Sondaggio rivela le scuse più usate dai proprietari che abbandonano i loro animali domestici

Le scuse per chi abbandona gli animali domestici sono molteplici e a volte possono rivelarsi molto banali e insensate

Con un sondaggio condotto da diverse organizzazioni che si occupano di aiutare tutte le povere anime che ne hanno bisogno, sono state rivelate le scuse più usate dalle persone che vogliono liberarsi dei loro animali domestici.

Solamente nello scorso anni, i rifugi che fanno parte di Dogs Trust e che si trovano a Glasgow e West Calder, in Scozia, hanno ricevuto 703 chiamate. Tutte venivano dai proprietari di animali domestici che cercavano di liberarsi dei loro cuccioli.

Principalmente, le persone chiamano i rifugi nei periodi festivi. Le scuse che usano per lasciare i cani o i gatti in rifugio sono molteplici e spesso banali. Ed è per questo motivo che Dog Trust, che è la più grande organizzazione di soccorso canino del Regno Unito, ha deciso di fare una specie di sondaggio.

Questa organizzazione conta una rete di 21 centri di reinserimento e si prendono cura di circa 15.000 cani ogni anno. Perciò, di chiamate ne hanno ricevute molte ed hanno avuto modo di stilare una lista e fare un sondaggio sulle scuse più usate dalle persone.

L’elenco di tutte le scuse è il seguente:

  • Ho vinto una vacanza gratis e non potevo portare i miei cani con me
  • Era troppo amichevole e voleva salutare tutti i cani e gli umani che incontravamo durante una passeggiata
  • Mangia carne e noi in famiglia siamo vegetariani, non vogliamo carne in casa
  • Da quando è dimagrito è diventato troppo energico
  • È diventata più grande di quanto ci aspettavamo
  • Mi fissa continuamente, anche quando sto mangiando o voglio fare un pisolino
  • Devo passare continuamente l’aspirapolvere, anche un’ora al giorno perché perde troppo pelo
  • Se avessi saputo qualcosa su questa razza, non ne avrei mai adottato uno
  • Non gli piace essere vestito e per noi non va bene
  • L’ho preso come regalo per Natale ma non ho abbastanza spazio per un cane
  • Non gli è piaciuto quando abbiamo provato a vestirlo
  • Scodinzola veramente troppo
  • Dorme tutta la notte nella sua cuccia, pensavo che avesse dormito nel mio letto accanto a me

Insomma, scuse banali e insensate e che provengono sicuramente da persone che non amano affatto gli animali. Ma secondo un nuovo sondaggio condotto nel 2021, sempre in Scozia, sembra che le cose siano cambiate leggermente e che le persone siano più responsabili quando si tratta di acquistare o adottare un animale domestico.

A quanto pare, tra i proprietari scozzesi il 16% ha trascorso meno di due settimane settimane a fare ricerche prima di acquistare un cane. Uno su quindici ha confessato di aver comprato un cane solamente perché era carino ed era un accessorio originale. Il 5% ha preso o ricevuto un cane come regalo di Natale e il 71% crede che il proprio cagnolino, costi meno del previsto nell’arco di tutta la sua vita.

Insomma, i dati si sono abbassati leggermente anche se non sono ancora molto incoraggianti. Claire Carney, vicedirettore del rifugio di Glasgow, ha dichiarato: “Speriamo davvero che questo Natale sia l’anno in cui la nostra nazione di amanti degli animali prenda finalmente in considerazione il nostro slogan ‘Un cane è per la vita, non solo per Natale‘. Speriamo di non vedere più cani abbandonati soltanto perché i loro umani non hanno considerato loro come un impegno per la vita”.

Anche noi speriamo che l’amore per gli animali prenda il sopravvento e che non ci siano più casi di abbandono. Un cane è per sempre e quando si decide di prenderne uno o di adottarlo, si deve tenere sempre a mente ciò. Loro non sono dei peluche, soffrono quando vengono lasciati per strada da soli! La nostra speranza è che un giorno tutti i canili resteranno vuoti!

LEGGI ANCHE: Olive, la cagnolona paralizzata che è tornata a camminare

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati