I cani possono mangiare le sardine o fanno male?

La salute di Fido è prioritaria e passa dalla sua dieta che deve essere sana e bilanciata. In tal senso è bene sapere se i cani possono mangiare le sardine

Sono tanti gli alimenti previsti dalla dieta mediterranea, quello che mangiamo noi bipedi però non è detto vada bene per il nostro amico a quattro zampe.

Per stabilire la formula migliore per lui non affidiamoci al fai da te o al sentito dire, ma chiediamo il parere del veterinario di fiducia che conosce anche eventuali pregressi clinici e caratteristiche di razza che possono incidere

I cani possono mangiare le sardine? In assoluto non c’è nulla che lo vieti, l’importante però è la modalità di cottura e l’indispensabile eliminazione delle spine.

La dieta giusta per Fido

sardine per cani

I cani possono mangiare le sardine? Decenni di convivenza a stretto contatto con Fido ci ha permesso di conoscerlo sempre di più. Indipendentemente dal suo grado di addomesticamento e dallo stile di vita che conduce, rimane un animale prevalentemente carnivoro e quindi deve assumere soprattutto proteine di origini animale.

Resta comunque il fatto che qualche elemento di novità di tanto in tanto, sicuro e concordato con il nutrizionista ci vuole, altrimenti rischiamo di farlo annoiare e di provocare una sorta di inappetenza selettiva, se così vogliamo chiamarla.

Qualsiasi sia la nostra scelta innovativa non deve danneggiare la salute del peloso. Qualsiasi ingrediente nuovo deve essere riferito al veterinario di fiducia. Inoltre, facciamo una prova allergica e, se non succede nulla di anomalo, proseguiamo con le dosi consigliate dallo specialista.

Sardine sì o sardine no?

cane con ciotola in bocca

Si tratta di pesci piccoli e grassi, che però contengono elevate quantità di vitamine, minerali e altri nutrienti. Questo le rende perfette per l’alimentazione umana, ma possiamo dire lo stesso quando si tratta della pappa di Fido?
La risposta è: dipende! Da come vengono cucinate e condite. Tra i cibi proibiti per i cani, infatti, ci sono il sale, lo zucchero e tutti i tipi di spezie. Inoltre, la frittura e l’olio non fanno certo bene. La cottura ideale è quella al vapore e lasciando il sapore naturale degli alimenti.

In questo modo, senza esagerare con le quantità possiamo inserire questa tipologia di pesce nella dieta del nostro amico a quattro zampe. Non dimentichiamo poi che si tratta di sostanze con una buona dose di Omega 3, acidi grassi che hanno un notevole potere antiossidante.

Oltretutto, in commercio, esistono dei cibi in scatola che le contengono (e che addirittura ne fanno l’ingrediente principale. L’importante è che vengano somministrate in piccoli pezzi in maniera tale da non rischiare il soffocamento del cane per via della composizione di questo pesce.

Quale pesce può mangiare il cane

cane labrador marrone

I cani possono mangiare le sardine, ma senza esagerare. Per quanto ci si trovi di fronte a un alimento ricco di proprietà nutritive, non dobbiamo dimenticare che può contenere una quantità non trascurabile di metalli. In medio stat virtus, dicevano i latini, e in questo caso vale sia per animali che esseri umani.

Oltretutto, alcune infezioni batteriche, come la salmonella, provengono proprio dai pesci, quindi prima di somministrare le sardine, assicuriamoci che siano conservate correttamente. Le dosi sono importanti. Questo alimento, infatti, se consumato in grandi quantità, può danneggiare lo stomaco sensibile del nostro amico a quattro zampe, anche a causa dell’elevato contenuto di sale.

Se Fido ne è ghiotto e noi non vogliamo che ci rinunci, possiamo farlo diventare un ottimo rinforzo positivo. Un premio da utilizzare in fase di socializzazione e addestramento, quando Bau fa quello che gli richiediamo. Un modo goloso per fargli sapere che siamo orgogliosi della sua obbedienza e della sua fedeltà. Ebbene, sì: addestrare il cane con gli snack è possibile ma senza esagerare.

Meglio carne o pesce per il cane?

cane bianco goloso

I cani possono mangiare le sardine. Per quanto il pesce faccia bene, è opportuno conoscere quali tipi fanno al caso di Fido, in che forma e in che quantità. Non sempre infatti il pesce vero e proprio, in tutte le sue versioni, rappresenta una buona opzione.

Può capitare, infatti, che la nostra palla di pelo sia allergica a determinati alimenti, e il pesce non ne è esente. A maggior ragione, è importante fare una piccola prova di intolleranza prima di somministrare una new entry culinaria.
In generale, piccole porzioni di pesce sono più gestibili e potenzialmente meno pericolose per la salute di Bau.

Soprattutto se optiamo per un’alimentazione naturale del cane e non per una dieta industriale, la moderazione è fondamentale. Attenzione anche alle quantità di iodio, contenuto in tantissime varietà ittiche. Tenendo conto degli accorgimenti appena descritti, inseriamo nella dieta della nostra piccola palla di pelo. La trota, il tonno, il salmone, le sardine e le aringhe rappresentano l’opzione migliore. Inoltre il pesce è un ottimo escamotage per dare la pillola al cane senza difficoltà. Fido va preso per la gola.

I cani possono mangiare i bastoncini di pesce

cane che ha fame

I cani possono mangiare le sardine, ma la carne è il loro cibo per eccellenza. La caccia, infatti, è un istinto scolpito nel loro dna, indipendentemente dallo stile di vita condotto e dal fatto di vivere o meno al sicuro delle quattro mura domestiche.

Oltretutto, se è vero che il pesce è molto ricco di proteine, non contiene tutto ciò di cui il cane ha necessità in ambito alimentare. In particolare, con questo tipo di cibo non riesce ad assumere le vitamine E e B. Fondamentale è anche la provenienza degli ingredienti che facciamo ingerire a Fido.

Infine, non dobbiamo dare per scontato che a tutti i cani debbano piacere le sardine. Conoscere i gusti del nostro amico a quattro zampe, infatti, è importante per sapere come accontentarlo senza rinunciare a ciò che gli fa bene. Il grado di golosità incide non poco sulle preferenze culinarie. A patto che non siano dannose, cerchiamo di assecondarle ogni volta che ne abbiamo le opportunità. Allo stesso tempo non creiamo dipendenze che rischino di favorire comportamenti poco sani e ossessivi nel momento in cui viene a mancare l’elemento del desiderio.

In sostanza, teniamo sempre a mente quanto sia importante dosare con la massima attenzione la somministrazione di sardine e in generale di qualsiasi altro alimento. Inoltre, ricordiamoci di bannare sempre i condimenti, assicuriamoci che non contengano la cipolla o l’aglio, altri alimenti tossici per la nostra piccola palla di pelo.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati