Come insegnare al cane a stare lontano dai gatti

A volte il cane insegue i gatti ma possono essere anche grandi amici. Vediamo come insegnare al cane a stare lontano dai gatti con qualche consiglio

Cane e gatto hanno spesso un rapporto difficile. Inizialmente possono sembrare nemici ed è proprio da questo che è nato il detto “litigare come cane e gatto”, ma Micio e Fido sanno anche andare d’accordo. Ci vuole del tempo e tanta pazienza da parte vostra, ma sicuramente riuscirete a creare una buona relazione tra i vostri amici a quattro zampe.

Ci sono dei casi in cui il cane, per gelosia o perché si sente minacciato da una uova presenza in casa, tenta continuamente di dare fastidio al gatto. Con un buon addestramento però si può insegnare al cane a stare lontano dai gatti. Con il tempo entrambi saranno capaci di apprezzare la convivenza. Vediamo insieme in questo articolo come fare.

Cane e gatto, il rapporto tra due personalità diverse

Il cane e il gatto, nonostante siano degli animali domestici, hanno due caratteri molto diversi. Non è facile infatti che riescano subito a fare amicizia tra di loro. Ma tranquilli perché non è impossibile, ci sono infatti cani e gatti che hanno un ottimo rapporto.

Se pensate di prendere in casa sia un cane che un gatto ma non lo avete ancora fatto, provate a cercarne due che possono avere una personalità compatibile. Non è una cosa semplice, soprattutto se sono ancora dei cuccioli, ma i tutor e gli educatori sapranno cogliere dei segnali indicativi di alcuni aspetti del loro carattere. In questo modo sarà più facile trovare due animali compatibili tra di loro.

Ci sono per esempio dei cani con uno spiccato senso della caccia. In questo caso probabilmente è meglio evitare di farlo vivere con un gatto, perché potrebbe cominciare a rincorrerlo spesso e metterlo in un angolo. Quello che si “comporta male”, però, non è sempre il cane. Ci sono anche dei gatti molto dispettosi che si divertono ad infastidire i cani con sibili continui, con graffi o con colpi di zampa.

Al contrario, invece, un gatto giovane, energico e giocoso può benissimo andare d’accordo con un cane che ha le stesse caratteristiche. Allo stesso modo, un gatto anziano e rilassato può andare d’accordo con un cane tranquillo e anche lui in età avanzata. In ogni caso non cercate di forzare la personalità dei vostri amici a quattro zampe. Saranno loro ad “incontrarsi” se e quando lo riterranno opportuno.

Allontanare il cane dal gatto con i comandi di base

Limitare un atteggiamento predatorio del vostro cane nei confronti del gatto è possibile utilizzando i comandi di base. Se si vuole educare un cane a comportamenti corretti, è fondamentale che conosca il significato di alcuni fondamentali comandi, ai quali deve obbedire. Meglio ancora se questo avviene quando è ancora un cucciolo.

Il vostro cane potrebbe rincorrere il gatto o mangiare il suo cibo, oppure ancora fissarlo in maniera ossessiva. Potrebbe anche ringhiare e abbaiare in sua direzione, fino ad arrivare ad inseguimenti molto turbolenti. Tutto questo è motivo di stress per il gatto. Evitare che in cane diventi aggressivo nei confronti del gatto è possibile.

I comandi di base più importanti per il cane includono concetti come “fermo”, “basta”, “no”, “lascia”, “seduto”, “vieni”. Se il vostro amico a quattro zampe si dimostra restio ad obbedire, dovete insegnarli nuovamente questi comandi. Vi sarà molto utile per tenere il cane lontano dai gatti. Provate ad addestrarlo a questi comandi in presenza del gatto, tenendolo al guinzaglio per poterlo riportare all’ordine se necessario.

Se non ci riuscite da soli, potete avvalervi della professionalità di un addestratore o di un comportamentista. Un esperto sarà sicuramente in grado di aiutarvi ad insegnare al cane a stare lontano dai gatti.

Cercate di mantenere l’attenzione del cane su di voi in presenza del gatto. Distraetelo con giochi o con bocconcini del suo cibo preferito. Se il cane si lancia verso il gatto o presta attenzione al gatto, dite con fermezza “no” e mettetevi tra il gatto e il cane per riacquistare la sua attenzione.

Reindirizza il comportamento

Educare un cane a comportamenti corretti è sicuramente possibile, ma per ottenere risultati migliori dovete cominciare l’addestramento sin da quando sono cuccioli. Se nel vostro cane prevale l’istinto predatorio e comincia ad inseguire il gatto per cacciarlo, difficilmente riuscirete a correggere questo comportamento con un cane adulto. Tuttavia non è impossibile, ma ricordate che vi servono molta pazienza e naturalmente del tempo.

Se il vostro cane si lancia contro il gatto, ditegli “no” in maniera decisa e provate a metterlo in una stanza a parte per qualche minuto. Se invece Fido fissa il gatto come se fosse sul punto di attaccarlo, cercate di distrarlo, di attirare la sua attenzione. Comandategli di lasciare il micio o di venire verso di voi. Se si gira e vi obbedisce distogliendo lo sguardo dal gatto, allora premiate il suo comportamento con del cibo.

Può capitare invece che il cane si mostri calmo nei confronti del gatto sin da subito, premiate anche questo comportamento. In questo modo se in futuro il suo istinto di animale predatore cerca di prendere il sopravvento, potrebbe ricordare che viene ricompensato se sta calmo in presenza del gatto.

In casi estremi, tenete il cane al guinzaglio per evitare che si scagli contro il gatto. Con il tempo, se vedete che risponde bene, allora allungate sempre di più il guinzaglio. Per evitare che il gatto si stressi, fate in modo che abbia sempre una via di fuga.

Alcuni addestratori suggeriscono di provare una versione leggermente diversa, che consiste nel premiare il cane quando è vicino al gatto. In questo modo creerebbe un’associazione positiva con la presenza del felino e potrebbe evitare di dargli fastidio.

Mantenere cane e gatto occupati e poi presentarli di nuovo

Cane e gatto potrebbero essere inclini a darsi fastidio l’un l’altro quando hanno troppe energie. Non fraintendete, è un bene che siano giovani e pieni di vita, però a volte riuscire a farli stare tranquilli diventa difficile.

In questi casi basterà impegnarli in modo che si stanchino. Portate il vostro cane a fare una lunga passeggiata, lasciate dei giochi per gatti in giro per la casa. Fate quindi in modo che utilizzino le loro energie con l’attività fisica in modo che quando si incontrano sono tranquilli.

A questo punto potete provare a presentarli di nuovo. Insegnare al cane a stare lontano dai gatti è un processo lento e graduale. Quando cane e gatto sono sereni, riabituateli al reciproco odore pur mantenendoli in stanze diverse. Poi fate in modo che si vedano ma non si tocchino, in modo che associno l’odore l’uno all’altro.

Soltanto se questi primi passi vanno a buon fine, potete fare in modo che si incontrino nuovamente nella stessa stanza. Inizialmente tenete il cane al guinzaglio o il gatto nel trasportino. Quando lasciate il gatto libero, fate in modo che abbia una via di fuga. Se il cane è tranquillo in presenza del gatto, potete cominciare a togliere il guinzaglio.

Un cane a cui piace inseguire i gatti potrebbe imparare ad andare d’accordo con un gatto in particolare, ma altri gatti potrebbero “innescare” il suo istinto. A volte, le personalità di due animali domestici non si intrecciano mai. Ma spesso, con un paziente addestramento e reintroduzione, il vostro cane e il vostro gatto impareranno a essere amici.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati