Una bambina ha scelto come amico il pitbull più malato e nascosto del rifugio: le ha salvato la vita

La piccola Gigi, tra i tanti, ha scelto proprio il Pitbull nelle condizioni di salute peggiori. Tra i due è stato amore a prima vista.

Questa è la storia di un pitbull malato, che tremava 24 ore su 24 quando è stata portata per la prima volta al rifugio. 

Aveva la scabbia e quindi anche il fetore putrido della patologia, che veniva fuori dalla sua tenera pelle. Le sue zampe erano gonfie a causa di un’infezione da stafilococco e i suoi occhi erano pieni di pus, da congiuntivite infettiva. In suo quadro clinico, in generale, non era dei migliori, tanto che si era valutata anche la l’eutanasia.

Una bambina ha scelto come amico il pitbull più malato e nascosto del rifugio: le ha salvato la vita

Il Pitbull ha iniziato a trascorrere il suo tempo nascondendosi nel retro del rifugio, nel posto più appartato che ha trovato. Un giorno però, una donna di nome Audra Spurio è entrata per adottare un amico peloso per sua figlia di 2 anni, Gigi (affettuosamente chiamata G).

Il PitBull pensava ormai di essere invisibile al resto del mondo, ma Gigi invece l’ha notata ed è andata dritta verso di lei dicendo: “Mamma, quella”. La piccola Gigi ha continuato ad insistere e a tirare la giacca della mamma finché non si è convinta anche lei. La bambina si è avvicinata senza paura e la accarezzava dolcemente. Anche quando la mamma ha mostrato a lei altri cani, lei è tornata tre volte dal Pitbull malato, supplicando infine: “Fate uscire il cagnolino, ha bisogno di aiuto”.

Una bambina ha scelto come amico il pitbull più malato e nascosto del rifugio: le ha salvato la vita

A questo punto, anche la PitBull era innamorata di Gigi. I volontari del rifugio l’hanno portata fuori dal canile, l’hanno ripulita e l’hanno lasciata giocare con la bimba in cortile. È stato proprio amore a prima vista per loro. 

La mamma era un po’ scettica e titubante ad adottare un cane così malato, ma Gigi ormai era diventata eccessivamente protettiva nei suoi confronti e si era innamorata di quella povera creatura. Piangeva chiedendo alla mamma di aiutare il cane, mentre il PitBull tornava a tremare in modo incontrollabile ogni volta che la bambina si allontanava.

Audra alla fine ha ceduto alle suppliche di Gigi e hanno adottato il Pitbull, a cui hanno dato il nome Scarlett. Una settimana dopo essere stata adottata, la salute di Scarlett è iniziata a migliorare notevolmente! Trascorreva tantissimo tempo con la piccola Gigi, non si perdevano di vista.

I due sono inseparabili e vederli giocare insieme è meraviglioso. La piccola ha letteralmente salvato la vita della dolce Scarlett.

LEGGI ANCHE: La storia di una donna di 90 anni che non vuole curare il suo cancro e ha deciso di girare il mondo con il suo barboncino

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati