle reazioni di Fido: meglio di lui nessuno potrà dirci cosa prediligono le sue orecchie.

cane che ascolta musica

Facciamo delle prove, mantenendo sempre il volume basso, e osserviamo le espressioni e gli atteggiamenti rispetto al genere musicale che manda lo stereo.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati