Cancro canino: i segnali da non ignorare

Se pensate che il vostro peloso possa avere un cancro canino, segnali di allarme devono essere percepiti immediatamente dal padrone

cane che riposa

Quando si ha un cane si ha sempre la preoccupazione che possa stare male o che possa contrarre malattie particolarmente complicate e difficili da trattare. Il problema viene triplicato qualora si dovesse parlare di cancro. Come riconoscere un cancro nel cane quali sono le caratteristiche del cancro canino, segnali e modo di diagnosticare questa preoccupante malattia.

Cancro canino: i segnali da non ignorare

Il cane non sta bene

Inevitabilmente con l’età il corpo invecchia inesorabilmente e il sistema immunitario diventa più debole a tal punto che risulta davvero complicato al corpo riuscire a combattere determinate malattie.

Cancro canino: i segnali da non ignorare

In caso di cancro canino, i segnali possono essere di fondamentale importanza e comprenderli in tempo, potrebbe fare la differenza tra la vita e la morte. La vita del vostro cane dipende esclusivamente da come viene cresciuto e da come si interviene, nel caso in cui dovesse sorgere una delle malattie dei cani più insidiose.

Segnali

In caso di cancro canino, segnali a cui bisogna prestare particolare attenzione, sono i seguenti:

  • Gonfiore del tessuto
  • Sanguinamento anomalo
  • Letargia
  • Zoppia
  • Ferite che non si rimarginano
  • Inappetenza
  • Perdita di peso
  • Respirazione difficile
  • Difficoltà ad andare in bagno

Cancro canino: i segnali da non ignorareQuesti sono tutti i campanelli d’allarme che denotano uno stato di malessere del vostro cane e nello specifico denotano la presenza di un cancro canino, segnali quindi da non sottovalutare per cercare di prendere in tempo la malattia e trovare una soluzione in maniera rapida.

Gonfiore non è sempre cancro

Se doveste notare un gonfiore nel corpo del vostro amato peloso, è normale riuscire a pensare come prima cosa, che possa essere un cancro. In realtà quando i cani iniziano ad invecchiare, non è raro notare in loro dei rigonfiamenti causati da depositi di grasso o gonfiori di tipo benigno.

Tuttavia non bisogna comunque abbassare la guardia, questo perché è possibile che il gonfiore sia causato da una massa maligna che potrebbe significare l’insorgenza di un tumore alla pelle o di un tumore alle mammelle.

Cancro canino: i segnali da non ignorare

Inoltre i linfonodi ingrossati possono essere il segnale d’allarme della presenza della leucemia o di un tumore secondario, ovvero di una metastasi. Riuscire quindi a saper riconoscere i vari gonfiori, è davvero importante; tuttavia non è mai sconsigliato ricorrere alla visita di un veterinario che potrà dirvi con certezza di cosa si tratta.

Ferite che non si rimarginano

Le ferite che non guariscono possono essere il segnale della presenza di un cancro canino. Segnali e campanelli d’allarme sono fondamentali per cercare di prendere tempestivamente il problema; se quindi il vostro amato peloso dovesse avere una ferita che dopo giorni non accenna a guarire, è di estrema importanza che venga visitato dal veterinario.

Cancro canino: i segnali da non ignorare

Questi cercherà di capire la radice del problema e trovare di conseguenza una rapida risoluzione. Inoltre le lesioni irritate e arrossate possono essere il segnale di un tumore mastocitoma del cane, tra l’altro uno dei cancri più comuni della pelle dei cani.

Forme cancerogene più comuni

Secondo alcuni studi, le forme di cancro più comuni nei cani sono le seguenti:

  • Linfoma
  • Tumore alle ossa
  • Tumore al cervello
  • Cancro vescicale
  • Cancro alla bocca e al naso
  • Cancro ai testicoli
  • Cancro alle mammelle
  • Cancro della pelle

Alcuni di questi tumori, se presi tempestivamente, possono essere curabili senza troppe difficoltà; tuttavia altre forme tumorali possono condurre inevitabilmente alla morte. Fortunatamente la medicina veterinaria ha fatto dei passi molto in avanti per il trattamento del cancro. È possibile infatti riuscire a trattare il problema sia chirurgicamente che attraverso la chemioterapia e la radioterapia; tuttavia è bene sempre precisare che sono trattamenti non solo invasivi, ma che possono essere messi in pratica soltanto con una diagnosi veloce.

Cancro canino: i segnali da non ignorare

La prevenzione inoltre risulta fondamentale e quindi potete chiedere al vostro veterinario di visitare il vostro cane in maniera precauzionale; questi vi darà inoltre dei suggerimenti che vi potranno aiutare a controllare lo stato di salute del vostro amato peloso.