Cucciolo di cane, come vede gli umani? Ecco cosa sapere

Cucciolo di cane: come vede gli umani? Eccovi spiegato come ci percepisce il nostro amico a quattro zampe.

Vi siete mai chiesti “ma un cucciolo di cane, come vede gli umani“? Le risposte a questa domanda possono essere molteplici. Qualcuno direbbe “con gli occhi”, il che non sarebbe neppure troppo sbagliato. I più sentimentali, invece, risponderanno dicendo che sicuramente il vostro cucciolo percepisce le persone che lo circondano con il proprio cuore. Effettivamente, hanno ragione entrambi.

Ammesso che la vista sia un senso che si sviluppa entro i primi 3 mesi della vita del cane, c’è da dire che un cucciolo sa percepire gli umani che lo circondano già dal primo momento in cui entra in casa. Quello che ancora non ci è chiaro è come li vede davvero. Come fossero i suoi genitori? Come fossero i suoi capo branco? Oppure in un altro modo ancora? Cerchiamo di rispondere a tutte queste domande in maniera chiara e precisa.

Come vede un cucciolo di cane?

Partiamo dalla parte più semplice, ossia dallo sviluppo del senso della vista in un cane di età piccola. È importante che sappiate che i cuccioli, al momento della nascita, sono ciechi e completamente dipendenti dalla mamma. E questo vale per le prime 3 settimane di vita almeno. Trascorso questo primo periodo, entro le prime 5 settimane il cucciolo sviluppa la sua vista periferica.

cucciolo di cane come vede gli umani

A partire da questo momento è possibile cominciare ad educare il piccolo, poiché comincia ad avere già i primi sensi ben sviluppati. Dovrete solo fare attenzione a non addestrarlo in un luogo troppo ricco di stimoli, poiché questo potrebbe distrarlo. Ma una cosa è certa: il vostro cucciolo comincia a vedervi e a percepirvi come una presenza reale.

Certo, non pensiate che abbia la stessa vista di un essere umano, perché sappiamo per certo che non sia così. Ma questo non significa certo che il vostro cane veda in bianco e nero. Si tratta di una leggenda metropolitana, diciamoci la verità. Stando agli studi scientifici, i cani sono dotati di una visione bicromatica, ossia sono sensibili al blu e al giallo, ma non sono in grado di percepire il rosso. Saperlo potrebbe esservi utile per la scelta del giusto colore dei suoi giocattoli. Se dovete lanciargli una pallina, fareste bene a sceglierla di colore blu piuttosto che arancione, perché il vostro cucciolo sarà facilitato a trovarla.

Quindi, se vi state chiedendo davvero un cucciolo di cane come vede gli umani, la risposta è semplice. Quasi come noi vediamo lui, fatta eccezione per qualche discromia.

Cucciolo di cane, come vede gli umani?

Ora cerchiamo di rispondere alla domanda più complessa tra le due. In che modo un cucciolo percepisce il padrone o gli umani che lo circondano? Prima di rispondere a questa domanda, è bene precisare che ci sono moltissimi padroni che si definiscono i genitori dei loro stessi cuccioli. Quante volte vi è capitato di definirvi come la mamma o il papà del vostro cane? Infinite, ne siamo certi. Ed effettivamente, il vostro cucciolo potrebbe vedervi proprio così.

Recenti studi hanno dimostrato che gli essere umani siano portati a coccolare e prendersi cura del loro cane proprio come fanno con i loro figli. Anzi, anche la nostra abitudine di parlare con i cuccioli adottando un linguaggio tenero (e infantile) è piuttosto indicativa dell’atteggiamento da genitori che tendiamo ad assumere. Ma come ci percepiscono invece i cani? Esattamente in questo modo.

cucciolo di cane come vede gli umani

Se vi state chiedendo ancora un cucciolo di cane come vede gli umani, la risposta è semplice: esattamente come vi fate vedere. Questo significa che il vostro cucciolo vi percepirà come i suoi genitori. Il vostro piccolo vi vede quindi come una figura di riferimento, da cui dipende fortemente per essere accudito (e non solo). Il cucciolo si abituerà quindi a vedervi come una fonte di sicurezza e di conforto. Siete voi il porto sicuro da cui il cane si muove per esplorare il mondo, e dove torna non appena si trova in difficoltà o in pericolo.

Al pari di un figlio, il cucciolo stringerà con voi un legame di affetto e di fiducia. E va ben oltre a questo, assumendo i tratti tipici di un attaccamento infantile. Questo ci fa capire il perché un cane soffra tanto l’abbandono. Essere lasciato da quelli che vede come i suoi genitori rappresenta un evento traumatico per l’animale, che si porterà dietro per molto tempo problemi che hanno a che fare con l’insicurezza. Questo non significa che il cane non possa più riaffezionarsi, sia chiaro. Ci vorrà tempo, ma molti dei cuccioli adottati riescono a stringere legami affettivi molto forti con gli umani che li circondano. Questo perché il cane è un animale che ha bisogno di ritrovare questo rapporto, che rappresenta per lui una fonte importante di sensazioni positive (e non solo).

E se il cucciolo vi vede come un capobranco?

Come abbiamo anticipato, un cucciolo può vedere gli umani in una molteplicità di modi piuttosto diversi tra loro. Questo varia a seconda di come il padrone stesso decide di comportarsi ed educare il suo piccolo. Non tutti, infatti, accettano di porsi sullo stesso piano dell’animale ed instaurare con lui un rapporto affettivo di tipo genitoriale. Ecco perché il cane può percepire il suo padrone anche come capobranco.

Questo significa che non sarete affatto la persona con cui il cane gioca e si diverte soltanto, ma avrete un’aura più autoritaria e un potere più forte. In questo caso, sarete voi a decidere ogni cosa per il cucciolo: dove dorme, quando esce, come deve comportarsi in presenza di estranei in casa, cosa deve mangiare e via dicendo. Sarete voi a fissare le regole e a fare in modo che il cane le rispetti, non solo nei primi mesi di vita, ma per tutta la convivenza con voi.

Facciamo un passo indietro. Essere un capobranco non significa certo essere meno benevoli e teneri nei confronti del cane. Questo tipo di rapporto fa capire al vostro amico a quattro zampe che non siete sullo stesso piano, ma che c’è una differenza sostanziale tra voi due. Siete voi i padroni della casa e della situazione, per cui il vostro cane sa che non vi lascerete affatto sopraffare dai suoi comportamenti.

cucciolo di cane come vede gli umani

Se insisterete in maniera chiara e decisa sull’educazione del vostro piccolo, allora il cucciolo vi vedrà come il suo capobranco. Sarete allora la figura a cui si può affidare in qualunque situazione, ma che sa di dover rispettare. E tutto questo sarà possibile soltanto creando un rapporto empatico con il vostro cucciolo, che sarà allora disposto a rispondere ai vostri comandi e rispettare le vostre regole.

In qualunque caso, il cane stringerà un legame affettivo con gli umani che lo circondano, anche se questi non lo riempiono di parole tenere o premi aggiuntivi. Stiamo parlando di un animale sentimentale, che fonda i suoi rapporti con le persone sulla fiducia. Il fatto che vi veda come un capobranco non esclude affatto tutta la sfera di tenerezza e dolcezza che caratterizza il rapporto tra un padrone e il suo animale. Spesso si fa confusione su questo aspetto, identificando i padroni più “severi” con quelli meno affettuosi. Ma non è assolutamente così.

Spesso, essere molto decisi nell’educazione del proprio cucciolo significa semplicemente prendersene cura. E non pensiate che il cane vi percepisca come un despota o chissà cosa. Oltre alle sessioni di addestramento ci saranno momenti dedicati alle coccole e alla tenerezza, per cui il vostro amico a quattro zampe avrà comunque un legame di tipo affettivo con voi.

Cucciolo e umani: come sono percepiti gli estranei?

Dopo avere capito come un cucciolo di cane vede gli umani, è bene fare un piccolo appunto su come gli estranei vengono percepiti dal piccolo nei suoi primi mesi di vita. Molti animali hanno un’indole paurosa ed insicura, e tendono pertanto a percepire le persone che non conoscono come una minaccia. Questo scatena una serie di comportamenti aggressivi o difficili da gestire, soprattutto se il cane non viene abituato a rapportarsi con chi non conosce. È il padrone stesso a modulare questo comportamento del cucciolo. Come?

Semplicemente facendolo socializzare quanto più possibile con persone sempre diverse. Invitando amici a casa o portandolo al parco e lasciandolo giocare con gli estranei, vi renderete conto che il cucciolo si abituerà in poco tempo a capire che gli sconosciuti non sono una minaccia, quanto una fonte di coccole e affetto. Proprio come voi. Ancora una volta, quindi, il cane vede gli umani come loro vogliono farsi vedere. E questo è un elemento da considerare nel vostro rapporto con un cucciolo, e anche in quello del piccolo con gli altri.

Portatelo al parco, fategli condividere le proprie giornate con i suoi simili e con gli altri padroni, in modo tale che il cucciolo si abitui a vedere gli umani come suoi amici. Solo così lo convincerete a non percepirli come una minaccia, ma come la fonte di qualcosa di buono (e non soltanto coccole e premietti). Questo vi fa capire che il cane ci vede come vogliamo farci vedere noi. Cercate quindi di dargli una buona impressione, perché sarà quella che conta per lui. Vi vedrà così quando è piccolo, e continuerà a farlo per il resto della vita.

 

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati