Rifugio festeggia il giorno più bello: tutti gli ospiti sono stati adottati

Gli operatori grazie ad una iniziativa hanno ottenuto questo meraviglioso risultato

Tutti gli operatori dei rifugi vedono, quotidianamente, delle scene che spezzerebbero il cuore a chiunque. Provate a pensare cosa vuol dire entrare a contatto quotidianamente con cani e gatti che si trovano dietro delle sbarre. Questi cuccioli, non vorrebbero altro che uscire da quelle gabbie e avere una vita piena d’amore. Gli operatori, però, sanno bene che le possibilità che il sogno di .uesti quattrozampe si realizzi è del 50%. Potrebbe arrivare qualcuno a prenderli, oppure potrebbero finire la loro vita in rifugio: è un’incognita. Ogni tanto, però, per fortuna possiamo darvi delle notizie strepitose. Oggi, infatti, vi parliamo di un rifugio americano, in cui tutti gli ospiti hanno trovato una casa per sempre.

Screenshot: Facebook/ Humane Society Of The Pikes Peak Region

Il rifugio in questione è quello dell’associazione Humane Society of the Pikes Peak Region. I festeggiamenti di questo splendido giorno, sono stati postati sui social. Tuttavia, dobbiamo precisare che questo successo non è assolutamente mera fortuna o coincidenza, ma è il risultato di una splendida iniziativa. Curiosi di saperne di più? Continuate a leggere!

Tutto comincia grazie all’iniziativa “Portali a casa per Natale”. Scopo dell’iniziativa? Dare una bella sfoltita al numero degli ospiti presenti in rifugio e, contemporaneamente, trovare una casa per i cani e gatti, affinchè passassero, anche loro, delle buone feste.

Il risultato, però, è andato ben oltre ogni aspettativa. Hanno trovato casa ben 25 gatti e 23 cani. Quando anche l’ultimo cane in rifugio ha ricevuto la tanto ambita adozione, gli operatori non hanno potuto fare altro che festeggiare.

Leggii anche: 5 cucce per il cane Border Collie, le preferite da Fido

“Cosa succede quando il tuo ultimo cane disponibile viene adottato? Il tuo staff e i tuoi volontari gioiscono nei canili per festeggiare!” Questo quanto hanno scritto sui social.

In Italia, siamo ancora ben distanti dall’ottenere questi risultati. Solo nel 2020, si sono contati 76 mila ingressi nei canili, senza contare tutti i randagi. La speranza, però, come si dice, è l’ultima a morire. Speriamo che anche in Italia si possano raggiungere presto questi risultati!

Leggi anche: Norah, la cagnolona randagia che si stava lasciando andare

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati