Quando non pronunciare il nome del cane e perché?

Non sempre è giusto chiamare fido. Ecco quando è il caso di non pronunciare il nome del cane

Quando non pronunciare il nome del cane e perché?

Sapevate che non sempre è opportuno pronunciare il nome del cane? Secondo infatti alcune regole dell’addestramento canino, in determinati momenti sarebbe opportuno non chiamare fido.

Del resto, la cosa che ci viene più naturale è chiamare e richiamare il nostro adorabile cucciolo peloso per qualsiasi cosa: se è pronta l’ora della cena, se abbiamo voglia di abbracciarlo e anche se ha fatto qualche danno. Ma scopriamo insieme quando non pronunciare il nome del cane e perché.

Quando non pronunciare il nome del cane e perché?

Addestramento canino

L’addestramento del cane è una cosa fondamentale per garantire a fido e alla famiglia una convivenza serena e felice. Soltanto con delle regole, impartite al vostro cucciolo, potrete godere di questa fantastica esperienza di condivisione della vita.

Quando non pronunciare il nome del cane e perché?

Se avete deciso di non rivolgervi ad un educatore, sicuramente vi servirà utilizzare il rinforzo positivo per il cane, una tecnica di addestramento fondamentale per ingenerare al cucciolo peloso regole e comandi.

Quando non pronunciare il nome del tuo cane

È proprio durante l’addestramento che sarebbe opportuno non pronunciare il nome del cane per l’addestramento del cucciolo secondo la tecnica del rinforzo positivo. Secondo gli esperti del settore infatti, nel disciplinare il cane o punirlo per qualcosa che non doveva fare, la cosa migliore sarebbe parlargli senza pronunciare il suo nome.

Quando non pronunciare il nome del cane e perché?

Sembra proprio che questa tecnica serva a far concentrare più il cane e a fargli capire che in quel momento non siamo in modalità giocosa. Il fatto che lo chiamiamo per nome inoltre, potrebbe far associare a lui, il suo stesso nome a qualcosa di negativo.

Associazione positiva e negativa

La memoria del cane funziona per associazioni, è proprio tramite questa che possiamo educare fido e insegnargli le regole di una convivenza felice. Se i nostri cuccioli dunque associano il loro nome a qualcosa di negativo, probabilmente saranno restii a raggiungerci ogni qualvolta li chiamiamo per venire da noi.

Al contrario invece, dunque non chiamandolo per nome, il cane avrà associazioni positive con il suo nome e sarà molto più probabile che obbedisca alle indicazioni quando lo chiamerete per uscire, salire in macchina o fare una passeggiata o fare qualsiasi cosa voi gli state chiedendo.

Piccole regole per una convivenza

Si tratta di un piccolo trucco che però può garantirvi maggiore riuscita per l’addestramento del cane. Del resto, anche il nostro cucciolo non dovrebbe sentirsi stressato da quell’insegnamento.

Non dimenticate inoltre di munirvi sempre di snack e tanti elogi per il vostro fido ad ogni regola insegnata.