Cibi cotti in casa buoni per i cani: ecco quali sono

Sapere quali sono i cibi cotti in casa buoni per i cani può essere utile in caso allergie, intolleranze o in caso di disturbi gastrointestinali

È indubbio che i cani possano mangiare anche molte pietanze che serviamo sui nostri piatti. Ma bisogna anche sapere quali sono i cibi cotti in casa buoni per i cani per evitare brutte sorprese ed effetti collaterali. Sono infatti numerosi i cibi che noi consumiamo ma che per i cani sono altamente tossici.

Carne e pesce

Tra i cibi cotti in casa buoni per i cani il primo posto è occupato dalle carni. Facendo infatti un’accurata selezione potete somministrare al vostro cane carne bianca di pollo e tacchino privandola di ossa e pelle. Le ossa infatti sono molto pericolose e possono causare soffocamento e lesioni all’interno della bocca. La pelle invece è troppo grassa e rischia di causare disturbi gastrointestinali.

un cane mangia dal piatto

Un altro tipo di carne è sicuramente quella rossa di manzo, sia intera sia che macinata. Può essere somministrata una volta a settimana e non di più per evitare la tossicità data da un eccesso di vitamina A.

Anche il pesce, nella maggior parte dei casi, può essere somministrato al vostro pelosetto. Particolarmente consigliati per la salute canina tonno e salmone.

Verdura e frutta

Anche frutta e verdura fanno molto bene a Fido che può mangiare quasi tutte le verdure sia crude che cotte al vapore come carote, fagiolini, broccoli, cavolfiori, piselli, cavoletti di Bruxelles, ecc. L’importante è non somministrare mai le cipolle, altamente tossiche per i cani.

cane vegano

Molto adatte inoltre ai cani anche le patate bollite soprattutto la variante dolce in quanto ricche di vitamina A. I cani inoltre possono mangiare anche la lattuga o altre verdure a foglia verde e la maggior parte dei frutti. I migliori per il benessere gastrointestinale del cane sono sicuramente mele, pere, banane, pesche e ciliegie.

Ricordate però di evitare, sempre per la tossicità, uva e uvetta e di mantenere porzioni piccole. Troppa frutta infatti può causare mal di stomaco e diarrea.

Carboidrati e cereali

Ai vostri cani, ebbene sì, con moderazione potete somministrare anche carboidrati. Potete infatti inserire nella dieta pasta purché senza sugo di pomodoro e la maggior parte dei grani interi cotti.

cane ruba dal piatto

Fido infatti può mangiare senza alcun problema riso anche integrale bollito, cous cous, farina d’avena e quinoa

Altri cibi

Ma è possibile variare il piano nutrizionale del nostro cane con altri innumerevoli cibi. Per esempio le uova sono un ottimo alimento e possono essere mangiate qualche volta a settimana in tutti i modi, strapazzate, sode e anche in camicia.

Gli esperti sostengono che i cani possano mangiare anche i gusci d’uovo ammorbiditi con acqua per 10/15 minuti e tritati e persino le uova crude.

Sulle uova crude però ci sono pareri discordanti per casi di avvelenamento da salmonella o di carenza di biotina. Per ogni evenienza è bene consultare sempre il proprio veterinario di fiducia.

un cane mangia uova dal cucchiaino

I quattro zampe possono gradire anche i latticini quali latte, ricotta e yogurt bianco in piccole quantità e formaggio come il parmigiano. Evitate sempre formaggi con pepe e aromatizzati altamente tossici per l’apparato digerente del cane.

Tra i cibi che sicuramente non pensereste mai di dare al vostro cane ma che in realtà lui può ingerire c’è l’aceto di mele biologico che può essere aggiunto all’acqua del cane (circa un cucchiaino in un litro d’acqua) per aiutare la digestione ed eliminare le pulci.

Inoltre i pelosetti possono mangiare arachidi e burro d’arachidi preferibilmente se preparato in caso per evitare l’eccesso di sodio che come sappiamo è assolutamente vietato.

Consigli e conclusioni

Se decidete di cucinare del cibo umido al vostro cane ricordatevi di assicurarvi che riceva tutto l’apporto nutrizionale necessario. Confrontatevi quindi con un esperto per costruire insieme a lui una dieta completa e adeguata che non faccia mancare alcun principio nutritivo.

cane immerge il muso nella ciotola

Qualora poi vi rendeste conto di non poter somministrare al vostro amico a quattro zampe sempre cibi e alimenti fatti in casa, potete optare per un’alimentazione mista. Due e tre volte a settimana potete continuare a dare da mangiare crocchete mentre per i restanti giorni potete realizzare dei piatti personalizzati o dare degli avanzi della vostra.

In questo caso è fondamentale che le pietanze che avete consumato non contengano cibi che Fido non può tollerare e che gli vengano somministrati nella sua ciotola e non dal piatto.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati