I cani possono mangiare gli edamame?

La salute del nostro amico a quattro zampe è una priorità e passa dall’alimentazione. In quest’ottica i cani possono mangiare gli edamame?

Dei fagioli di soia che vengono usati nella cucina giapponese, cinese e coreana, sono vegetali ricchi di tante proprietà. Contrariamente a quanto si possa immaginare, sono una risorsa anche per il nostro adorato Fido.

Come sempre in questi casi, però, la salute intestinale del nostro amico a quattro zampe, non dipende solo dagli ingredienti inseriti nella dieta, ma anche dalle dosi utilizzate e dalle associazioni fatte.

I cani possono mangiare gli edamame, ma chiediamo il consiglio del veterinario di fiducia – che conosce anche eventuali pregressi clinici e caratteristiche di razza – per comprendere se possono far parte della sua alimentazione e in che termini.

Questione di quantità

edamame per cani

I cani possono mangiare gli edamame, possiamo starne certi. Questo non vale solo se è lo specialista a sollevare delle obiezioni collegate alle condizioni di salute specifiche della nostra piccola palla di pelo. A fare la differenza e a evitare un fastidioso mal di stomaco sono le quantità. Anche in questo caso, devono essere concordate con il nutrizionista.

Questa verdura così buona e salutare può, e deve, far parte del fabbisogno di Fido con moderazione. A renderla una risorsa sono i livelli di colesterolo cattivo (l’LDL) nel sangue che si riducono. Su base giornaliera, questo avviene di quasi il 13%. Detto questo, però, teniamo sempre a mente che non si deve mai esagerare con le quantità.

Cosa sono gli edamame

cane che mangia gli edamame

Gli edamame non sono altro che giovani semi di soia. Li si trova nei baccelli, ma la maggior parte dei consumatori sceglie di ‘sgusciarli’ per fare scivolare i fagioli in bocca. Di norma vengono cucinati al vapore oppure bolliti e rappresentano delle ottime fonti di proteine e fibre. Ideali da aggiungere ai minestroni e nelle insalate.

Non si tratta di una risorsa solo per noi bipedi, ma anche per i nostri amici a quattro zampe rappresentano una fonte di benessere. L’unico aspetto di cui bisogna tenere conto, quantità a parte, riguarda eventuali allergie o intolleranze.

Di norma, quindi, se si tratta di un ingrediente mai provato prima, è bene fare una prova allergica con una piccolissima quantità. Se non notiamo nulla di anomalo, possiamo procedere con le dosi consigliate dal veterinario di fiducia. Infatti, prima di cambiare la dieta di Fido, o modificarla, è sempre opportuno chiedere il suo parere.

Fagioli in scatola al cane

cane a pelo lungo

I cani possono mangiare gli edamame, sono tra le verdure più salutari che possiamo somministrare alla nostra piccola palla di pelo. Anche per loro sono una notevole fonte di fibre e proteine, sono ipocalorici e altamente digeribili. Tutto questo a patto che non si esageri con le quantità, altrimenti si rischiano effetti collaterali quali episodi di vomito e diarrea nel cane.

Inoltre, grassi polinsaturi aiutano a mantenere in salute la pelle e il pelo del nostro amico a quattro zampe. Insieme agli antiossidanti Omega 3, possono ridurre l’eventualità che si ammali di diabete. Insomma, trovare dei difetti è difficile, ma non traiamo conclusioni affrettate.

Alimenti tossici per i cani

cane che riceve le coccole

Certamente non si trovano nell’elenco dei cibi proibiti per i cani, anzi possiamo trovare diversi modi per cucinarli e renderli particolarmente appetibili per il nostro amato Fido. Fondamentale è ricordare che non vanno aggiunte spezie di nessun tipo. Niente sale, pepe, peperoncino o altri condimenti.

Meglio cuocerli al vapore, evitiamo le fritture. In questo modo eviteremo di dover fare i conti con l’avvelenamento del cane. Il fritto, per esempio, può essere molto dannoso per il pancreas mentre il sale è altamente tossico per il tratto gastrointestinale di Bau. Evitiamo anche la cottura al forno: l’olio ed eventuali conservanti possono portare all’ostruzione delle arterie e rendere troppo grassa la pappa del nostro amico a quattro zampe.

I baccelli di edamame, quelli che noi di norma scartiamo, inoltre piacciono particolarmente ai nostri pelosi. Dobbiamo però fare attenzione, perché la loro ingestione potrebbe essere causa di soffocamento. Meglio, invece, sapere quali verdure possono mangiare i cani e come è meglio prepararle. Il veterinario, infatti, consiglia sempre di isolare i fagioli e buttare tutto il resto. Insomma, un po’ come facciamo già per le nostre pietanze che contengono gli edamame.

I cani possono mangiare le lenticchie

cane che mangia seduto a tavola

Come già accennato, fondamentale è non esagerare con le quantità. Il nostro amico a quattro zampe, infatti, non è in grado di autogestirsi. Di fronte a una ciotola piena, Bau non si ferma: è in grado di mangiare tutto quanto e poi stare malissimo. Ecco allora che dobbiamo essere noi a dargli un freno e a proteggerlo dalla sua incoscienza.

Di norma si consiglia solo l’integrazione di tre o quattro fagioli al giorno. Non affidiamoci al fai da te o al sentito dire, però, e chiediamo il parere degli esperti in alimentazione canina. Da tenere a mente è anche la stazza del nostro amico a quattro zampe. Le dimensioni incidono sulle dosi della pappa.

Anche lo stato di salute generale, l’età e lo stile di vita possono avere un peso che è bene tenere in considerazione. Possiamo valutare anche di usarli solo come snack premio per quando siamo particolarmente fieri del suo comportamento.

I cani possono mangiare i fagiolini

cane che mangia uno snack

I cani possono mangiare gli edamame, ma dobbiamo anche prendere in considerazione anche gli eventuali effetti collaterali che possono colpire la nostra piccola palla di pelo. Tra i sintomi più frequenti troviamo sicuramente il gonfiore. Infatti, come succede anche a noi esseri umani, mangiare troppi fagioli porta a gas gastrointestinali e addome gonfio.

Inoltre, il meteorismo porta a delle conseguenze che potrebbero mettere a dura prova il nostro naso. In questo caso, per quanto la fuga sia la più ovvia e spontanea, cerchiamo di non lasciare solo il nostro amico a quattro zampe in difficoltà. Inoltre, l’eccesso di fibre può portare a effetti collaterali come il vomito e la diarrea. Questo, ovviamente, porta a una modifica momentanea della dieta. Anche in questo caso, non improvvisiamo e chiediamo il parere del veterinario.

In conclusione, visto che i cani possono mangiare gli edamame, non ci resta che pensare a delle ricette dog friendly per il nostro amico a quattro zampe. La ricchezza dei suoi benefici non può essere ignorata, ma non dobbiamo lasciare che si ritorca contro di noi e la salute di Fido. Se siamo indecisi su come cucinarli, meglio optare per una soluzione cruda.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati