Cucciolo di cane che abbaia: motivi e come farlo smettere

Come comprendere le cause e come comportarsi se avete un cucciolo di cane che abbaia; correggere alcuni comportamenti è indispensabile sia per il cane che per il padrone

Avere un cucciolo di cane che abbaia in maniera eccessiva potrebbe risultare parecchio difficile da gestire, soprattutto se abbaia anche di notte e se si vive in un appartamento.

Anche i vicini infatti potrebbero essere infastiditi. Per tale motivazione risulta necessario comprendere quali sono le cause che si nascondono dietro tale comportamento; se hanno un’origine medica o se risiedono nel comportamento.

cane sul divano

In ogni caso sarà necessario fare una ricerca approfondita, per fare in modo di determinare la causa con estrema rapidità; con altrettanta rapidità è necessario riuscire a risolvere il problema, che, in caso contrario, a lungo andare può compromettere la qualità di vita di tutti.

Perché il cucciolo abbaia sempre?

Vedere un cucciolo di cane che abbaia spesso rientra nella normalità; si sa, i cuccioli sono sempre più esuberanti e richiedono costantemente attenzione. Questo però diventa anomalo soprattutto se l’abbaiare del cucciolo è continuo, anche nelle ore notturne ed è necessario quindi chiedersi se qualcosa non va come dovrebbe.

La prima cosa, quindi, che risulta necessario fare è andare dal veterinario per escludere la presenza di un problema che può compromettere la vita del cane dal punto di vista clinico. Solo dopo, i dovuti controlli e dopo che il veterinario si è accertato del buono stato di salute del peloso, è possibile cercare di trarre la conclusione; questo risulterà possibile solo analizzando il comportamento del peloso.

cane riccio

Non è sempre facile comprendere quali siano le origini di un comportamento ripetitivo e anche a tratti fastidioso, ma risulta necessario indagare il più approfonditamente possibile; solo così è possibile riuscire a determinare la causa e poi trovare una soluzione al problema il prima possibile. La qualità di vita di tutti dipende anche dal comportamento che il cane assume, per questo è indispensabile comprendere velocemente le cause.

Ragioni comportamentali

Sono parecchie e sono diverse le ragioni comportamentali che inducono un cucciolo di cane ad abbaiare in maniera costante e queste infatti possono riguardare:

  • Noia: i cuccioli essendo molto iperattivi necessitano di costanti attenzioni e di costante movimento; quando questo non può avvenire tendono ad annoiarsi, innescando in loro questo comportamento
  • Senso di protezione spiccato:in questo caso è possibile notare un cucciolo di cane che abbaia, quando entrano estranei in casa; questo comportamento, se tende ad essere continuo e ripetitivo, denota che il cane è particolarmente territoriale e che di buon grado accetta la presenza di altre persone in casa
  • Ricerca continua di attenzioni di qualsiasi tipo, dalla fame, alla passeggiata, al gioco
  • Ansia da separazione: in questi casi generalmente i cani tendono ad abbaiare insistentemente quando sono soli. Spesso però, per quanto riguarda questa ragione, si manifestano anche altre forme di comportamento, quali depressione, atteggiamenti distruttivi, inappetenza e il cane tende a girare di continuo su se stesso

cane che guarda

Altre motivazioni includono:

  • La chiusura del cane all’interno della gabbietta
  • Consapevolezza che ad ogni suono emanato, il proprio padrone accorre in soccorso
  • Necessità reale, come fame, sete o urgente bisogno di fare una passeggiata all’aperto
  • Suono del campanello, del citofono o di altri rumori forti
  • Mancanza di fiducia; tale condizione è possibile riscontrarla in cani piccoli che sono stati abbandonati dal precedente proprietario. Riuscire a gestire un cane abbandonato non è semplice, ma con una buona dose di pazienza e tanto affetto è possibile permettere al cane di acquisire la giusta dose di fiducia e di riuscire ad eliminare i problemi legati a tale mancanza

Come fare smettere Fido

Fare smettere un cucciolo di cane che abbaia non è semplice e non è un procedimento veloce; questo infatti richiede parecchio tempo e parecchia costanza e sicuramente anche molto esercizio. Tuttavia, prima, è fondamentale comprendere quello che si può fare e quello che è totalmente sconsigliato fare.

La tendenza ad abbaiare può aumentare o diminuire anche in base ai comportamenti che assume il padrone; certi comportamenti, sia diretti che indiretti, possono perfino aumentare in misura esponenziale l’abbaiata.

Se ci si dovesse accorgere che il cucciolo di cane tende ad abbaiare, soprattutto se si trova all’interno della gabbietta o del trasportino durante la notte, è altamente probabile che ancora non abbia familiarizzato ancora con il trasportino.

cane sul prato

Il trasportino può essere inteso dal cane come una sorta di punizione e tenderà non solo ad abbaiare, ma anche a piangere. In questo caso è possibile cercare di correggere tale comportamento, cercando di tenere la grata del trasportino aperta.

Così facendo il cane non si sentirà chiuso e segregato, ma capirà che in realtà lui è libero di muoversi e che stare dentro il trasportino durante la notte risulta del tutto normale.

Soprattutto durante la notte, è importante che il cane sia perfettamente a suo agio, in modo tale che possa abbaiare il minimo possibile e per evitare che possa infastidire eccessivamente i padroni o anche l’intero vicinato; inoltre risulta indispensabile anche per i cani dormire serenamente, per evitare che possano aumentare le paure, le ansie e di conseguenza anche l’atto dell’abbaiare.

Cosa non fare e cosa fare

Tra i comportamenti da non assumere in presenza di un cane che abbaia molto c’è innanzitutto l’azione di gridare; le grida infatti non fanno altro che assecondare ed incentivare il cane ad abbaiare. È importante essere autorevoli, ma sicuramente non aggressivi o inclini al nervosismo.

Inoltre il cucciolo non riesce a capire frasi “smettila di abbaiare” o “stai zitto” e ripetendole, anche alzando il tono di voce, non fanno altro che far aumentare istintivamente tale atteggiamento. È sconsigliato inoltre l’uso di museruole o altri metodi coercitivi perché non fanno altro che aumentare l’istinto di abbaiare e possono perfino giustamente provocare manifestazioni di aggressività.

cane che abbaiaTra le cose che invece è consigliabile fare, per prima cosa c’è insegnare al cane il comando “calmo”. Quindi, quando il cane abbaia sarà necessario dire, con tono pacato ma allo stesso tempo fermo, la parola “calmo”. Guardatelo e ripetetelo al massimo tre volte e aspettate che il cane si fermi; dopo che il cane smette è altrettanto necessario premiarlo con uno snack premio o con uno dei biscotti per cani.

È importante però che rispettiate i tempi e che non somministriate al cane il biscotto, mentre ancora abbaia. Questo esercizio svolto correttamente, instaurerà nel cane un rinforzo positivo e assocerà la parola ad un determinato comportamento e che alla fine conduce ad un premio.

Un’altra cosa da fare è insegnare un ulteriore comando, utilizzando una parola diversa da quella precedente, come ad esempio la parola “tranquillo”. Quindi, sempre con toni pacati, ma allo stesso tempo in maniera decisa, dite la parola “tranquillo” e mettete un dito sulle labbra. Spesso e volentieri risulta più semplice ai cani associare parola e movimento del corpo.

cane piccolo

Inoltre ignorare completamente il cane quando abbaia può risultare parecchio efficace per scoraggiare tale comportamento. È quindi consigliabile girarsi dall’altra parte quando il cane abbaia, senza guardarlo e facendo finta che questo non si trovi nella stanza; certamente non risulta semplice ignorare completamente il proprio cane, ma questo è necessario se si ha intenzione di correggere questo specifico comportamento.

Escamotage e trucchetti da utilizzare

Oltre ai comportamenti da assumere o da non assumere in presenza di un cane che abbia molto e spesso, è possibile ricorrere a qualche escamotage che possono favorire il corretto comportamento.

Tra questi escamotage rientra fare stancare il cane; cercate quindi di tenerlo attivo il più possibile e di riempire la sua giornata con passeggiate, esercizi e giochi da fare insieme. In questo modo il cane tenderà a stancarsi e a riposare con molta più facilità e di conseguenza ad abbaiare molto meno.

cane cucciolo

Per quanto riguarda la questione trasportino, potete invece renderlo più accogliente con l’utilizzo di cuscini o coperte che renderanno anche più soffice il riposo del vostro cane. Questi espedienti non sono ovviamente in grado di dare una soluzione definitiva al problema, ma sicuramente riescono comunque ad essere un grosso supporto per la risoluzione di esso.

Se il cane dovesse abbaiare perché si sente abbandonato, un buon metodo che generalmente funziona è quello di mettere sulla cuccia del peloso un capo d’abbigliamento del padrone; in questo modo l’indumento impregnato di profumo può tranquillizzare il peloso e può farlo sentire meno solo.

Non dimenticarsi della socializzazione precoce!

Tutti i cuccioli necessitano di imparare il modo corretto per socializzare con altre persone o con altri animali o perfino con un nuovo ambiente. Solo la corretta socializzazione infatti è possibile riuscire a prevenire una serie di comportamenti fastidiosi, come ad esempio l’incessante abbaiare.

Inoltre riuscire ad insegnare i comandi base per cani si rivelerà di enorme aiuto e sicuramente di grande efficienza. Non è sempre facile insegnare ai cuccioli i comandi e sicuramente risulteranno fondamentali parecchio tempo e parecchie energie per riuscire nell’intento.

due cuccioli

La socializzazione precoce non solo migliora le capacità di accettazione del proprio cane per quanto riguarda la presenza di altri animali o di altre persone in casa, ma limiterà di molto l’atto dell’abbaiare.

Un cucciolo di cane che abbaia, tende infatti ad abbaiare costantemente a tutto ciò che non conosce; per tale ragione la conoscenza risulta indispensabile, per fare in modo che il cane abbia più fiducia in sé e nei confronti dell’altro.

In breve

Alla luce di tutto ciò, è importante riepilogare molto brevemente le cause per cui un cane può abbaiare in maniera incessante; sentimenti come paura, felicità o noia possono largamente contribuire allo sviluppo di questo tipo di comportamento che potrebbe risultare fastidioso, soprattutto durante le ore notturne. Risulta quindi necessario riconoscere la causa scatenante e comprendere quali sono i metodi migliori per cercare di correggere tale comportamento.

Bisogna evitare quindi di accorrere in aiuto del proprio cane ogni volta che questo abbia o che piange, è importante cercare di fare stancare il cane, attraverso costante attività fisica e giochi frequenti. Risulta indispensabile anche evitare di emettere o di fare emettere suoni eccessivamente forti; i cani infatti hanno un orecchio molto più sviluppato e sensibile di quello umano. I pelosi tendono a percepire i suoni in maniera molto più forte e nitida e spesso abbaiano anche perché riescono a sentire suoni che risultano impercepibili all’orecchio umano.

cane che abbaia

Inoltre è fondamentale che prima si faccia controllare il cane da un veterinario, per escludere totalmente la possibilità che l’abbaiare continuo sia collegato ad una questione fisica. Infine se proprio non si riuscisse a correggere tale comportamento, è consigliabile avallarsi dell’ausilio di un comportamentista; questi infatti potrà non solo studiare i comportamenti del cane e del proprietario, ma potrà insegnare ai cani e ai padroni dei trucchetti da fare anche insieme.

Conclusione

Per ultimo, ma non per questo meno importante, è necessario comprendere che l’abbaiata non è che altro uno dei modi che hanno i cani per comunicare; esattamente come le persone hanno la voce. Risulta fondamentale fare questa piccola precisazione perché, sfortunatamente, moltissimi padroni ricorrono a metodi coercitivi e anche piuttosto violenti per non fare abbaiare il cane.

Questo è sicuramente l’approccio più errato in assoluto, non solo perché del tutto inefficace; è inefficace perché darebbe grandissima sofferenza al cane e lo renderebbe comprensibilmente aggressivo.

cane che abbaia

Il comportamento umano influisce moltissimo sul comportamento del proprio cane; avere un atteggiamento rilassato ed essere pazienti e affettuosi può aiutare il cane e può essere utile nella gestione di tutti i comportamenti del proprio peloso. Al contrario, un atteggiamento negativo può ripercuotersi in maniera negativa sul comportamento del cucciolo che crescerà, assumendo un atteggiamento perennemente aggressivo.

In definitiva, un cucciolo di cane che abbaia può nascondere diverse problematiche, più o meno facili da gestire e più o meno gravi. Riuscire a comprendere le cause e le motivazioni è fondamentale per arrivare alla soluzione migliore e per risolvere tale fastidio. Spesso e volentieri si tende a pensare a soluzioni estreme, ma solo la calma e la pazienza è possibile trovare la migliore soluzione al problema.

cane cucciolo

Per qualsiasi altra informazione o dubbio in merito ad un cucciolo di cane che abbaia, è consigliabile avvalersi dei pareri del veterinario e di un comportamentista; il primo cercherà di comprendere se sussistono ragioni mediche che spiegherebbero questo comportamento.

Il comportamentista invece potrà risalire alle cause e cercherà di trovare una soluzione in merito; questo anche grazie all’ausilio di esercizi e trucchi personalizzati, prendendo in considerazione una serie fattori. Tali fattori possono interessare aspetti caratteriali del cane, visibili con le azioni quotidiane, e aspetti caratteriali e comportamentali dei padroni. Attraverso quindi uno studio approfondito, il comportamentista sarà in grado di assegnare gli esercizi più corretti e consoni sia per il cane che per il padrone.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati