Il cucciolo di cane sogna e piange, cosa dobbiamo fare

Cucciolo di cane sogna e piange: cosa fare per aiutarlo, tranquillizzarlo e calmarlo correttamente senza spaventarlo o destarlo bruscamente.

Il cucciolo di cane sogna e piange, cosa lo spinge ad assumere questo comportamento e cosa possiamo fare per intervenire in suo supporto.

In apparenza un’anomalia ma nella realtà dei fatti una condizione molto comune nella quotidianità del cucciolo stesso ma anche dell’adulto. Scopriamo perché.

Cosa può sognare il cucciolo di cane?

Il cucciolo di cane sogna e piange, cosa dobbiamo fare

I cani sognano e si muovono, spesso abbaiano e piangono fino a scalciare con forza mentre sgambettano comodamente sdraiati nel letto.

Un comportamento molto comune che potrebbe anche spaventare ma che rientra nelle attività notturne di Fido, sia adulto che cucciolo.

Ma ciò che lo spinge a comportarsi e reagire in questo modo è l’attività onirica in corso, nulla di preoccupante e anomalo.

Il cucciolo di cane sogna con molto impegno, anche a fronte delle tante ore della giornata che dedica al sonno e al riposo.

Nei suoi sogni rivive e ripercorre quello che ha già vissuto durante la giornata, magari un gioco divertente affrontato in compagnia del proprietario.

Oppure cerca di raggiungere qualcosa o qualcuno che nel sogno appare distante, ma potrebbe anche rivivere esperienze forti.

Come un confronto energico con un suo simile o una sgridata troppo severa, passando per i momenti di solitudine casalinga che tanto lo rattristano.

Fino a ricordare eventi del passato legati ai primi mesi di vita trascorsi con la madre e i fratelli, immagazzinando sia i ricordi che le esperienze.

Trasformandoli in presenze del subconscio per rielaborarli e assimilarli, così da attingervi in caso di necessità per affrontare le nuove situazioni.

Quante ore dorme il cucciolo di cane?

Il cucciolo di cane sogna e piange, cosa dobbiamo fare

Un tenero cucciolo di cane immerso nel suo sonno ristoratore, nulla di più delicato e tenero agli occhi di chi lo osserva e lo veglia.

Del resto dormire è un’attività che il cucciolo conosce bene e sposa completamente, riposando per circa venti ore durante tutto l’arco della giornata.

Con intervalli necessari per giocare, interagire ma anche per uscire a sgambare e principalmente per affrontare un’altra attività molto amata: mangiare.

I cuccioli con meno di un anno possono dormire anche venti ore mente quelli in età adulta riposano dalle otto alle tredici ore di massima.

Riposare e sonnecchiare sono attività che il cane ama tantissimo, in tutte le fasi della sua vita ma durante l’infanzia riesce a esprimersi al meglio.

E molto spesso il cucciolo di cane sogna e piange mentre è avvolto tra le braccia di Morfeo, in particolare durante il momento più profonda del suo sonno.

Ma durante il riposo il cagnolino affronta due fasi ben distinte: il sonno a onde lente e il sonno profondo meglio noto come fase REM comune anche nell’uomo.

La prima è caratterizzata da un riposo leggero con ripetuti risvegli mentre la seconda fase è quella più profonda, con una maggiore attività cerebrale.

Sotto alle palpebre gli occhi si muovono come a seguire l’azione sognata, il cane sgamba mentre è sdraiato, si agita emettendo ringhiate, lamenti, abbaiate e spesso pianti.

Devo svegliare il cucciolo di cane che ha un incubo?

Il cucciolo di cane sogna e piange, cosa dobbiamo fare

Cosa si deve fare se il cucciolo di cane sogna e piange, qual è il comportamento migliore da mettere in atto per preservare il suo benessere.

È una domanda ricorrente e molto comune tra chi convive con un quadrupede di affezione, testimone del suo sonno agitato e ricco di piagnucolii.

La prima reazione potrebbe essere quella di toccarlo con la mano e svegliarlo così da liberalo dall’incubo che lo sta facendo soffrire.

Ma è una scelta del tutto errata perché si rischierebbe solo allarmalo e spaventarlo profondamente, ridestandolo dal suo sonno in modo brusco.

Il cucciolo potrebbe agitarsi ulteriormente, innervosirsi e anche reagire in modo aggressivo mordendo la mano di chi cerca di calmarlo.

La soluzione migliore è quella di rasserenarlo senza ridestarlo dal sonno, magari appoggiando delicatamente la mano sulla sua testa o sul corpo.

Così da accarezzarlo con calma, sussurrando parole serene e tranquille utili a ridimensionare l’angoscia che sta vivendo in sogno.

Fino a posizionare la mano accanto al suo naso così che possa annusare odori familiari, in grado di placare la tensione e proseguire con un sonno pacifico.

Il cucciolo andrà svegliato solo e unicamente nei casi limite ovvero se prova angoscia, dolore e forte disagio, e il pianto appare dirompente e incontrollato.

Ma anche in questo caso il risveglio dal sonno dovrà avvenire in modo calmo e tranquillo, graduale.

Rassicurare il cucciolo di cane appena sveglio

Il cucciolo di cane sogna e piange, cosa dobbiamo fare

E dopo aver pianto e aver sgambato anche se comodamente disteso nel letto il piccolo potrebbe finalmente ridestarsi gradualmente.

Lasciandosi così alle spalle l’incubo vissuto, l’intensa attività onirica che ha vivacizzato il momento del riposo per ritrovarsi confuso e un po’ smarrito.

Cosa è bene fare per aiutare il cagnolino appena ripresosi dal sonno, come è utile intervenire per farlo sentire al sicuro e tranquillo.

Le coccole come sempre sono l’arma più adatta, lunghe carezze su tutto il corpo perché il contatto è importante e molto rassicurante.

Specialmente per un cucciolo che magari è stato adottato da poco tempo, si sente ancora un po’ disorientato da nuove dinamiche e profumi.

Il cucciolo appena sveglio andrà tranquillizzato anche con parole dolci enunciate con tono tranquillo, calmo e magari distratto con qualche bocconcino goloso.

Grattattine e massaggi potranno sicuramente aiutare a riportare il sereno nel suo animo, come spostare l’attenzione con qualcosa che possa catturarlo.

Ad esempio un gioco divertente, una pallina oppure una corda resistente perfetta da masticare e sfogare un po’ di tensione.

Appena avrà ripreso la posizione sulle quattro zampe il cagnolino dovrà contare sulla presenza di una ciotola di acqua fresca, utile per rinfrescare idee e gola.

E appena avrà ripreso l’energia di sempre potrà impegnarsi in qualche attività fisica, magari una passeggiata o una corsetta al guinzaglio intorno al quartiere.

Fino al momento ludico nell’area cani di zona con gli amici di sempre, così da allontanare lo spettro degli incubi appena vissuti e che lo hanno turbato.

Ciò che conta è non farsi prendere dal panico perché è normale se il cucciolo di cane sogna e piange, come rasserenarlo per agevolare un riposo sereno e placido.

Articoli correlati