Rudy, il cagnolino abbandonato per la seconda volta che ora cerca la felicità

Dopo l'abbandono credeva di aver trovato la felicità, ma dopo due anni con la famiglia lo abbandona di nuovo: la triste storia di Rudy

Cagnolino al guinzaglio

Oggi vogliamo raccontarvi la triste storia di Rudy, il cagnolino abbandonato per ben due volte che ha dovuto sopportare e superare una doppia delusione.

La storia di Rudy è la storia di un cagnolino che non è stato fortunato. Non lo è stato perché nella sua vita ha incontrato solo persone che lo hanno deluso, abbandonandolo da un giorno all’altro senza nessun motivo (come se esistesse un motivo valido per giustificare un abbandono).

A raccontare la sua storia ci hanno pensato i volontari della Sociedad Protectora de Animales y Plantas de Malaga.

Gepostet von Sociedad Protectora de Animales y Plantas de Málaga am Donnerstag, 10. September 2020

Anche loro sono rimasti stupiti quando hanno visto tornare Rudy al rifugio. Avevano conosciuto il cagnolino due anni prima, quando era arrivato al rifugio in seguito ad un abbandono.

La sua prima famiglia lo aveva abbandonato. Da un giorno all’altro Rudy si era ritrovato a fare i conti con la vita in rifugio, con la solitudine del rifugio.

Poi la svolta. Una famiglia aveva chiesto di lui e per Rudy sembrava essere arrivato il momento della rivincita.

Gepostet von Sociedad Protectora de Animales y Plantas de Málaga am Donnerstag, 10. September 2020

L’adozione era andata nel migliore dei modi. In pochi giorni i suoi nuovi proprietari erano venuti a prenderlo e Rudy aveva iniziato la sua seconda vita felice.

Una vita felice che è durato appena due anni. Qualche giorno fa infatti, dopo due anni dall’adozione, i proprietari di Rudy lo hanno riportato al rifugio.

Così Rudy si è ritrovato a dover affrontare per la seconda volta il dolore di un abbandono. Per la seconda volta gli esseri umani lo hanno deluso, anche se poi amiamo definirci i migliori amici dei cani.

Gepostet von Sociedad Protectora de Animales y Plantas de Málaga am Donnerstag, 10. September 2020

Adesso i volontari sperano che arrivi per lui qualcuno degno del suo amore. Qualcuno in grado di regalargli quell’amore e quella felicità che probabilmente non ha mai conosciuto.

Proprio come è successo a Pacino, il cagnolino salvato dall’eutanasia che oggi è finalmente felice.