Home Razze di cani Springer Spaniel

Springer Spaniel

Springer Spaniel
Springer Spaniel

Esemplare di Springer Spaniel

Dati generali
Etimologia Nome di origine britannica, indica la tipologia. La parola “springer” deriva dall’inglese “molla“, riferendosi al modo in cui questa razza porta la selvaggina a saltar via quando la stana
Genitori Originario dell’Inghilterra
Presente in natura No
Longevità 45 anni
Impieghi Cane da compagnia, cane da caccia, cane d’acqua
Taglia Media

Lo Springer Spaniel è una delle più antiche razze di cani da caccia che esistano, originario del Regno Unito e considerato a pieno titolo il capostipite di tutti gli Spaniel.

È un cane dal nome altisonante, robusto ma agile allo stesso tempo, scattante come pochi e con un temperamento allegro e cordiale. Non a caso è uno dei cani da caccia più prestigiosi e amati di sempre.

Sebbene abbia origini molto antiche, lo standard di razza dello Springer Spaniel è stato riconosciuto per la prima volta nel 1902 dal Kennel Club Inglese con il nome di English Springers other than Clumber, Sussex and Field e nel 1910 dall’American Kennel Club.

Nel 1954 fu registrato anche dalla FCI, la Federazione Internazionale che riunisce le associazioni degli allevatori canini, nel Gruppo 8 dei Cani da riporto, da cerca e da acqua che comprende tutti quei cani specializzati nella ricerca e nel riporto e quelli eccellenti nelle attività in acqua.

Scheda informativa del Springer Spaniel
Anallergico No
Per bambini Sì, sa essere un buon compagno di giochi, ma va rispettato il suo spazio
Per anziani No, per il bisogno di esercizio
Con altri cani Socievole, ma ha bisogno costante d’incontrare i suoi simili per mantenere la socialità
Con gatti Dato l’istinto di caccia andrà abituato alla loro presenza da piccolo
Rumoroso Abbaia raramente
Sport Ha bisogno costante di esercizio

Origini storiche della razza

Lo Spriger Spaniel è una razza canina dalle origini molto antiche, tanto da essere considerato il progenitore di tutti gli Spaniel esistenti. Nonostante ciò però non abbiamo una documentazione verificata su questo cane prima dell’Ottocento, per l’esattezza nel 1812 ne troviamo traccia per la prima volta in alcuni scritti ufficiali.

Parliamo di documenti che riguardano un cane di nome Mop I, il primo di una vera e propria dinastia di Spaniel appartenenti a un’antica famiglia nobiliare inglese, i Boughey-Acqualate-Shropshire.

Per il riconoscimento ufficiale dovremo aspettare quasi un secolo, quando nel 1902 il Kennel Club Inglese registrò la razza canina con il nome di English Springers other than Clumber, Sussex and Field, rendendola a tutti gli effetti una delle più amate e richieste dalle famiglie abbienti oltre che una delle più apprezzate tra quelle da caccia.

Prezzo

Il costo di un cucciolo di Springer Spaniel con regolare pedigree e proveniente da un allevamento certificato si aggira in media tra i 500 e i 700 euro.

Carattere

Il carattere dello Springer Spaniel rispecchia in tutto e per tutto la sua vena “nobiliare”: è allegro e vivace ma non troppo, molto vigile e intelligente ma mai invadente o aggressivo. Mantiene sempre un certo savoir faire sia che si trovi in casa che all’esterno ed è un cane molto elegante, educato ed obbediente.

Non ha problemi di socializzazione né con le persone né con gli altri cani e in famiglia è docile e buono, sempre pronto a dare e ricevere coccole. Per chi ha dei bambini lo Springer Spaniel si conferma un ottimo compagno di giochi, un cane affettuoso come pochi.

Sebbene sia un cane che ben si adatta all’ambiente domestico, non dimentichiamo che lo Springer Spaniel ha bisogno di muoversi e di fare attività fisica regolare. La sua tranquillità non è da confondere con la pigrizia, anzi è un cane che adora stare all’aria aperta e correre e giocare a più non posso.

Lo Springer Spaniel è un cane equilibrato e come tale ha bisogno di vivere con un padrone e in un ambiente altrettanto equilibrati: se gli vengono concessi i suoi spazi sarà il cane migliore che si possa desiderare.

Addestramento

Il temperamento dello Springer Spaniel, insieme alla sua naturale predisposizione ad andare d’accordo con le persone, fa sì che si tratti di una razza canina tra le più facilmente addestrabili. Aggiungiamo a questo anche la sua spiccata intelligenza e la capacità di mantenere sempre un’alta soglia dell’attenzione e il gioco è fatto.

Addestrare uno Springer Spaniel non richiede particolare “fatica” e non è necessario essere degli allevatori particolarmente esperti per raggiungere dei buoni risultati. Basta conoscerlo bene, entrarvi in empatia e soprattutto avere rispetto delle sue esigenze e dei suoi spazi.

Lo Springer Spaniel è un cane talmente obbediente, accomodante e versatile che una volta completato l’addestramento può da subito iniziare a essere impiegato per un gran numero di attività, soprattutto per la cerca e il riporto (anche in acqua) per cui è naturalmente portato.

Caratteristiche fisiche

Lo Springer Spaniel è un cane dalla corporatura forte e armoniosa, progettata per conferirgli insieme resistenza e agilità, senza rinunciare all’eleganza che lo contraddistingue. Un insieme di caratteristiche nobilitate da un mantello folto e frangiato e da uno sguardo vigile e al tempo stesso molto dolce.

Zampe

Lo Springer Spaniel ha le zampe più lunghe rispetto agli altri Spaniel inglesi, robuste e con una buona ossatura. I piedi sia anteriori che posteriori sono chiusi e arrotondati con cuscinetti duri e resistenti.

Corpo

Il corpo è compatto, forte e armonioso e in generale esprime potenza da qualunque angolazione lo si osservi. Nonostante non sia un cane particolarmente slanciato o longilineo riesce comunque a essere agile e scattante.

Peso e altezza

Secondo lo standard di razza lo Springer Spaniel in media mantiene un peso di 23 chilogrammi circa, mai di più. L’altezza al garrese, maggiore se paragonata a quella degli altri Spaniel inglesi, si aggira intorno ai 51 centimetri.

Testa

La testa è ben proporzionata al resto del corpo, con il un cranio abbastanza largo e leggermente arrotondato, con un solco tra gli occhi non troppo preminente. Il muso è allungato e ampio con un tartufo di colore nero dalle grandi narici, caratteristica che gli conferisce un eccellente olfatto. Gli occhi sono a mandorla e di colore nocciola scuro, con un’espressione molto dolce mentre le orecchie sono pendenti e ben aderenti alla testa.

Coda

La coda ha un’attaccatura bassa rispetto alla linea dorsale, non è troppo lunga e ben frangiata.

Pelo

Il mantello conferisce allo Springer Spaniel un aspetto parecchio “rustico”: di media lunghezza e compatto, liscio oppure leggermente ondulato, progettato per resistere alle intemperie e idrorepellente. Presenta delle frange leggermente più lunghe sulle zampe, sulle orecchie e sul tronco.

Colori

I colori ammessi dallo standard sono quelli tipici dei cani da caccia, generalmente bicolore: bianco e marrone oppure bianco e nero. Sono ammesse anche delle focature color fulvo.

Cuccioli

I cuccioli di Springer Spaniel sono dei piccoli concentrati di energia e vitalità, come del resto la gran parte dei cuccioli. Perciò l’addestramento e il processo educativo devono iniziare sin da subito, sia per insegnargli a socializzare con persone e altri animali (cosa che gli viene abbastanza naturale vista la predisposizione al contatto) sia per sviluppare e potenziare le loro incredibili doti fisiche, utili nel lavoro una volta adulti.

Salute

Lo Springer Spaniel è un cane dalla sana e robusta costituzione e non soffre di particolari patologie o disturbi, tanto da avere un’aspettativa di vita parecchio alta che si attesta tra i 12 e i 14 anni.

Teniamo presente che è un cane ricoperto da un folto mantello molto compatto che gli consente di proteggersi dalle intemperie, in parte addirittura idrorepellente quindi ottimo per resistere alle basse temperature. Tuttavia questa caratteristica non giova nella stagione più calda perciò ricordiamo che lo Springer Spaniel dovrebbe evitare di essere esposto a temperature troppo alte onde evitare che incappi in colpi di sole o disidratazione. In estate va tenuto all’ombra e con una ciotola d’acqua fresca sempre a disposizione.

Indicazioni sull’alimentazione

L’alimentazione dello Springer Spaniel deve tenere conto di diversi fattori a cominciare dall’età, dallo stato di salute e dalla quantità di attività fisica che il cane svolge quotidianamente. In generale i pasti devono essere sani e bilanciati, preparati preferibilmente con prodotti freschi e di stagione nel caso in cui vogliamo occuparci personalmente della loro preparazione.

Alla base della dieta devono esserci, naturalmente, le proteine quindi pasti a base di carni sia bianche che rosse, senza tralasciare le verdure preferibilmente a crudo e i cereali (pane duro, pasta, riso).

Mai eccedere con le quantità perché lo Springer Spaniel se troppo appesantito potrebbe soffrire di torsione dello stomaco. È sconsigliato tenere la ciotola sempre a disposizione del cane, meglio optare per uno o al massimo due pasti al giorno dati a orari regolari.

Qualora non avessimo il tempo o il modo di occuparci personalmente della preparazione delle pietanze, possiamo optare per dei croccantini confezionati a patto però che siano di ottima qualità e adatti a cani di questa taglia.

Toelettatura

Il mantello dello Springer Spaniel non è cosa da tutti: richiede una manutenzione costante e deve essere spazzolato tutti i giorni per evitare nodi e grovigli, essendo già di per sé un po’ “arruffato”. Anche il bagno deve essere fatto regolarmente, specialmente se il cane lavora spesso all’aria aperta, perciò deve essere programmato circa ogni sei o otto settimane. Allo stesso modo è necessaria una quotidiana igiene delle orecchie che possono accumulare detriti e polvere e sviluppare infezioni.

Allevamenti

In Italia attualmente sono attivi ben 45 allevamenti certificati con regolare affisso ENCI in Emilia Romagna, Lazio, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Toscana, Umbria e Veneto.

È un cane d’appartamento?

Lo Springer Spaniel ha un carattere meraviglioso, dolce, tranquillo e dai modi garbati con una naturale predisposizione alla socializzazione con persone e animali. Perciò non è affatto un problema la vita in appartamento, a patto però che gli vengano concessi i suoi spazi e la sua privacy e le quotidiane passeggiate e corse all’aria aperta. Questo non è un aspetto da sottovalutare perché per lo Springer Spaniel l’uscita non è soltanto l’occasione per fare i bisogni o semplicemente sgranchirsi, è un modo per esprimere la sua vitalità ed energia, per mettere a frutto le sue doti fisiche ed è fondamentale, quindi, per il suo benessere sia fisico che mentale.

Curiosità

Il nome Springer deriva dalla parola inglese spring che tutti conosciamo con il significato di “primavera”. In realtà questa volta dobbiamo riferirci a un altro significato della parola, ovvero “molla” che si riferisce alla prerogativa di questo cane di far letteralmente “saltare” la selvaggina, cioè forzarla a uscire dalle tane o dai nascondigli.

Oltre al classico Springer Spaniel, ne esiste una sorta di “sottocategoria” di dimensioni leggermente inferiori alla media che rientra nella tipologia dei cosiddetti “Springer da lavoro”, volgarmente chiamati field-bred ESS. Si tratta di cani selezionati solo ed esclusivamente in base alle loro capacità di portare a termine determinati compiti senza badare, dunque, alle caratteristiche previste dallo standard di razza. Perciò sono degli Springer Spaniel estremamente versatili e affidabili ma più piccoli, più lunghi, con il pelo meno folto e lungo, con orecchie più corte e muso più appuntito.

Ne esiste anche una tipologia cosiddetta “da show” di origine americana, in pratica uno Springer Spaniel di taglia ancora più ridotta, con orecchie più lunghe e un mantello molto più frangiato rispetto allo standard di razza. Questa particolare varietà di Springer Spaniel è stata riconosciuta dall’American Kennel Club ma non riconosciuta dalla FCI.

Classificazione FCI – n. 125
Gruppo 8 Cani da riporto, cani da cerca e cani d’acqua
Sezione 2 Cani da cerca
Standard n. 125 del 29/10/03
Nome originale English Springer Spaniel
Origine Inghilterra