Alimentazione cane d’inverno: cosa fare mangiare a Fido per farlo stare bene

Quando si parla di alimentazione cane d'inverno bisogna prestare particolare attenzione; prestare attenzione a Fido lo farà vivere a lungo

Prendere un cane è una volontà che richiede parecchia attenzione, soprattutto durante i mesi invernali. L’alimentazione cani d’inverno è quindi un passo fondamentale che non deve essere preso alla leggera. Infatti, anche se i cani sono dotati di pelo, hanno comunque la capacità di sentire freddo, esattamente come l’uomo.

Proprio per questo è indispensabile comprendere che è necessario attuare un a corretta alimentazione; cane d’inverno significa somministrare cibi che siano in grado di riscaldare il cane, soprattutto in quelle giornate particolarmente fredde. Se il vostro cane sente freddo è importante riuscire a scaldarlo nel modo più efficace possibile; per questo esistono dei cibi in grado di riscaldare il cane e che possono essere di grande aiuto per la risoluzione del problema. Mantenere in salute Fido è necessario per fare in modo di godere a lungo della sua compagnia.

Cibi consigliati per riscaldare il cane che sente freddo

Alimentazione cane d'inverno: cosa fare mangiare a Fido per farlo stare beneCome già accennato quando si parla di alimentazione cane d’inverno, si parla di un argomento davvero importante. La salute di Fido infatti dipende da noi e dalle attenzioni che riserviamo ai nostri pelosi. Come altresì accennato, fortunatamente esistono dei cibi per riscaldare il cane; è importante però capire quali sono per riuscire a fare in modo che il cane possa meglio tollerare le temperature fredde dei mesi invernali. Per combattere il freddo è necessario riuscire ad aumentare le quantità proteiche, le vitamine e i minerali; è consigliabile l’assunzione di carni più grasse come quella di maiale e risulta altrettanto importante inserire nella dieta del cane alimenti come uova e yogurt.

La quantità di carboidrati quindi deve necessariamente aumentare durante i mesi invernali, ma risulta inoltre necessario prestare in ogni caso la massima attenzione. Il veterinario può consigliare una serie di alimenti idonei; inoltre può perfino formulare una dieta per il cane specifica per riuscire a risolvere il problema legato al freddo. In commercio inoltre esistono degli alimenti industriali finalizzati a tale scopo; anche però in questo caso è preferibile chiedere il supporto e il consiglio del veterinario che potrà essere più specifico e dettagliato.

Il cane sente freddo?

Alimentazione cane d'inverno: cosa fare mangiare a Fido per farlo stare bene

Quando si decide di condividere la propria vita con un peloso risulta normale chiedersi se anche i cani sentano freddo. In particolar modo risulta normale chiederselo se avete visto tremare il vostro cane. Prima di dire però se effettivamente i cani sentono freddo risulta necessario aprire una piccola parentesi. Intanto bisogna cominciare con il dire che i cani hanno una temperatura corporea superiore rispetto a quella dell’uomo. La temperatura del cane si aggira a circa 38°, quindi in una casa mediamente riscaldata, il cane si trova in un ambiente fresco.

Inoltre, risulta necessario precisare che la sensazione di freddo percepita è differente da cane a cane; tale distinzione è dettata dal tipo di pelo, che dipende a sua volta dal tipo di razza, e dall’età o da una questione di predisposizione. Alla domanda quindi se il cane sente freddo è possibile rispondere in maniera positiva; per ovviare a tale problema è necessario quindi attuare delle azioni volte per migliorare la qualità di vita del cane. Per fare in modo che Fido senta meno freddo è possibile cucinare dei cibi per riscaldare il cane e per aumentare la sua temperatura corporea.

Sintomi di un cane che sente freddo

Dopo aver appurato che anche i cani sono in grado di percepire e soffrire per le basse temperature, è normale chiedersi come capire se Fido sente freddo. Un cane che sente freddo manifesta infatti la seguente sintomatologia:

  • Lentezza nei movimenti
  • Respiro affannato
  • Sonnolenza
  • Pelle secca, visibile in particolar modo nei cani a pelo corto o nei cani in assenza di pelo e curabile con shampoo creati appositamente
  • Rigidità degli arti

Ricetta in grado di riscaldare il cane

Alimentazione cane d'inverno: cosa fare mangiare a Fido per farlo stare bene

Quando si parla di alimentazione cane d’inverno, risulta necessario capire se esistono ricette in grado di riscaldare il cane. Fortunatamente come nel caso degli umani, anche per i cani esistono alcune ricette in grado di scaldare il cane. Tra i cibi per riscaldare il cane è possibile fare riferimento al purè di patate; questo è ottimo per riscaldare Fido e inoltre le patate sono ricche di vitamina C, B6, ferro e magnesio, ottime per il fabbisogno giornaliero.

Per cucinare un ottimo purè è consigliabile eseguire questa ricetta:

  • Sbucciate e lavate le patate e lessatele in abbondante acqua calda
  • Appena le patate raggiungono la giusta consistenza, scolatele e lasciatele raffreddare
  • Una volta raffreddate, schiacciatele con lo schiaccia patate. Schiacciare le patate con questo specifico attrezzo culinario, permetterà di mantenere i giusti nutrienti della patata; cosa che non avviene se le schiacciate con il passa-pomodoro
  • Per fare il purè, aggiungete alle patate, un uovo, del latte e poco formaggio grattugiato. In questo modo esalterete il gusto e il sapore di questa pietanza, senza la preoccupazione di arrecare un danno al peloso
  • A piacere, potete aggiungere del prezzemolo fresco

È sconsigliato l’utilizzo di cipolla, sale e altre spezie che possono compromettere la salute del peloso. Inoltre è consigliabile somministrare le patate al cane qualora questo non fosse un cane diabetico; la glicemia alta nel cane è un allarme preoccupante perché questa patologia può compromettere lo stato di salute e la qualità di vita del peloso.

Come cucinare in sicurezza il purè di patate

Se avete deciso di cucinare questa ricetta al cane, come alimentazione cane d’inverno è necessario seguire i seguenti consigli; in questo modo si eviterà che il cane possa stare male per una cottura errata o per l’aggiunzione di sostanze che possono risultare dannose per il peloso.

  • Sbucciate e lavate le patate e lessatele in abbondante acqua calda
  • Appena le patate raggiungono la giusta consistenza, scolatele e lasciatele raffreddare
  • Una volta raffreddate, schiacciatele con lo schiaccia patate. Schiacciare le patate con questo specifico attrezzo culinario, permetterà di mantenere i giusti nutrienti della patata; cosa che non avviene se le schiacciate con il passa-pomodoro
  • Per fare il purè, aggiungete alle patate, un uovo, del latte e poco formaggio grattugiato. In questo modo esalterete il gusto e il sapore di questa pietanza, senza la preoccupazione di arrecare un danno al peloso
  • A piacere, potete aggiungere del prezzemolo fresco
    È consigliato inoltre:
  • Non aggiungere sale, aglio o cipolla, sia fresca che in polvere. Alla domanda se i cani possono mangiare l’aglio o se i cani possono mangiare le cipolle, la risposta per entrambe le domande è assolutamente negativa
  • Mettere il purè in abbinamento con altre pietanze come le polpette di pollo o polpette di vitello
  • Servire il purè freddo in un pasto fatto in casa e che sia un’ottima fonte di proteine

Come è fatto il pelo del cane?

Alimentazione cane d'inverno: cosa fare mangiare a Fido per farlo stare bene

Ovviamente specie diverse hanno caratteristiche diverse. Quando l’uomo percepisce il freddo, la percezione è differente dalla percezione al freddo di un cane. I cani infatti sono dotati di un pelo che è così suddiviso:

  • Il sottopelo, quello che non tocchiamo, che agisce da isolante e quindi riscalda di più il cane
  • Il pelo di protezione, che è quello che noi vediamo e accarezziamo e che è quello che effettivamente copre il sottopelo

Il pelo protegge dall’eventuale presenza lesioni cutanee e isola il cane dalle temperature mediamente elevate o da quelle basse. La muta dei cani avviene due volte durante il corso dell’anno: la prima in primavera e la seconda in autunno. Le mezze stagioni risultano essere i periodi strategici affinché possano prepararsi per le due stagioni dell’anno più cruciali: estate ed inverno.

È da precisare che anche se il sottopelo protegge il cane dal freddo, ciò non significa che possano sopportare bassissime temperature; semplicemente loro sentono meno freddo degli umani, ma ugualmente soffrono il freddo. Inoltre bisogna sottolineare che i cani senza pelo sono molto più sensibili agli sbalzi termici; per loro risulta necessario, non solo il cambiamento della dieta con l’inserimento di cibi più grassi, essere coperti il più possibile. Ciò significa che il cane deve essere mantenuto al caldo con il supporto di coperte o vestitini in grado di mantenerlo al caldo.

Come evitare che il cane senta freddo

Alimentazione cane d'inverno: cosa fare mangiare a Fido per farlo stare bene

La prevenzione è fondamentale soprattutto nei mesi invernali e nelle regioni particolarmente fredde. Oltre ad aver elencato i cibi per riscaldare il cane, è possibile prevenire la sensazione di freddo intenso, vestendo il cane con maglioncini e cappottini. In casa cercate di mettere una copertina nel luogo dove dorme il vostro cane in modo tale da permettergli di coprirsi anche se voi non siete presenti.

Con l’età che avanza, i cani percepiscono molto di più il freddo, quindi non allarmatevi se notate che l’inverno precedente sentiva meno freddo; questo è normale durante il processo di invecchiamento.
In definitiva quando si parla di alimentazione cane d’inverno bisogna sottolineare che sia i cibi che le buone abitudini possono permettere a Fido di vivere bene. Proteggere il cane dalle intemperie e dagli eccessi termici è di fondamentale importanza per fare vivere il cane bene.

Per qualsiasi altra informazione o dubbio su alimentazione cane d’inverno è necessario ricorrere al parere del veterinario; questi potrà essere più specifico, prendendo in considerazione una serie di fattori tipici del vostro peloso. La salute di Fido è importante e spetta ai padroni fare in modo che i propri cani possano vivere a lungo e con una qualità di vita alta.