Riso bollito per i cani: come cucinarlo e quali sono i benefici

Il riso bollito per i cani è un'ottima soluzione in caso di problemi intestinali. Scopri come cucinarlo e darlo da mangiare al tuo cane

un cane mangia il riso

Il riso bollito per i cani è utile per aiutarli a ristabilire la regolarità intestinale. È infatti un alimento utile in casi di diarrea poiché aiuta ad assorbire i liquidi in eccesso nell’intestino e ad attenuare i sintomi del mal di stomaco. Inoltre le proteine e i carboidrati contenuti nel riso possono contribuire a ridare energia al cane e a permettergli di ristabilirsi.

Benefici

Come accennato, in caso di mal di stomaco e problemi intestinali, il riso bollito per i cani è un vero toccasana. A contribuire a ristabilire la regolarità intestinale sono le fibre contenute nel riso, soprattutto nella variante integrale.

Riso bollito per i cani: come cucinarlo e quali sono i benefici

Il riso bollito, mescolato al pasto abituale, può aiutare inoltre il cane obeso a perdere peso. Sono sempre le fibre in esso contenuto ad aiutare il cane a sentirsi più sazio facendolo sostanzialmente mangiare di meno e a controllare i livelli di peso.

Questo alimento inoltre può essere utile se il cane fa attività pesanti come un cane da lavoro, o fa molto esercizio fisico. Il riso bollito infatti contiene anche carboidrati, fonte di energie naturali.

Come cucinarlo

In base alla quantità di cibo abituale che il vostro cane consuma, pesate la stessa quantità di riso e bollitelo in acqua naturale. Somministratelo senza aggiungere altro. Il secondo giorno aggiungete due cucchiai di yogurt bianco che, allo stesso modo del riso, è ottimo per ripristinare il benessere della flora intestinale del cane.

In alternativa potete aggiungere anche carne di tacchino privata del grasso che non farebbe che peggiorare le condizioni del vostro quattro zampe. Potete inoltre cuocere il riso anche nel brodo di pollo, assolutamente senza sale, per aumentare i nutrienti e renderlo più saporito.

Riso bollito per i cani: come cucinarlo e quali sono i benefici

Infine, quando noterete che il pelosetto iniziare a riprendersi, passate a poco a poco al suo cibo abituale. L’ideale sarebbe partire con 25% di crocchette o cibo umido e 75% di riso. Dovrete procedere gradualmente nell’aumentare le proporzioni per tornare alla dieta normale.

Precauzioni

Nel somministrare il riso al vostro cane state attenti a prendere le dovute precauzioni. Evitate per esempio di dare da mangiare del riso avanzato che potrebbe contenere spezie o aromi o ancora componenti tossici per il quattro zampe come cipolle o aglio.

Riso bollito per i cani: come cucinarlo e quali sono i benefici

Assicuratevi inoltre che il vostro amico peloso non sia allergico al riso, anche bollito. Controllate quindi somministrando inizialmente una piccola quantità cercando di osservare possibili reazioni come prurito alla pelle, perdita di peli o persino otite.

È buona norma infatti, prima di dare da mangiare qualsiasi cibo nuovo al cane, controllare e verificare che possa tollerarne l’ingestione.