Cuccioli di Pointer, carattere e tutto quello che bisogna sapere

Cuccioli di Pointer: cosa sapere su di loro, come curarli favorendo una crescita sana che metta in evidenza le qualità della razza stessa

cuccioli di pointer

Alzi la mano chi non vorrebbe giocare con un gruppo di adorabili cuccioli di Pointer, la razza perfetta per sostenere ricche sessioni fatte di coccole e attività ludiche.

Esemplari dediti alla caccia e al riporto, i cani di razza Pointer possono anche trasformarsi in animali di affezione amorevoli e fedeli. Scopriamo insieme il loro carattere.

Carattere e temperamento dei cuccioli di Pointer

Cuccioli di Pointer, carattere e tutto quello che bisogna sapere

Tonici, scattanti e dal fiuto infallibile ecco i cuccioli di Pointer, una razza predisposta per la caccia e per le corse forsennate dietro a una preda.

Sono animali che sin da piccoli mostrano una predisposizione per l’attività venatoria e, in particolare per le lunghe sgambate all’aria aperta.

Addestrati appositamente per rincorrere le prede risultano al contempo amici fedeli e simpatici, amano alternare la vita all’aria aperta con le comodità da salotto.

Nonostante la sicurezza che sfoggiano durante la pratica sono cani dall’animo sensibile che necessitano del contatto con il proprietario e la sua attenzione.

Perfetti compagni di giochi per i bambini mostrano un carattere paziente ed estremamente calmo, una caratteristica che sottolinea la loro capacità di adattamento.

I cani razza Pointer sono quadrupedi eleganti, raffinati, dall’incedere leggero e veloce, sono molto intelligenti e sagaci e anche molto pazienti.

Si affezionano profondamente al proprietario mostrando un carattere amorevole e molto fedele, un’educazione e un’attenzione unica che non va delusa.

Nonostante l’energia e la potenza sfoggiata durante le battute di caccia risultano cani un po’ timidi e riservati che meritano amore e rispetto.

Non sono animali con grandi pretese perché si adattano perfettamente a ogni situazione, ma in cambio chiedono solo la possibilità di uscire a passeggio e un po’ di amore sincero.

Una vita piena di limitazioni potrebbe incidere sul loro umore rendendoli più tristi e malinconici, trasformandoli in cagnolini insicuri ed esacerbando la loro timidezza.

Per questo è fondamentale trattarli nel modo giusto e con il rispetto che meritano, attenzioni che ricambieranno riempiendo il proprietario di profondo amore.

Caratteristiche fisiche e particolarità

Cuccioli di Pointer, carattere e tutto quello che bisogna sapere

Perfetti cani da caccia e da riporto sfoggiano una fisicità invidiabile, i cuccioli di Pointer sin da piccoli vantano un equilibrio strutturale e di forme.

Crescendo riescono ad affinare queste loro qualità innate mostrando una fisionomia aggraziata e quasi altezzosa, con un muso allungato e molto evidente.

Una caratteristica predominante della razza sempre pronta da annusare tracce e profumi, alla ricerca delle prede e di odori stuzzicanti.

I cani di razza Pointer risultano spesso snelli e slanciati sorretti da una fisicità tonica ed elegante, con zampe e collo lungo e torace ampio.

La muscolatura appare molto evidente, tonica ma asciutta, come il corpo stesso: una fisionomia accentuata da un pelo corto e raso con macchie scure su manto bianco.

Le colorazioni ammesse sono poche: bianco, nero, nero-focato, fulvo, bianco e fegato, rosso, marrone, marrone bruciato, bianco e limone.

Sono cani alti e importanti, scattanti ma al contempo aggraziati, gli allevatori puntano su queste caratteristiche distintive e predominanti della razza.

Difficilmente faranno emergere derive comportamentali o difetti fisici, che potrebbero risultare un limite per la caccia o per la vendita dei cuccioli.

Per quanto riguarda la loro crescita possono raggiungere i 30 chilogrammi di peso se maschi oppure i 25 chilogrammi se femmine, per un’altezza al garrese tra i 69 e i 66 centimetri.

La coda è di media lunghezza, con una base ampia che si assottiglia in punta mentre le orecchie appaiono pendenti accanto agli zigomi.

Ciò che caratterizza i Pointer è la presenza di fianchi più alti rispetto al resto del corpo, una posa che favorisce una curvatura nel profilo.

Alimentazione e cure dei cuccioli di Pointer

Cuccioli di Pointer, carattere e tutto quello che bisogna sapere

Prendersi cura dei cuccioli di Pointer è fondamentale, una prassi costante che permetterà una crescita sana ed equilibrata.

Non solo esercizio, corse e lunghe passeggiate ma anche spazzolate di routine utili a mantenere lucido il manto, eliminando il pelo morto.

Sono animali molto solidi e sani ma possono risultare predisposti verso alcuni malattie come ad esempio l’entropion, la displasia all’anca, problematiche cutanee e di udito.

Seguite dall’epilessia, disfunzioni alla tiroide e la possibilità di sviluppare l’osteopatia neuropatica con una sintomatologia già presente intorno ai 3 massimo 9 mesi di età.

Per questo è importante che possano avvalersi di cure e visite veterinarie, oltre alla presenza di un regime alimentare personalizzato a seconda dei loro impegni.

Più corposo e ricco di prodotti corroboranti durante il periodo dedicato all’attività venatoria come ad esempio, proteine, carni di qualità e vitamine.

Ma anche leggero e nutriente durante la stagione dedicata al riposo e al relax, una necessità utile a non appesantire il suo corpo agile e tonico.

I cuccioli di Pointer devono poter contare su un’esistenza ricca di cure e attenzioni, un percorso sano in grado di agevolare una vita felice e longeva raggiungendo serenamente i 14 anni di età.

Origini della razza e curiosità

Cuccioli di Pointer, carattere e tutto quello che bisogna sapere

Quasi ogni nazione rivendica l’origine della razza stessa perché pare sia imparentata con il Bracco, si dice che derivi proprio dalla tipologia spagnola del Bracco importato in Inghilterra nel XVIII secolo.

Subendo successivamente una serie di modifiche utili alla creazione di un cane da caccia; altre teorie vogliono la razza il frutto di molteplici incroci iniziati nel XIX secolo.

Un mix nato dall’unione tra alcune razze quali Bracco italiano, Foxhound, Bull Terrier, Levriero, Terranova, Setter e Bulldog.

Anche se la Francia ne rivendica la paternità e l’origine data dalla necessità di creare un cane appositamente selezionato per la caccia.

In particolare per la punta, non a caso la razza prende il nome da To point ovvero puntare verso l’obiettivo, la posa che assume il Pointer quando intercetta una preda.

Nonostante non siano così certe le origini di questo elegante quadrupede per un certo periodo è stato anche chiamato Old Spanish Pointer, per poi giungere al nome attuale.

Le infinite selezioni hanno condotta alla creazione di una razza affascinante, elegante ma anche a un cane emotivamente equilibrato e affettuoso.

Per un acquisto sicuro di cuccioli di razza pura Pointer è bene rivolgersi solo ad allevamenti certificati che potranno rilasciare la documentazione ufficiale.

Permettendo l’acquisto di cani sani e regolarmente vaccinati; le cifre di vendita si aggirano intorno ai 500 euro per esemplare.