Tonka, il cane da Pet Therapy che aiuta gli anziani in quarantena per il Coronavirus

Oggi vogliamo presentarvi Tonka, un cane da Pet Therapy che, in un periodo come questo in cui l’emergenza Coronavirus ci tiene lontani dai nostri cari, sta facendo un lavoro davvero straordinario.

Se anche voi amate i cani, non avrete certo bisogno di sentire altri motivi per i quali i nostri amici a quattro zampe sono così salutari.

Riescono a donarci un amore e una fedeltà che in pochi altri possono dimostrarci. Ma non solo migliorano le nostre vite con la loro presenza. Perché in moltissimi altri casi si prendono carico di vere e proprie missioni di vita.

Cane da Pet Therapy

Quante volte vi abbiamo parlato dei cani eroi? Cani da salvataggio in mare, per esempio. O amici a quattro zampe che aiutano nella ricerca dei dispersi.

Oppure i tanti cani poliziotto e, per finire, i cani da Pet Therapy. Quegli amici a quattro zampe dunque che aiutano a far tornare un sorriso sul viso delle persone che non hanno più voglia di sorridere.

Cani che fanno supportano i malati in ospedale o anche le persone anziane che vivono nella case di riposo. Come ad esempio Daisy, il cane da Pet Therapy che aiuta i bambini nelle scuole.

Cane da Pet Therapy

E il cane protagonista della storia di oggi fa proprio questo nella vita: aiuta le persone anziane che vivono nelle case di riposo.

Lo fa da ormai un anno e la sua proprietaria, Sarah Peters si dice davvero fiera di lui. Tonka è un cagnolone grosso e nero, di quelli che a volte fanno erroneamente paura.

Ma lui non solo non è assolutamente pericoloso, ma ha anche un cuore grande e generoso. La sua missione di vita è però cambiata in questi tempi in cui la quarantena ha cambiato le vite di ognuno di noi.

Cane da Pet Therapy

Perché la casa di riposo è stata chiusa agli ospiti e gli anziani che ci vivono sono più soli che mai. Nessuno può andare a trovarli, neanche Tonka.

Ma Sarah ha pensato ad un semplice modo per provare a fare sentire meno sole le persone che vivono nella casa di riposo.

Tonka ha continuato ad andare a trovarle, pur restando fuori dalla struttura. Saluta i suoi amici dalle finestre, li “tocca” attraverso un vetro.

Un gesto così semplice eppure allo stesso tempo così importante. Perché quelle persone, anche se attraverso un vetro, si sentono meno sole. Grazie al cane Tonka che sta riuscendo a rendere la loro vita al tempo del Coronavirus meno drammatica.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati