I cani possono mangiare il ginseng?

I cani possono mangiare il ginseng, ma con moderazione. Esiste una serie di effetti collaterali in caso di indigestione che è bene conoscere. Ecco quali

Si tratta di una radice con molti benefici, e molto in voga soprattutto negli ultimi anni. Ma i cani possono mangiare il ginseng nelle stesse quantità in cui lo fa l’essere umano? Meglio di no.

cane mangia radice

Deve essere il veterinario, che conosce pregressi clinici e caratteristiche di razza, a dirci quali sono le dosi consentite per il nostro amico a quattro zampe.

I benefici del ginseng

Sebbene non raccomandiamo di somministrare il ginseng a Fido a ogni pasto, sono state fatte molte ricerche a supporto di una serie di benefici per la sua salute. Aiuta a combattere:

  • L’insufficienza cardiaca congestizia;
  • Il diabete;
  • L’epatite;
  • La disfunzione cognitiva.

A tal proposito potrebbe essere utile saperne di più sulle malattie cardiache nei cani. Bisogna tenere conto del fatto, però, che ci sono anche alcuni effetti collaterali che possono portare a conseguenze gravi se il nostro amico a quattro zampe già presenta determinate patologie. Per esempio, il ginseng riduce la coagulazione sanguigna.

Cos’è e come può aiutare Fido

ginseng per cane

Il ginseng è una radice di colore chiaro che si pensa dia una serie di benefici se integrata alla dieta. Anche se non può sostituire i farmaci tradizionali, alcuni studi scientifici dimostrano le sue proprietà benefiche.

Può essere un valido alleato per gli amici a quattro zampe che hanno problemi di ipotiroidismo, dimagrimento improvviso o sovrappeso, stipsi, perdita del pelo.
Inoltre può aiutare nel caso di ansia o stress nel cane, se è affaticato o deve riprendersi da un intervento o un periodo di malattia. Regola i livelli dello zucchero e del colesterolo nel sangue.

Quando potrebbe essere la soluzione

Più conosciamo Fido e il suo linguaggio del corpo, più siamo in grado di interpretare i suoi bisogni. I cani possono mangiare il ginseng se notiamo:

  • Affaticamento;
  • Debolezza;
  • Coda bassa;
  • Mancanza di concentrazione.

In questi casi chiediamo sempre il parere del veterinario, non affidiamoci a fonti poco chiare e non attendibili.

Cenni storici

ginseng pianta per cani

Questa erba viene utilizzata come rimedio contro diversi problemi di salute da secoli. Si diceva che Panax Ginseng l’avesse trovata 5 mila anni fa nelle montagne della Manciuria, in Cina. Inizialmente veniva integrata nei pasti, successivamente si è pensato a una soluzione per inserirla nelle bevande per conferire forza ed energia a chi ne avesse bisogno.

Nel 1900, la domanda di ginseng superò l’offerta e la coltivazione asiatica non fu più sostenibile. In Nord America, il commercio subì dozzine di alti e bassi dal 1880 al 1960, segnati da periodi di forte domanda e scarsa offerta. Ora, tuttavia, la domanda cresce costantemente ogni anno e le persone continuano a usare questa radice per mantenersi in salute e aiutare il proprio sistema immunitario.

Un valido rimedio per i cani anziani

Con l’avanzare dell’età, la capacità di Fido di assorbire i nutrienti può ridursi sensibilmente. Ciò si traduce spesso in debolezza e apatia. Ecco che entra in gioco il ginseng. Contiene potenti componenti antiossidanti che agiscono contro stress, affaticamento e malattie.

Ha anche funzioni antinfiammatorie che aiutano a regolare i livelli di zucchero nel sangue. Alcuni amici a quattro zampe possono essere incredibilmente schizzinosi quando si tratta di ingerire alimenti nuovi e dal sapore mai provato prima, qualche trucchetto può aiutarci a facilitare la somministrazione.

Modalità di somministrazione

cane che guarda

Che si scelga di tritarlo, di usare le capsule disponibili in commercio o di aggiungerlo all’acqua, un buon metodo per incoraggiare Fido a mangiare qualcosa che non è di suo gradimento è quello del rinforzo positivo. Ogni volta che lo assume, infatti, facciamogli sapere che siamo fieri di lui: diamogli un premio goloso, una leccornia che gli piace particolarmente. Se comprende il meccanismo, le volte successive mangerà il ginseng senza fare storie. Se optiamo per le capsule, invece, potrebbe tornare utile sapere come dare una pillola al cane.

Raccomandiamo però di lasciare perdere con il fai da te. I cani possono mangiare il ginseng solo previa consultazione veterinaria. Se lo specialista non riscontra nessun rischio di effetti collaterali, procediamo seguendo la sua prescrizione. In ogni caso, soprattutto i primi tempi, monitoriamo le reazioni del nostro amico a quattro zampe. Se notiamo qualcosa di strano, interrompiamo subito la somministrazione e parliamo di nuovo con il veterinario.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati