I cani sentono l’odore dei fiori?

I cani sentono l'odore dei fiori e spesso sono invogliati a mangiarli, ma la curiosità può essergli fatale perché alcune piante sono tossiche

Non c’è niente di più bello che passeggiare in primavera con il tepore del sole e i mille colori della natura. Ma quando corriamo su un bel prato i cani sentono l’odore dei fiori come noi?

Sappiamo bene quanto sia sviluppato e potente l’olfatto del nostro amato Fido, molto di più rispetto a quello di noi esseri umani.

Fido riesce a percepire cose che noi non riusciamo a sentire, ma vediamo se in effetti riesce a percepire lo splendido profumo dei fiori e a distinguerli.

L’incredibile olfatto di Fido

Con il suo potentissimo olfatto Fido riesce a sentire anche l’odore dei fiori anzi riesce addirittura a distinguerli fra loro.

cane che annusa i fiori

Anzi osservando bene il comportamento del cane quando si trova in un campo fiorito possiamo notare che si ferma proprio ad annusarli uno per uno.

I cani più curiosi poi tendono addirittura a scambiare i fiori per qualcosa da mangiare, il che potrebbe diventare pericoloso perché alcuni fiori sono tossici.

Segni di avvelenamento

Se il cane ingerisce un fiore o una pianta potenzialmente tossici, può mostrare dei sintomi più o meno evidenti di un’intossicazione o di un avvelenamento.

carezze al cane

  • Inclina la testa: se la tossina agisce sul sistema nervoso il cane potrebbe aver difficoltà a tenere la testa dritta o addirittura a stare in piedi e camminare, o avere tremori;
  • Si rannicchia;
  • Si gratta: se il cane ha un’irritazione alla bocca o al naso potrebbe iniziare a grattarsi come se volesse rimuovere qualcosa dal muso;
  • È nervoso: se il cane ha mal di stomaco o problemi neurologici potrebbe diventare agitato e non riuscire a calmarsi;
  • È debole: molte piante causano vomito o diarrea perciò Fido potrebbe indebolirsi e perdere l’appetito.

Quando il cane ingerisce una pianta o un fiore dobbiamo ricordare che la parte più tossica spesso è il bulbo che può provocare mal di stomaco, vomito, diarrea, alterazioni nelle urine e un eccesso di salivazione, inappetenza.

Anzi proprio perché i cani sentono l’odore dei fiori e spesso si soffermano ad annusarli potrebbero aspirare direttamente dal naso le tossine che contengono.

Fiori e piante tossici per il cane

Ogni pianta tossica se ingerita ha degli effetti specifici sul cane a seconda del tipo di tossina che contiene, appunto.

Alcune tossine possono provocare irritazioni altre invece possono causare disturbi emorragici, danni neurologici o insufficienze agli organi.

cucciolo che annusa i tulipani

Perciò è importante sapere quali fiori sono tossici per i cani e quali no, per proteggere Fido da questi disturbi che possono diventare davvero pericolosi.

Tra i fiori più comuni che possiamo incontrare in qualsiasi parco quando portiamo il cane a fare la passeggiata ce ne sono alcuni assolutamente da evitare:

  • Narciso: questo delicato fiore giallo è velenoso, soprattutto il bulbo, e causa diarrea, vomito, dolori addominali e nei casi più gravi perfino convulsioni, aritmia e calo della pressione;
  • Egopodio: questa pianta causa dermatite e scottature;
  • Begonia: una delle più comuni piante da giardino, può causare vomito ed eccesso di salivazione;
  • Tulipano: tra i fiori più tossici che esistano, può causare irritazioni alla bocca, eccesso di salivazione e nausea;
  • Colchico d’autunno: la tossina di questa pianta, presente nelle foglie e nei bulbi, è molto pericolosa e può causare vomito, shock, danni agli organi e soppressione del midollo osseo;
  • Azalea: le sue foglie causano vomito e diarrea nel cane e, nei casi più gravi, un calo della pressione sanguigna e la morte;
  • Cycas revoluta: è una pianta estremamente velenosa per i cani e può essere fatale, causa vomito sanguinolento, diarrea, insufficienza epatica ed emorragie;
  • Oleandro: questa pianta causa anomalie cardiache, tremori, perdita di coordinazione nei movimenti, diarrea con sangue e vomito e può essere fatale;
  • Amarillide: una pianta molto popolare che causa depressione, vomito, ipersalivazione, diarrea, dolori addominali, anoressia e tremori nei cani.

Non prendiamo mai sottogamba il fatto che il nostro amico a quattro zampe ingerisca un fiore o delle foglie, perché anche se all’apparenza sono innocue alcune di queste piante possono essere fatali.

Difendere il cane dalle piante tossiche

Sappiamo quando i nostri amati pelosi siano curiosi nei confronti del mondo che li circonda, specialmente quando sono cuccioli, e il fatto che i cani sentono l’odore dei fiori potrebbe attirarli in situazioni spiacevoli e pericolose.

cucciolo in giardino

Perciò è importante insegnargli a non avvicinarsi a determinate piante e soprattutto a non mangiare tutto ciò che gli capita a tiro.

Un’altra cosa che dobbiamo fare è controllare che in giardino o in balcone non ci siano piante e fiori velenosi che potrebbero far male al cane.

pastore tedesco

E se siamo al parco o su un prato teniamolo sempre d’occhio, studiando ogni suo movimento e cercando di impedirgli di mangiare foglie e bulbi.

Una soluzione efficace è insegnargli a camminare con il guinzaglio, un modo per tenerlo al sicuro dai pericoli delle tossine e per indirizzarlo nei movimenti.

Articoli correlati