Paralisi nei cani, come affrontarla

Tutti i metodi per riconoscere ed affrontare la paralisi nei cani. Da cosa è causata e se il proprio cane può tornare a muoversi da solo

cane seduto

Purtroppo può capitare che alcune malattie possano compromettere non solo la vita del cane, ma anche la sua qualità. Ecco cos’è una paralisi nei cani, da cosa è causata e se è una condizione reversibile oppure se il cane è costretto ad una vita un po’ sacrificata. Le paralisi sono sempre tasti veramente dolenti, sia che colpiscano gli uomini, sia che colpiscano gli animali.

Paralisi nei cani, come affrontarla

Cos’è la paralisi

Per paralisi si intende la perdita parziale o totale non reversibile delle funzionalità motorie di parte o di tutto il corpo. Tutti i movimenti sono gestiti dal cervello attraverso i nervi del midollo spinale che insieme formano il sistema nervoso centrale del corpo.

Paralisi nei cani, come affrontarla

Quando avvengono problemi di comunicazione tra queste due parti, il movimento del corpo risulta essere impossibile. Alcune razze canine sono più predisposte rispetto ad altre a contrarre una paralisi; i cani in questione sono cani molto bassi e che proprio per la loro conformazione fisica sono predisposti a tale problema.

Cause

Sono davvero troppe le cause che possono provocare una paralisi nei cani; possono essere più o meno gravi e possono a loro volta creare ulteriori problemi. A seguire è possibile elencare le cause maggiori:

  • Infezione o infiammazione alla colonna vertebrale;
  • Malattia del disco;
  • Cimurro nei cani;
  • Infezione o infiammazione ai muscoli;
  • Infiammazione dei nervi;
  • Meningomielite (infezione virale o batterica del cervello);
  • Polimiosite (infezione o infiammazione dei muscoli);
  • Embolo nella colonna vertebrale;
  • Tumore alla colonna vertebrale;
  • Tumore cerebrale;
  • Ipotiroidismo;
  • Lesioni alla colonna;
  • Malformazione della colonna;
  • Puntura di zecca

Paralisi nei cani, come affrontarlaQueste insieme ad altre, sono tutte cause abbastanza preoccupanti, per questo risulta fondamentale riuscire a comprendere e a riconoscere l’origine del problema.

Sintomi

La sintomatologia della paralisi nei cani risulta veramente difficile da gestire. È possibile riscontrare i seguenti sintomi:

  • Tetraplegia, ovvero impossibilità a muovere tutti gli arti;
  • Paraplegia, impossibilità a muovere le zampe posteriori;
  • Trascinamento del cane;
  • Possibile, ma non certo, dolore al collo, alla schiena e le zampe;
  • Seria difficoltà ad urinare;
  • Incontinenza;
  • Costipazione

Paralisi nei cani, come affrontarlaQuesta risulta essere una sintomatologia abbastanza complicata da gestire per questo è necessario prendere le giuste precauzioni per cercare di affrontare questa patologia nella maniera migliore possibile.

Diagnosi

Se doveste notare qualcosa che non va nel vostro cane che coinvolge la funzionalità motoria, è necessario contattare immediatamente il veterinario. Questi vi chiederà di fornire in maniera dettagliata la storia clinica del vostro cane, in modo tale che possa cercare di comprendere la radice e la manifestazione della paralisi.

Inoltre il veterinario farà esami di laboratorio, compreso un esame dell’emocromo e analisi delle urine per accertarsi se il problema sia di origine batterica. Inoltre probabilmente farà delle radiografie alla colonna vertebrale del vostro cane per controllare la lesione e vedere se sono presenti delle forme tumorali.

Paralisi nei cani, come affrontarla

In più è possibile che il vostro cane venga sottoposto ad una radiografia con mezzo di contrasto affinché il veterinario possa vedere in maniera chiara il midollo spinale e le vertebre. In rarissimi casi, il veterinario potrà effettuare una biopsia dei muscoli o dei nervi per determinarne la salute.
La diagnosi per trovare l’origine di questa malattia non è molto semplice e richiede quindi molta calma e molta pazienza soprattutto da parte vostra.

Trattamento

Il trattamento dipende esclusivamente dalla gravità della paralisi. Se il vostro cane non dovesse essere in grado di compiere tutte le normali azioni (come mangiare, camminare, fare pipì), in maniera autonoma, il veterinario si adopererà per avviare le pratiche per il ricovero del cane.

Il cane ricoverato verrà monitorato in maniera costante; gli verrà inserito un catetere e gli saranno somministrati degli antidolorifici, nel caso in cui il vostro cane dovesse provare dolore. In base alla causa della paralisi del cane, è possibile trattare la paralisi chirurgicamente; solo così potrebbe essere possibile un recupero totale del cane.

Paralisi nei cani, come affrontarla

In definitiva la paralisi nei cani è una situazione che richiede tanta forza e pazienza. Questa condizione medica deve essere trattata in maniera efficace per riuscire a risolvere il problema, prima che questa posizione possa diventare irreversibile. Nel caso in cui doveste notare qualche difficoltà nel movimento del cane, recatevi in tempi rapidi dal veterinario che si adopererà per analizzare e cercare di risolvere il problema.

Il cane paralizzato ha sempre voglia di trascorrere la loro vita accanto a voi; restano sorridenti e sempre felici se ci siete voi al loro fianco.