Il cane insegue il gatto? Ecco come farlo smettere

Il cane insegue il gatto per tanti motivi, per noia o per l'istinto di caccia ma c'è un metodo infallibile per farlo smettere. Vediamo quale

Quando si pensa ad un cane e un gatto insieme, la prima immagine che viene in mente è un cane che insegue il gatto. Questa scena è protagonista anche di molti cartoni animati per bambini. Si basa sull’idea diffusa che cane e gatto non vanno d’accordo tra di loro e quindi l’uno cerca di cacciare l’altro. In realtà questi due animali possono diventare grandi amici e convivere in maniera pacifica, addirittura giocando e divertendosi insieme.

L’istinto li porta a comportarsi in maniera diffidente e a difendersi l’uno dall’alto, ognuno a modo suo. Se il cane insegue il gatto non preoccupatevi perché con  un semplice esercizio potete correggere questo comportamento. Naturalmente ci vogliono pazienza e tempo a disposizione perché ogni animale apprende in maniera diversa dall’altro ma siamo sicuri che con i nostri consigli riuscirete ad ottenere il risultato che cercate e avere due animali che vivono pacificamente l’uno alla presenza dell’altro.

Perché il cane insegue il gatto

Vedere che il cane insegue il gatto è un’immagine molto comune. Capita spesso infatti che il vostro cane si scagli contro il primo felino che incontra, anche se si tratta di un nuovo amico a quattro zampe che avete deciso di adottare in casa vostra.

La prima cosa da fare è capire perché il cane insegue il gatto. La motivazione più semplice e immediata è che il cane è un animale predatore, in lui infatti è innato l’istinto della caccia. Il cane è portato ad inseguire oggetti o animali che si muovono attorno a lui perché potrebbero essere facili prede da mangiare. Naturalmente i cani domestici non hanno bisogno di cacciare per vivere, sono spesso trattati nel migliore dei modi e certamente il buon cibo non li manca.

Come abbiamo detto, però, quello della caccia è un istinto che i cani hanno innato, fa parte della loro natura e lo hanno ereditato da altri canidi più selvaggi. Anche se non hanno bisogno di cacciare per sopravvivere, inseguire altri animali, come i gatti, per loro è naturale. I cani sono anche animali territoriali per cui potrebbero inseguire i gatti per allontanarli dal loro ambiente, se li vedono come degli intrusi e quindi come un pericolo.

Il rischio che consegue a questo comportamento è che il cane cominci a tirare il guinzaglio se, mentre siete in giro per una passeggiata, vede passare un gatto e vuole inseguirlo. Tuttavia ci sono anche dei modi per insegnare al cane a stare lontano dai gatti oppure insegnare al cane ad accettare un gatto ed è proprio su questo che dobbiamo puntare per risolvere il problema del cane che insegue il gatto.

Insegnare al cane l’obbedienza con i comandi di base

La prima cosa da fare se il cane insegue il gatto e volete risolvere questo problema è insegnare al cane ad essere obbediente e per farlo dovete usare i comandi di base.

L’addestramento di un cane è un processo lento e cambia da animale ad animale, perché ognuno di loro ha una personalità diversa, quindi è difficile dire con esattezza quanto tempo serve per addestrare un cane. Tuttavia, se vi armate di pazienza e tempo riuscirete a raggiungere il vostro obiettivo, anche con l’aiuto di addestratori o di tecniche adatte come il rinforzo positivo.

Per fare in modo che il cane smetta di inseguire il gatto c’è un metodo semplice ed efficace, ma prima dovete insegnare al vostro amico a quattro zampe i comandi di base. Dovete dare in modo che il cane risponda in modo corretto a comandi come “Fermo”, “Basta”, “Lascia”, “No”, “Seduto”.

Quando volete insegnare i comandi base al vostro cane, dovete innanzitutto scegliere parole brevi e semplici da associare in maniera univoca ad un gesto. Non potete usare quindi la stessa parola per comandi diversi o il cane andrà in confusione e non saprà cosa fare quando sente quel comando.

È fondamentale che il cane riceva un’educazione di questo tipo quando è ancora un cucciolo, ma anche da adulto può essere in grado di imparare, forse con del tempo in più ma non è impossibile. Molto dipende anche dal carattere del cane e dalla razza. Abbiamo detto che il cane insegue il gatto anche per soddisfare il suo istinto di caccia e ci sono razze più adatte a questa attività, per le quali sarà più difficile tenere a bada un comportamento del genere.

Ricordate che è importante lodare il cane quando risponde correttamente al vostro comando e fa quello che gli avete chiesto. Il rinforzo positivo è proprio questo e serve proprio a fare in modo che il cane associ quel gesto a qualcosa di positivo come un complimento, una coccola o un premi in cibo. In questo modo sarà portato a ripetere il comportamento corretto.

Fai abituare il cane ai gatti

Spesso il cane insegue il gatto perché non è abituato alla sua presenza. Lo vede infatti come una preda da cacciare oppure come un intruso che cerca di invadere il suo territorio. Questa situazione, come abbiamo già detto, può essere pericolosa che siete in giro per un passeggiata e il vostro pelosetto vede un felino, oppure ancora potrebbe crearvi problemi di convivenza nel caso in cui decideste di adottare anche un micio nella vostra famiglia.

Per far abituare il cane ai gatti cominciate gradualmente, come in ogni addestramento. Fate fare una lunga passeggiata al vostro amico a quattro zampe in modo che sia stanco e abbia meno voglia di correre e rincorrere.

Portate poi il cane in una stanza in cui c’è il gatto  ma a distanza e inizialmente tenete il cane al guinzaglio. È anche importante che il gatto abbia una possibile via di fuga in caso si senta minacciato. Lentamente fate in modo che si conoscano, prima con degli odori e poi fisicamente. Potreste prima far stare il cane in quella stanza con degli oggetti che hanno l’odore del gatto e solo in un secondo momento far entrare il piccolo felino fisicamente. Lasciate loro il tempo di entrare in sintonia, ma sempre sotto il vostro controllo per rispondere prontamente a gesti inaspettati.

Insegnare al cane a non inseguire il gatto

Se il cane insegue il gatto e volete che smetta con questo suo comportamento, ecco un esercizio che potete fare. Tenete presente che il cane è attirato dagli scatti improvvisi del gatto più che dal felino in sé e quindi lo rincorre. Ecco perché la cosa veramente importante è far abituare il cane a questi movimenti improvvisi.

Scegliete una stanza o un posto in cui il cane non abbia distrazioni. Fatelo sedere di fronte a voi (ecco perché vi servono i comandi di base). Dopo qualche secondo, fate un passo indietro all’improvviso. Il cane a questo punto sarà istintivamente portato ad alzarsi di scatto. Dovete fermarlo con un deciso “No” e farlo sedere nuovamente.

Ripetete l’operazione finché il cane rimarrà fermo al vostro scatto indietro. Dovete avere molta pazienza e vi servirà del tempo. Ripetete questo esercizio ogni giorni per sessioni brevi ma frequenti. Appena il cane vi ubbidirà e starà fermo, allora premiatelo per fargli capire di aver fatto la cosa giusta.

Una volta che avete educato il cane ai movimenti improvvisi, potete gradualmente far entrare il gatto nella stanza. Inizialmente sempre distanti. Poi ripetete l’esperimento mettendo il gatto al vostro posto, ma assicuratevi che il cane risponda ai vostri comandi in caso tenti di inseguire il micio.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati