Cuccioli di Rottweiler e bambini, come dare vita a una perfetta convivenza

Cuccioli di Rottweiler e bambini: tutti i consigli per farli vivere insieme al meglio

Cuccioli di Rottweiler e bambini

Se avete una famiglia e state pensando di allargarla adottando un amico a quattro zampe, è probabile che vi siate chiesti com’è il rapporto tra cuccioli di Rottweiler e bambini. Ammesso che la vostra scelta sia ricaduta su questa razza in particolare, è chiaro. In tal caso, non ci stupirebbe affatto, soprattutto considerando che il Rottweiler è stato spesso riconosciuto come uno dei cani più apprezzati al mondo. Il motivo? La sua personalità affettuosa e giocosa, che lo rende il perfetto animale da compagnia per la famiglia. Bambini inclusi.

Dall’altro lato, siamo abbastanza certi che vi abbiano spaventati quelle leggende metropolitane secondo cui il cane può aggredire i vostri bambini da un momento all’altro, preso da chissà quale raptus. Come anticipato, si tratta di una convinzione piuttosto infondata. D’altronde, l’esemplare di qualunque razza potrebbe reagire male di fronte ad un comportamento sbagliato nei suoi confronti. Proprio per questo, è bene educare i vostri figli ad assumere un comportamento corretto verso il cucciolo, in modo da costruire insieme una convivenza serena. Vediamo allora come fare.

Rottweiler e bambini: convivenza possibile?

Prima ancora di capire come far convivere bambini e cuccioli di Rottweiler, è bene capire se questi possano davvero andare d’accordo. La risposta è sì. Considerato il carattere amichevole, affettuoso e giocherellone degli esemplari di questa razza, possiamo dirvi che sono ben adatti alla vita con i più piccoli. Ma questo vale solo se siete davvero molto bravi ad educare sia il cucciolo di cane sia quello di umano ad una convivenza serena. Per quanto intelligente, questi cani devono comunque gestire una grossa mole fisica, che può diventare pericolosa per un bambino. Ma non perché il cane voglia fargli del male, sia chiaro. Semplicemente perché muovendosi il cucciolo può fare danni, soprattutto se non si trova sotto il controllo vigile di un adulto.

Cuccioli di Rottweiler e bambini, come dare vita a una perfetta convivenza

Al tempo stesso, sono proprio le sue caratteristiche fisiche a renderlo un baby sitter perfetto. Grazie alla sua stazza, il piccolo sarà perfettamente in grado di resistere agli attacchi dei bambini più attivi e di proteggere quelli più timorosi. Inoltre, gli esemplari di Rottweiler amano giocare in compagnia di grandi e piccini, per cui i vostri figli troveranno davvero il compagno ideale per attività all’aria aperta. La corsa e il lancio del bastone sono solo alcuni dei giochi amati dai cuccioli, per cui i bambini avranno davvero modo di esaurire le loro energie insieme ai loro amici a quattro zampe.

Infine, lasciateci pure che il rapporto tra cuccioli di Rottweiler e bambini è assicurato dall’attitudine della razza a rimanere sempre in compagnia di membri della famiglia. Questi cani non amano la solitudine. E anche se non interagite con loro, amano comunque starsene in vostra compagnia. Inutile dire che questo atteggiamento si sposa alla perfezione con la richiesta di attenzione dei bambini che, come sappiamo, non amano affatto rimanere da soli per più di due o tre minuti.

La socializzazione dei cuccioli di Rottweiler

Diciamoci la verità: questa razza ha una grande varietà di personalità, che possono emergere a seconda dell’educazione del cucciolo. E questo vale soprattutto per il suo rapporto con i bambini. Di base, infatti, il Rottweiler è un cane non particolarmente socievole nei confronti degli sconosciuti. Essendo molto legato alla sua famiglia, finisce con il riconoscere gli estranei come un’eventuale fonte di pericolo. E questo ben spiega il perché sia tanto importante far socializzare il vostro cucciolo con i bambini già dalle prime settimane di convivenza in casa. In questo modo, il cane ha la possibilità di conoscere i membri più piccini della famiglia, così da abituarsi ad interagire con loro al meglio.

Cuccioli di Rottweiler e bambini, come dare vita a una perfetta convivenza

La cosa importante è far avvicinare in modo naturale il cucciolo al bambino, sempre tenendo sotto controllo (con occhio estremamente vigile) quello che accade. Se riuscite a creare questo legame quando il cane è molto piccolo, noterete subito che si rivolgerà al bambino in modo giocoso, chiedendo di interagire con lui. Lasciategli qualche gioco con cui i due possano divertirsi insieme e vedrete che la socializzazione comincerà nel migliore dei modi. Ma fate molta attenzione ad una cosa: non dovrà essere soltanto il cane a comportarsi bene nei confronti dei bambini, ma anche il contrario.

Come sapete bene, soprattutto se siete genitori, i piccoli non hanno grande rispetto nei confronti dello spazio o dei giochi dell’animale con cui vivono. Lo fanno per predisposizione naturale e non per cattiveria, è chiaro, ma questo può generare una reazione sbagliata da parte dell’animale. Insegnate allora ai vostri bambini a non togliere il gioco dalla bocca del cucciolo, tanto meno a strapparglielo dalle zampe. Se possibile, fate in modo che non facciano movimenti bruschi verso il piccolo, così da evitare di spaventarlo e innescare una reazione che lo porta sulla difensiva. Educate anche i bambini a non invadere lo spazio del Rottweiler, e così pure a non infastidirlo toccandogli muso, coda, orecchie o qualunque altra parte del corpo gli risulti fastidiosa. In verità, il segreto della convivenza è uno: fare in modo che il bambino sia rispettoso del cucciolo e viceversa.

Cuccioli di Rottweiler e bambini, come dare vita a una perfetta convivenza

Cuccioli di Rottweiler e bambini, un’alleanza incredibile

Se la socializzazione dei cuccioli di Rottweiler nei confronti dei bambini richiede un po’ di pazienza, vi regalerà anche soddisfazioni incredibili. Una volta che i due hanno avviato e consolidato il loro rapporto di amicizia, sarà davvero difficile separarli. Essendo un cane leale e fedele, il vostro piccolo si legherà in modo davvero forte al bambino, tanto da difenderlo nelle situazioni che appaiono più pericolose. Tutto queste dipende però dall’educazione che decidete di impartire al vostro amico a quattro zampe.

Se non gli permettete di vivere un rapporto ravvicinato con un bambino, non potete certo aspettarvi che il cane assuma un atteggiamento amorevole nei suoi confronti. Tenete sempre in considerazione il fatto che il Rottweiler sa essere un discreto cane da guardia, per cui dovete evitare che riconosca i bambini come estranei e fare in modo che li identifichi come amici. Come? Nei primi mesi di vita abituatelo al rapporto con i più piccoli. Ci vorrà pazienza, ma non è certo una missione impossibile.