Ziggy, il cane che ha perso la vita per un errore del veterinario

La storia di Ziggy è la storia di un cane che purtroppo non c’è più. La sua vicenda ha recentemente fatto il giro del web dopo che la sua proprietaria ha denunciato quanto accaduto.

Come detto, oggi questo bellissimo amico a quattro zampe non c’è più. Ziggy è purtroppo morto a causa di un gravissimo errore del suo veterinario.

Un errore di sbadataggine, un errore che è costato la vita ad un cagnolino. Come detto, è stata la stessa proprietaria di Ziggy a portare alla ribalta la vicenda del suo migliore amico  a quattro zampe.

Cane in macchina che osserva

Andrea Martinez era la proprietaria di questo bellissimo bassotto. Qualche giorno fa si era recata dal veterinario perché il suo amico a quattro zampe non smetteva di vomitare.

Il veterinario aveva visitato Ziggy e annunciato la sua diagnosi: ostruzione intestinale. Ziggy necessitava di un intervento e doveva restare alla clinica in attesa dell’operazione.

Durante l’intervento, però, il veterinario si è reso conto che la situazione di Ziggy era più grave del previsto.

Cane che dorme

Era necessario un intervento più difficile e molto costoso e dunque il veterinario ha deciso di telefonare alla proprietaria per avvertirla dell’aumento dei costi e dei rischi.

Purtroppo, però, ha chiamato il proprietario di un altro cane che si trovava nella clinica. Dopo aver descritto la situazione, il proprietario dell’altro cane ha dato l’ok per sopprimere Ziggy.

E così il veterinario ha praticato l’eutanasia. Quando Andrea ha scoperto che il suo cane era morto, la disperazione è stata tantissima.

Non solo il suo migliore amico a quattro zampe non c’era più, ma tutto era avvenuto per un terribile errore.

Un cane che dorme

Se il veterinario avesse chiamato lei, infatti, non avrebbe mai autorizzato l’eutanasia. Certo, la situazione del suo Ziggy era complicata e probabilmente non ce l’avrebbe fatta, ma Andrea non si sarebbe mai arresa.

Avrebbe provato il tutto per tutto per salvare la vita al suo amico a quattro zampe, anche a costo di finire tutti i risparmi. Purtroppo, però, adesso Ziggy non c’è più. Resta da capire come e se riceverà giustizia.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati