Allevamento illegale di cuccioli di cane: è polemica e una famiglia finisce in manette

Questi piccoli cucciolotti erano finiti nelle mani di persone senza scrupoli, leggiamo insieme il perché

Ora, io non vorrei riprendere sempre argomenti davvero tosti come questo ma noi ci rendiamo davvero conto di cosa significa essere un piccolo cucciolotto? Perché io vedo e sento storie come questa e non capisco come è possibile al giorno d’oggi ancora approfittarsi dell’innocenza e di amici a quattro zampe di qualche settimana. Troppo piccoli e indifesi per capire cosa gli stia girando intorno.

Oggi vi parlerò di un allevamento illegale di cuccioli di cane: una polemica che dura ormai da giorni. Ma, se volessimo generalizzare, da anni. Perché quante volte avete sentito di persone che maltrattano dei dolci cani? Io, tantissime eppure siamo ancora qui a ricordare al mondo intero che sì, questo è un reato e sì, i nostri amici a quattro zampe ne soffrono.

LEGGI ANCHE: Pitbull salva un piccolo Chihuahua che stava annegando in piscina

Questa è solo l’ennesima dimostrazione di quanto sia ancora radicata e forte la sensazione di potere che alcune persone hanno nei confronti di pelosetti indifesi. Stavolta è accaduto tutto nel bergamasco dove le forze dell’ordine scoprirono un allevamento illegale di cuccioli di cane.

Pensate, li compravano dall’est europeo, non avevano né vaccinazioni, né antiparassitari, né vermifugo. Assolutamente nulla eppure venivano venduti alla modica cifra di 1.500 euro, fino a 4.500 euro. Questo vuole sottolineare come chiunque di noi possa essere aggirato facilmente da persone come queste, ora fortunatamente in manette.

Dobbiamo sempre informarci su quale sia l’organizzazione alla quale ci affidiamo per adottare un cane e se necessita di pedigree, accertarci anche su quello. Farsi domande e fare domande può aiutare a capire se stiamo finendo nel bel mezzo di una truffa, ve lo assicuro.

Questi lestofanti vendevano i piccoli cagnolini come di razza a persone completamente ignare. Nonostante la truffa volevano a tutti i costi continuare il loro traffico di creature innocenti. Con frasi come questa «Il cane deve essere messo in braccio al bambino così si affeziona e lo compra di sicuro». Rintracciata e riportata dagli inquirenti.

Ancora una volta a sottolineare quanto siano ciniche alcune persone, le quali non si fermano neanche di fronte ad un paio di occhi dolci ed indifesi come questi!

LEGGI ANCHE: Il sogno di Anna, piccola paziente oncologica, si è avverato: voleva essere una volontaria per un giorno

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati