Azawakh

Azawakh
esemplare di Azawakh levriero africano

Esemplare di Azawakh

Dati generali
Etimologia Dalla valle dell’Azawakh
Genitori  Levrieri Inglesi 
Presente in natura No
Longevità 12-14 anni
Impieghi Cane da caccia, cane da guardia
Taglia Medio-grande

L’Azawakh, comunemente identificato come Levriero Africano, è classificato dalla FCI nel gruppo dei Levrieri.

È conosciuto anche per essere il fedele compagno dei Tuareg, un gruppo etnico, tradizionalmente nomade, che si muove principalmente lungo il deserto del Sahara, tra Mali e il Niger.

Si tratta di una razza molto fedele utilizzata in campo di caccia, soprattutto per le lepri e le gazzelle grazie alla sua velocità. La sua estrema intelligenza però lo rende anche un ottimo guardiano, per questo le tribù nomadi dei Tuareg hanno con loro sempre dei cani Azawakh.

Questa razza è molto diffidente e sensibile, rara da conquistare ma chiunque sappia addestrarlo, comprenderlo e condividere con lui la vita, troverà un amico dolce e leale che gli sarà accanto per
sempre.

Resta comunque di fatto un cane indipendente e a tratti schivo, non ideale per essere un cane da compagnia anche se con la sua famiglia e con chi ha identificato padrone, si rivela molto dolce e affettuoso.

Scheda informativa del Azawakh
Anallergico No
Per bambini Sì, con la dovuta attenzione e rispetto
Per anziani No, per il bisogno di esercizio
Con altri cani Socievole se condotta la giusta azione di socializzazione con i suoi simili
Con gatti Socievoli se cresciuti insieme, altrimenti l’istinto predatorio prenderà il sopravvento
Rumoroso Molto poco
Sport Venatori, corsa e numerosi sport canini che stimolino il suo fisico costantemente

ORIGINI STORICHE DELLA RAZZA

L’Azawakh o Levriero Africano, è stato riconosciuto nel 1982 da parte della FCI che lo classificato ufficialmente nel gruppo dei levrieri. La sua collocazione geografica è di matrice orientale anche se con i secoli la razza si è poi diffusa sempre di più in Africa.

Si presume che sia nato da incroci con levrieri inglesi, effettuati nella valle dell’Azawakh (da cui prende il nome) che si estende tra gli Stati del Mali, Niger e Burkina faso.

Come abbiamo accennato, questa razza è conosciuta anche come “il compagno fedele dei Tuareg” perché in effetti per molti secoli ha accompagnato le tribù nomadi del deserto del Sahara e del Sahel.

Proprio per loro l’Azawakh è stato ed è ancora un compagno prezioso, soprattutto per le sue formidabili doti di cacciatore. Grazie alla sua stazza infatti, questo cane può essere velocissimo e raggiungere anche i 40 km orari.

Ecco perché è utilizzato per la caccia alle lepri e alle gazzelle, ma il suo temperamento lo ha reso anche un ottimo cane da guardia.

In Europa invece l’Azawakh è arrivato più tardi, diffondendosi sopratutto in Francia negli anni ’70. In Italia questa è sicuramente la razza di levrieri meno popolare, tuttavia questi cani sono utilizzati
sopratutto nelle attività di agility dog.

PREZZO

Questa razza è spesso citata tra le più costose al mondo, il costo infatti di un cucciolo di Azawakh parte dai 2.500 euro. Il prezzo così alto è sicuramente dato anche dal fatto che trattandosi di una razza africana è poco diffusa.

Il costo così alto di questi cani ha dato il via ad un mercato non ufficiale di vendita dove i cuccioli di Azawakh sono venduti a minor prezzo. Acquistare da questi allevamenti è assolutamente sconsigliato.

CARATTERE

L’Azawakh è una razza di cane molto vivace e sveglia, rientra sicuramente tra quelle più attive, non idonee quindi alle persone più pigre o comunque non hanno intenzione di non far trascorrere
molte ore all’aperto al cane.

L’indole dell’Azawakh infatti, data la sua provenienza, è quella di un nomade, non sopporterebbe mai la vita pigra o da recluso. Questa sua parte caratteriale richiede quindi molta attività sia all’aria aperta che in casa, questo cane ha molta energia da consumare.

Anche se viene adottato per la vita domestica e quindi viene tenuto lontano dagli ambienti da caccia, questo cane ha necessità di molto movimento.

L’Azawakh ha un carattere schivo e molto riservato, non tanto per la sua timidezza quanto più per la diffidenza che nutre nei confronti degli estrani.

L’educazione per questo cane è fondamentale per evitare l’aggressività che può scatenarsi se incontra qualcuno che non gli va a genio. La distanza si annulla totalmente quando questa razza canina trascorre il tempo in famiglia, con i suoi membri infatti è dolce e affettuoso.

Inoltre l’Azawakh è un cane fedelissimo, quindi una volta entrato con quelli che considererà i suoi genitori umani o il suo branco, resterà fedele a loro per la vita.

Diffidenza a parte, la razza ha una buona capacità di adattamento in ogni ambiente ed è molto resistente.

ADDESTRAMENTO

Questa razza di levriero ha la fama di non essere facilmente addestrabile, alcuni ritengono sia quasi impossibile. Nonostante infatti la dolcezza e l’affettuosità che può mostrare con i membri della famiglia, le sue origini lo rendono un cane non facile.

Per la sua educazione è necessaria pazienza e professionalità, l’aiuto di un educatore cinofilo in questo senso appare fondamentale.

Se è vero che da una parte, la sua quasi indomabilità fa pensare ad un addestramento più forte, dall’altra la sua estrema sensibilità caratteriale non è compatibile con un addestramento punitivo, anzi, questo potrebbe soltanto peggiorare il suo carattere.

L’Azawakh è famoso per la sua memoria eccezionale, di questi cani si dice che riescano a ricordare le persone anche a distanza di anni, ecco perché un comportamento da lui ricordato come scorretto, potrebbe segnare il suo rapporto con l’umano in questione.

Anche se ha un carattere non molto facile è comunque di base un cane tranquillo che ama anche le comodità domestiche. Quello a cui bisogna prestare attenzione però è il discorso relativo alla
socializzazione.

Essendo molto diffidente nei confronti degli estranei infatti, questo cane si potrebbe mostrare aggressivo anche in contesti più tranquilli, ecco perché l’educazione è necessaria.

CARATTERISTICHE FISICHE

Questa razza è di taglia medio grande e presenta un aspetto elegante, raffinato. Il suo corpo è slanciato e il portamento fiero del levriero Africano mostra l’ossatura e la sua muscolatura.

Appare longilineo ma la sua forza e la sua potenza precedendo l’aspetto.

ZAMPE

L’Azawakh è caratterizzato da zampe anteriori e posteriori lunghe, fine e muscolose, che gli conferiscono leggerezza, elasticità e velocità.

CORPO

Questo cane si presenta con un aspetto elegante e raffinato, ma la sua forza è ben visibile grazie alla muscolare messa in evidenza dai tessuti fini.

PESO E ALTEZZA

L’Azawakh ha un altezza media che si aggira tra i 64 e i 74 centimetri per i cani maschi, mentre le femmine arrivano ad un massimo di 70 cm.

Per quanto riguarda il peso invece gli esemplari maschi restano tra i 20 e i 25 kg mentre le femmine tra i 15 e 25 kg.

TESTA

La testa del levriero africano è allungata e fine e si restringe nel muso anche lui rettilineo ma affilato.

Gli occhi di questa razza canina sono a forma di mandorla e sono quasi sempre di colore scuro o ambrato. Le orecchie invece hanno un’attaccatura alta ma sono piatte e sempre cadenti.

CODA

La coda dell’Azawakh è lunga e sottile, caratterizzata da un pelo raso come nel resto del corpo. Tutta la coda risulta cadente, rispetto all’attaccatura del corpo con la parte finale appena rialzata.

PELO

Il pelo di questa razza di levriero africano è raso, fine e sottile. Alcuni esemplari non hanno la copertura del pelo sul ventre e in quel caso è ben visibile la pelle.

COLORI

Il colore del mantello ammesso dallo standard della razza è fulvo con macchie bianche. Vengono anche accettate le sfumature di sabbia chiaro o delle striature rossastre tigrate.

CUCCIOLI

I cuccioli di Azawakh si presentano già con un aspetto elegante e slanciato, caratteristiche fisiche che comunque il cane mantiene anche da adulto.

Sin da cuccioli mostrano l’ossatura e la muscolatura che lo caratterizzeranno a vita. Caratterialmente il cucciolo di Azawakh può differire dagli altri cani della sua età e restare apparentemente sulle sue, proprio per il carattere di diffidenza che contraddistingue questa razza.

Trattandosi di un cane non facile da addestrare il consiglio è di educarlo sin dalle prime settimane di vita agli ambienti che lo circonderanno.

SALUTE

Al contrario di quello che mostra l’aspetto longilineo e esile, l’Azawakh si conferma un cane piuttosto robusto e forte. La durata di vita media di questa razza si aggira tra i 12 e i 14 anni, quindi
le aspettative sono molto alte.

Non è predisposto a particolari malattie ma facendo parte della famiglia dei levrieri, bisogna prestare molta attenzione ad alcuni medicinali nei confronti dei quali potrebbe mostrare allergie o intolleranze.

Alcuni dei problemi di salute che sono stati registrati nel Levriero Africano sono l’ipertiroidismo, l’epilessia, alcune malattie autoimmuni e problemi cardiaci.

INDICAZIONI SULL’ALIMENTAZIONE

L’Azawakh non ha particolari esigenze in fatto di alimentazione. È necessario comunque organizzare per questa razza una dieta alimentare equilibrata scegliendo cibo di qualità sin da cucciolo.

Occorre inoltre prestare molta attenzione alle dosi, si tratta infatti di cani robusti che però devono restare agili e sottili nell’aspetto che deve risultare sempre elegante e possente.

TOELETTATURA

Avendo un pelo raso e fino, la toelettatura dei cani di razza Azawakh risulta molto semplice. Occorre quindi organizzarsi per una spazzolata regolare.

Basterà anche solo una volta a settimana a garantire il benessere del pelo, della sua forza e lucentezza. La perdita di pelo di questi cani è molto moderata.

ALLEVAMENTI

Essendo poco diffuso nel nostro Paese, gli allevamenti ufficiali di questa razza sono pochi.

In Italia infatti ci sono tre allevamenti dove poter trovare i cani Azawakh segnalati dall’Enci e sono rispettivamente in Emilia Romagna, in Piemonte e in Umbria.

È UN CANE D’APPARTAMENTO?

In molti si chiedono se l’Azawakh sia un cane da appartamento e la risposta a questa domanda in realtà non è univoca. Vista infatti la sua indole di cane, abituato da secoli ad accompagnare i nomadi nel deserto si configura come un cane vivace che ha bisogno di movimento e nuovi stimoli.

D’altro canto però si tratta anche di un cane che ama la tranquillità e quindi adora trascorrere del tempo sdraiato sul divano al fianco del suo padrone.

Se è vero che questi cani possono essere aggressivi e diffidenti nei confronti di chi non conoscono, è altrettanto vero che in famiglia sono estremamente dolci e affettuosi e le coccole non le disdegnano mai.

Quindi in realtà l’Azawakh può essere considerato anche un cane da appartamento purché ci sia l’intenzione e la possibilità di far trascorrere al cane molte ore all’aperto.

Si tratta infatti di una razza che ha molta energia da consumare, non a caso rientra tra le più famose per le attività di Agility.

L’Azawakh quindi non è adatto a persone pigre che cercano soltanto un cane con cui trascorrere ore sul divano. Come già detto ha bisogno di molti stimoli e attività fisica. Va molto d’accordo con i
bambini del nucleo familiare ed è estremamente intelligente e attivo.

CURIOSITÀ

L’Azawakh è un cane esteticamente molto bello per cui sono molte le persone che lo scelgono per il suo aspetto e sembra proprio che lui lo sappia.

Il suo portamento così fiero, indipendente e nobile lo fa sembrare quasi altezzoso.

È un cane con un carattere piuttosto complesso, probabilmente chi non ha a che fare con questa razza faticherà a comprendere il suo carattere.

In molti lo definiscono “il cane che non si fida mai“: in realtà basta acquistare la sua fiducia per trovare in lui un compagno unico e insostituibile. Con il suo padrone infatti questo cucciolo creerà un
rapporto di complicità che durerà tutta la vita.

Si adatta bene ad ogni condizione climatica, ma non ama particolarmente la stagione fredda, soprattutto quella caratterizzata dalle piogge: tende quasi a sembrare meteoropatico, si butta giù e perde energia.

Predilige invece primavera ed estate e tollera anche le temperature più estreme: arriva a vivere anche con una temperatura che si aggira intorno ai 100 gradi Fahrenheit.

Classificazione FCI – n. 307
Gruppo 10 Levrieri
Sezione 3 Levrieri a pelo corto
Standard n. 307 del 17 marzo 2015 (en)
Origine Mali