Bracco Francese

Bracco Francese

Esemplare di Bracco Francese

Dati generali
Etimologia Nome dato dal tipi di cane e dalla provenienza
Genitori Bracchi Francesi
Presente in natura No
Longevità 13-14 anni
Impieghi Cane da caccia, cane da ferma, cane da compagnia
Taglia Media

Il Bracco francese è un tipo di cane tipico della Francia, e precisamente un cane molto diffuso nella caccia.

Si tratta di cani molto inclini alla difesa, che tendono ad affezionarsi raramente, dato il loro carattere indipendente. Nonostante questo, una volta che si fidano del loro padrone, dimostrano un affetto incondizionato, che mira a proteggere i propri cari, e soprattutto a dimostrarsi loro sempre fedeli.

Diverso l’atteggiamento che hanno verso gli estranei, di grande diffidenza.

Si tratta inoltre di esemplari molto difficili da addestrare, proprio a causa del loro carattere che li porta ad essere autonomi e indipendenti. Nonostante questo, addestrarli non è impossibile. Certamente, non si tratta di un tipo di cane “da casa”, ma piuttosto di una razza che ha sempre bisogno di mantenere una certa indipendenza.

Ricordiamo che secondo la nomenclatura della FCI, si divide in due razze: Bracco Francese tipo Gascogne e il Bracco Francese tipo Pirenei.

Di seguito saranno riportate le informazioni comuni a entrambe le razze.

Scheda informativa del Bracco Francese
Anallergico No
Per bambini Sì, con la dovuta attenzione
Per anziani No, per il bisogno di esercizio
Con altri cani Socievole, docile
Con gatti Sconsigliato: tenderà a cacciarli
Rumoroso Moderatamente
Sport Venatori

Origini storiche della razza

Il bracco francese viene chiamato così perché originario della Francia, e a quanto pare fu avvistato per la prima volta sui Pirenei, intorno al 1716.

Esiste un testo anonimo di quell’anno che contiene la descrizione redatta in quell’anno, riguardo un branco di Bracchi Francesi che stava correndo attraverso una prateria, e che correva in modo velocissimo, senza quasi neanche dare la possibilità di essere visto nei dettagli.

In poche parole i cani correvano così veloce da vedere solo il tipico colore del loro pelo, bianco con piccole macchiette sul grigio, che somigliano quasi a lenticchie o lentiggini.

Prezzo

Il prezzo del Bracco Francese si aggira intorno ai 600 euro, anche se questo è un prezzo medio. Si stima infatti che per alcuni esemplari il prezzo possa anche salire oppure essere minore. Dipende se vengono venduti da cuccioli o già da adulti, e se la vendita viene effettuata tramite un negozio oppure tramite un privato.

Carattere

Il carattere di questa razza canina è molto particolare. Nonostante si tratti di una razza francese, e quindi europea e anche abbastanza diffusa, rimane il fatto che gli esemplari che ne fanno parte, possiedano un carattere abbastanza particolare.

La caratteristica più importante di quest’ultimo è il fatto che questi esemplari sono tutti molto capaci di badare a se stessi, autonomi, molto indipendenti, anche perché sono tipici cani che sono addestrati per la caccia. È molto importante sottolineare questo, per far capire che non si tratta di cani domestici, che appaiono inclini a socializzare.

Questo, come accennato, non significa che non siano in grado di affezionarsi, ma ci riescono solo dopo aver mostrato una buona dose di diffidenza. Per questo motivo, è normale se non si mostrano subito molto socievoli.

Per far capire bene il concetto, è bene anche sottolineare che con gli estranei tendono ad essere molto chiusi e inizialmente tenderanno anche a stare molto sulla difensiva, se li si prova ad accarezzare. In fondo, è quasi come avere una sorta di cane da caccia davanti a sé.

C’è anche da dire che una volta che questo tipo di cane capisce che può fidarsi dell’uomo che ha di fronte a sé, allora riesce a dimostrargli un affetto senza limiti, che lo porta anche a rischiare la propria vita per salvare quella del proprio padrone.

Dire “padrone” tuttavia è un po’ azzardato: il carattere del Bracco Francese gli permette di mostrarsi fedele sì, ma mai nel senso di servilismo: non si deve dimenticare infatti che si tratta di una sorta di cane che sa stare sempre in guardia e all’erta, e forse anche per questo, non si sottomette a nessuno.

Addestramento

Addestrare un Bracco Francese è molto difficile e di solito il compito viene affidato non solo a degli esperti, ma ai migliori in questo campo.

L’addestramento rimane difficoltoso per via del carattere indipendente ed orgoglioso di questa razza canina, che non ammette di ricevere ordini da nessun estraneo.

L’unico modo per convincere questo esemplare ad ascoltare e ad eseguire i comandi che gli viene richiesto di svolgere, è quello di instaurare uno splendido rapporto con lui.

In tal modo, il Bracco Francese svolgerà i comandi richiesti non controvoglia, ma come se fosse un modo per rispettare il patto di amicizia che si è creato con lui. È molto importante far capire quanto sia importante questa fiducia, anche perché senza di essa non si può minimamente sperare di farsi ascoltare dal Bracco Francese.

Caratteristiche fisiche

Il Bracco Francese ha caratteristiche fisiche particolari, che gli permettono di rappresentare l’intera categoria dei cani da caccia, a causa del loro corpo agile e muscolo, ma nello stesso tempo leggero.

Zampe

Le zampe di questa razza così nota e dalle caratteristiche quasi uniche, lo rendono senza dubbio molto particolare.

Corpo

Il corpo del Bracco Francese è abbastanza snello, tanto che infatti viene considerato un cane di taglia grande, ma non gigante. Nonostante abbia un tipo di corporatura abbastanza asciutta, tuttavia si tratta di un esemplare molto muscoloso.

La presenza dei muscoli lo rende molto agile, veloce e scattante. Tutte qualità superiori rispetto a quelle di un cane che fa parte di altre razze.

Peso e altezza

L’altezza di un esemplare maschio di Bracco Francese  può raggiungere al massimo i 47 cm oppure in alcuni casi anche i 58 cm. Per quanto riguarda gli esemplari femmina invece, la loro altezza può raggiungere i 47 cm circa massimi, oppure anche i 56 cm, nel caso delle femmine più alte.

Testa

La testa del Bracco Francese è molto sottile, e per far capire bene l’idea, si uò dire che è l’opposto di quella del lupo, il quale ha il muso affusolato soprattutto nella parte terminante, mentre il Bracco Francese tutto il contrario. Gli occhi sono di solito scuri, anche se in molti esemplari il colore del loro sfondo è dorato.

Coda

La coda è molto folta, anche se ha la caratteristica di essere tenuta al massimo nella stessa direzione del corpo del cane, mai in posizione verticale rispetto a quest’ultimo.

Si tratta senza dubbio di una coda pelosa, morbida, che il Bracco Francese tende ad agitare per indicare che è felice, oppure tiene bassa quando è tranquillo.

Pelo

È folto, anche se gli esperti sottolineano che negli esemplari che vivono all’aperto, la parte pelosa del petto è molto più folta, rispetto al resto del corpo. Per quanto riguarda invece i colori, questi sono senza dubbio diversi, più che altro per la larghezza delle macchie.

Colori

I colori del Bracco Francese sono soprattutto bianco e marrone. Può essere nero, anche se nella maggior parte degli esemplari è sempre con sfondo chiaro ma chiazze marroni, alcune somiglianti a lentiggini mentre altre grandi e marroni, sul dorso.

Ci sono però anche alcuni casi di Bracco Francese totalmente bianchi, anche se sono un pochino rari da vedere. Di solito, il colore del manto è particolare perché nella parte superiore, quindi sulla schiena, è più scuro. Nella parte interna delle zampe invece, vicino al petto soprattutto, ha il pelo più chiaro.

Cuccioli

Il cucciolo di Bracco Francese è molto impegnativo, proprio come i cuccioli delle altre razze.

È bene però sottolineare la differenza con gli esemplari adulti: questi tendono a mostrare più diffidenza verso gli estranei e verso gli adulti, mentre con il cucciolo si può notare subito un atteggiamento abbastanza diverso.

I cuccioli infatti, come anche tutti quelli delle altre razze, hanno molta voglia di giocare e senza dubbio sarà più facile conquistare la loro fiducia. Come accennato, il Bracco Francese è molto famoso soprattutto perché viene addestrato come cane da caccia.

Oltre a questo, non è raro vedere esemplari di questa particolare razza che accompagnano alcune guardie che fanno parte del Corpo Forestale

Questo è perché questa razza non ha alcun problema di orientamento e adora l’aria aperta, soprattutto i boschi. Proprio per la caccia, di solito i cuccioli vengono addestrati fin da piccoli.

Oltre a questo, quando si dà loro una nuova casa, è molto importante che non manchi loro nulla. In questo caso non si parla solo del cibo necessario e adeguato alla loro crescita, ma soprattutto anche tutti gli accessori utili per farli stare bene. Si tratta degli oggetti utili per la toelettatura, oppure anche i giochi, ma anche lettino, cuccia.

Sebbene il cucciolo non vivrà in una vera e propria casa, come sono soliti fare i cuccioli di altre razze, tuttavia è bene che le persone con cui dovrà vivere e che si occuperanno di lui sia gli riescano anche a costruire una zona comfort in cui il cucciolo può continuare a essere indipendente e felice.

È molto importante infatti che i cuccioli abbiano anche tanto spazio a disposizione, dove poter stare tranquilli e soprattutto non perdere le caratteristiche del loro carattere, che richiede indipendenza e libertà.

Salute

Per mantenere un Bracco Francese in salute, è bene sottoporlo a controlli regolari dal veterinario. Se lo si prende da cucciolo, è bene sottoporlo a sverminazione e ovviamente anche a tutte le vaccinazioni obbligatorie.

È molto importante però sottolineare che quando si parla di salute, ovviamente non si intende solo indicare i controlli necessari di cui si occupa il veterinario, ma soprattutto anche fargli praticare attività fisica e non solo.

È molto importante anche che il Bracco Francese segua un’alimentazione corretta e adeguata al suo tipo di organismo.

Indicazioni sull’alimentazione

Al fine di fare stare sempre bene un esemplare di Bracco Francese, non si deve dimenticare di non esagerare con le razioni di cibo. È molto importante infatti che non venga mai persa la sua forma fisica oppure che non raggiunga un tipo di peso inadeguato.

Questo è importante anche perché se il cane è in sovrappeso, non potrebbe poi fronteggiare il suo ruolo di difesa, ruolo che di solito gli viene affidato, proprio per proteggere il territorio oppure anche le persone, o le guardie del Corpo Forestale.

Si deve ricordare che gli esemplari di Bracco Francese mangiano tanto, questo è vero, ma ci si deve sempre attenere alle razioni consigliate dal veterinario, ed anche al tipo di cibo adeguato.

Il problema di questa razza infatti è che tende a gonfiare in fretta il proprio stomaco, e di conseguenza si rischia solo di fargli del male, se gli si mettono a disposizione troppe ciotole piene.

Basterà tenere conto che i cuccioli di otto o dodici settimane hanno bisogno di quattro ciotole di cibo ogni giorno. Quelli invece che hanno un’età che va dai tre ai sei mesi richiedono tre pasti al giorno. Una singola ciotola di cibo è più che sufficiente per un cucciolo di Bracco Francese che ha un anno.

Evitare cibi in scatola o crocchette artificiali nei suoi ingredienti poiché possono anche causare condizioni croniche della pelle. Quella degli esemplari di Bracco Francese infatti è molto delicata e sono frequenti i casi di irritazioni o allergie dovute a grano e soia e a cibi che hanno questi due come ingredienti principali. L’ideale è non esagerare con essi.

Toelettatura

È molto importante fare attenzione alla toelettatura per questo tipo di esemplari. Prima di tutto, trattandosi di un cane che non ha nulla a che vedere con un tipo di ambiente domestico o comunque di solito è molto raro che venga affidato ad una famiglia e che stia in casa per lunghi periodi, è bene dire che penserà da solo alla propria pulizia.

Solo nel caso ormai abbia creato un fortissimo rapporto di fiducia con le persone che lo circondano, allora il Bracco Francese accetterà di farsi fare un bagno. Per quanto riguarda il fatto di essere spazzolato invece, sembra già accettarlo in modo più naturale. Il bagno invece sembra essere un’azione che preferisce respingere.

Allevamenti

Gli allevamenti degli esemplari di Bracco Francese sono molto numerosi in Italia, soprattutto nelle regioni settentrionali.

È un cane d’appartamento

Come accennato, non si tratta proprio di un vero cane da appartamento, ma non perché non sarebbe un cane in grado di stare in una famiglia, quanto piuttosto per il fatto che il suo carattere libero e indipendente non lo spinge a rimanere in un ambiente chiuso.

Curiosità

È bene sottolineare che il Bracco Francese è molto indipendente ed orgoglioso, ma questo non significa che non sia in grado di affezionarsi. È bene quindi cercare di instaurare una fiducia con questo esemplare, così da tirare fuori da lui il meglio.

Classificazione FCI

Classificazione FCI – n. 133/134
Gruppo 7 Cani da ferma
Sezione 1 Cani da ferma continentali
Sottosezione 1.1 Tipo bracco
Standard n. 133/134 del 07/08/1998 (en)
Nome originale Braque français, type Gascogne; Braque français, type Pyrénées
Tipo Braccoide