Candidosi nel cane: cause, sintomi e cure

Come riconoscere e trattare efficacemente la candidosi nel cane; come si manifesta tale infezione e cosa è necessario fare al riguardo

Quando si decide di prendere un cane, è importante che si comprenda che anche i pelosi possono stare male; come riconoscere e trattare efficacemente, nello specifico, una candidosi nel cane.

Sfortunatamente molte patologie possono essere parecchio fastidiose e perfino invalidanti e riuscire ad aiutare Fido a stare meglio, è vostra responsabilità.

cane coricato

Cos’è la candidosi?

Quando si parla di candidosi nel cane, si intende la presenza di un tipo di fungo, che ha la capacità di digerire lo zucchero che si forma nella bocca, nel naso, nelle orecchie, nel tratto gastrointestinale e nei genitali del cane. Questo fungo è considerato “opportunistico” perché tende ad insinuarsi e a danneggiare i tessuti dei pelosi che sono immunodepressi.

cane bianco

Questa condizione si verifica quando è presente una crescita esponenziale della candida nel corpo del peloso. Tutti i pelosi, di qualsiasi età e sesso possono essere interessati da questo disturbo, che può perfino colpire sfortunatamente tutto il corpo.

Cause e sintomi

Le cause della candidosi nel cane possono essere parecchie e, spesso, è possibile riscontrare la presenza di questo fastidio in alcuni casi particolari, quali:

  • Cani che manifestano lesioni o ustioni alla pelle o che hanno i tessuti della pelle infiammati
  • Neutropenia, ovvero un’infezione virale, come la parvovirosi del cane
  • Diabete
  • Ritenzione urinaria
  • Cane con catetere perenne

Queste sono tutte condizioni più o meno difficili da trattare; tuttavia risulta fondamentale l’intervento del veterinario, che deciderà la terapia più idonea, da fare eseguire al vostro peloso.

cane dal vet

Per quanto riguarda invece la sintomatologia, questi si manifestano nella parta interessata dalla candidosi. Nel caso di infezione all’orecchio, sarà possibile notare che il cane tende a scuotere la testa costantemente; se l’infezione dovesse interessare la cavità orale, è possibile notare un’abbondante salivazione.

Se invece la candidosi nel cane dovesse interessare la vescica, sarà possibile constatare la presenza della cistite. È possibile inoltre che si manifestino sintomi quali: febbre, irritazione cutanea, piaghe, ulcere e bruciore, durante la minzione.

Diagnosi e trattamento

Per diagnosticare la candidosi nel cane, sarà necessario effettuare una biopsia per confermare o meno la presenza dell’infezione e verrà effettuato anche l’esame delle urine e un emocromo completo.

cane marrone

Per quanto riguarda il trattamento, sarà necessario migliorare e rafforzare il sistema immunitario. Nel caso in cui il vostro cane dovesse essere diabetico, sarà necessario un rinforzo terapeutico.

Il trattamento normalmente dura qualche settimana, almeno quattro e sarà necessario pulire più volte al giorno, le aree infette. Dopo già la prima settimana sarà possibile notare un miglioramento dei sintomi, ma il trattamento deve essere completato, per fare in modo che l’infezione e la sintomatologia possano cessare.

Conclusione

In definitiva, ecco cos’è e come riconoscere e trattare una candidosi nel cane; purtroppo non esiste alcuna prevenzione per questo fastidio, ma fortunatamente è una condizione risolvibile, dopo qualche settimana.

Per qualsiasi altra informazione o dubbio in merito, sarà necessario parlare con il vostro veterinario, che prendendo in considerazione lo stato clinico del vostro peloso, potrà essere decisamente più specifico. La salute del vostro peloso dipende anche dalle attenzioni che gli riservate e dalla tempestività di reazione ai problemi.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati