Odori che il cane odia: quali sono

L'olfatto, insieme all'udito, è un senso che ha davvero molto sviluppato. Ecco quali sono i principali odori che il cane odia.

Odori che il cane odia

Sapere quali sono gli odori che il cane odia di più può tornare utile.
Espressioni stralunate, fughe improvvise: chiunque abbia un amico a quattro zampe che gironzola per casa ha assistito a scene del genere.

Come è facilmente intuibile ciò dipende dall’olfatto che nei nostri amici pelosi è particolarmente sviluppato. Non è strano quindi che, in fatto di odori gradevoli e sgradevoli, abbiano gusti differenti dai nostri.
Molti di essi si trovano dentro casa o siamo noi a emanarli.

L’olfatto del cane: un super potere

È l’organo di senso più sviluppato nei cani: hanno tra i 150 e i 300 milioni di cellule olfattive, contro i nostri ‘miseri’ 5 milioni.

Proprio grazie a queste cellule possono riconoscere moltissime particelle che si trovano nell’aria, capendo anche da dove provengono. È per questa loro straordinaria dote che vengono usati in situazioni di emergenza: per cercare persone scomparse sotto le macerie o diagnosticare malattie come il cancro.

Odori che il cane odia: quali sono

Hanno anche una memoria olfattiva da fare invidia. I cani si e ci riconoscono attraverso il nostro odore. Per questo quando si vuole interagire con un cane appena incontrato è bene lasciare che ci annusi.

È normale quindi che vogliano scendere in strada: campo potenzialmente sconfinato di odori da scoprire; o che non ne sopportino alcuni che a noi sembrano del tutto piacevoli. Ecco una lista degli odori che il cane odia.

Agrumi

Frutti come il limone, l’arancia o il pompelmo emanano odori insopportabili per i cani, ma la cosa peggiore sono gli oli essenziali a base di questi frutti: sono prodotti concentrati e, per questo, molto più intensi rispetto al frutto corrispettivo.
Rappresentano degli ottimi rimedi per evitare che il cane si avvicini a determinate zone.

Odori che il cane odia: quali sono

Un odore per noi molto gradevole, che ci dà una sensazione di freschezza è invece insopportabile per i nostri amici a quattro zampe.
L’olfatto quaranta volte più sensibile del nostro rende davvero fastidiosa la fragranza degli agrumi.
Si tratta di un aroma talmente forte che può addirittura irritare le vie respiratorie degli animali.

Peperoncino

Quello del peperoncino rientra a pieno titolo tra gli odori che il cane odia: alcuni composti chimici naturali che si trovano al suo interno – cosiddetti capsaicinoidi – lo rendono un alimento piccante. E sono proprio loro i responsabili dell’odore molto sgradevole per i cani.

Odori che il cane odia: quali sono

Se dovessero annusare un peperoncino, infatti, rischiano un’irritazione delle vie respiratorie, prurito sul naso e starnuti persistenti.

Aceto

È un altro modo per far sì che non si avvicinino a determinate zone. L’aceto infatti impedisce che facciano i bisogni in casa.
La ragione, ancora una volta è da ricercare tra gli odori che i cani odiano.

Odori che il cane odia: quali sono

L’aceto, però, soprattutto se di mele, ha diverse proprietà benefiche. Tra queste, vale la pena sapere che impedisce ai cani di puzzare. Tuttavia è consigliabile diluirlo nello shampoo per evitare che il nostro peloso impazzisca dall’odore, per lui davvero insopportabile. Dopo l’utilizzo bisogna sciacquare bene la zona interessata, ed evitare la testa.

Alcol

Quello etilico emana un odore davvero troppo forte per l’olfatto nel cane: applicarlo sulla pelle quindi è altamente sconsigliato. Qualora dovesse essere necessario pulire una ferita, meglio usare dell’acqua e portarlo dal veterinario.

A seconda della gradazione, il fastidio per l’animale sarà maggiore o minore. Anche l’alcol in gel usato come rimedio antibatterico è un odore detestato.

Odori che il cane odia: quali sono

Nulla cambia se si parla di bevande alcoliche: anche queste vengono mal sopportate da Fido e, più è alta la gradazione, maggiore sarà il fastidio. L’alcol è anche tra gli alimenti dannosi. A tal proposito è bene sapere quali sono i cibi proibiti per i cani.

Smalto per le unghie

Forse è quello che più conosciamo: tra gli odori che il cane odia c’è sicuramente quello dello smalto per le unghia. Un odio condiviso con molti amici bipedi!

Il fastidio è dovuto al fatto che contengono una grande quantità di composti chimici (fra cui formaldeide, nitrocellulosa, alcol isopropilico e acetato) che producono starnuti e prurito al naso.

Odori che il cane odia: quali sono

Inoltre, anche l’acetone e tutti i prodotti usati per rimuoverlo fanno parte della lista degli odori che i cani non sopportano.

È consigliabile quindi usare prodotti senza acetone o cercare di utilizzare questo tipo di cosmetici lontano dai cani.

Cloro e ammoniaca

I prodotti per la pulizia che hanno fragranze fresche, intense e profumate sono insopportabili alle narici dei nostri amici.

Odori che il cane odia: quali sono

Sia il cloro che l’ammoniaca, non solo hanno un odore sgradevole, ma sono anche sostanze nocive: l’inalazione diretta può irritare le loro vie respiratorie e l’esofago. Inoltre, l’ammoniaca emana un aroma simile a quello dell’urina dei cani, per cui potrebbero associare il prodotto alla presenza di un loro simile dentro casa e mostrarsi agitati e all’erta.

Tutti i prodotti di pulizia caratterizzati da odori forti sono mal sopportati. Se proprio vogliamo usarli, aspettiamo che il cane sia fuori casa.

Naftalina

Tra gli odori che il cane odia c’è anche la naftalina. Generalmente usata come pesticida, sono proprio i composti chimici contenuti al suo interno e che la rendono una delle cose che i cani non riescono a sopportare e che possono anche ucciderlo.

Se l’animale dovesse ingerire una sola pallina di naftalina, potrebbero insorgere gravi danni al fegato e al sistema nervoso centrale. In questo caso i sintomi sono: vomito, diarrea e convulsioni, nei casi più gravi può provocare la morte.

È altamente consigliato quindi, in caso di ingestione, rivolgersi tempestivamente al veterinario più vicino.

Profumi in genere

Dato che i profumi sono prodotti fabbricati con tantissimi composti chimici, il loro odore per i cani è insopportabile. Tuttavia, il vero motivo per cui a loro non piacciono e lo stesso per cui noi li ricerchiamo: i profumi ci danno un odore diverso. Per i cani, invece, sostituiscono il nostro naturale odore (mezzo principale attraverso il quale ci riconoscono).

Odori che il cane odia: quali sono

E i profumi per cani? Anche questi sono odori insopportabili. Tuttavia, se sono di buona qualità, essendo dei prodotti appositamente pensati per loro, non sono pericolosi e si possono usare con moderazione: basta una volta ogni tanto, per esempio dopo averlo portato alla toelettatura.

Odori che il cane odia: questione di gusti

Come succede per gli esseri umani, ciascun animale ha le proprie preferenze. La nostra quindi è solo una linea guida.

Tuttavia la regola base da seguire è: preferire le sostanze naturali a quelle chimiche.