Perché il cucciolo di cane vuole sempre uscire in balcone?

Ecco le possibili ragioni per cui un cucciolo di cane vuole sempre uscire in balcone: un comportamento su cui è utile indagare a fondo.

A chi non è capitato, camminando per le strade di una città, di sentir abbaiare e, sollevando lo sguardo, scorgere un cane che ci fissa dal balcone di un palazzo? È un fenomeno piuttosto frequente, soprattutto quando l’inverno finisce e le temperature esterne si fanno più miti.

Molto spesso sono gli stessi padroni a portarli in quell’area della casa, ma altre volte è proprio il loro amico a quattro zampe a insistere per andare fuori; e non necessariamente per fare una passeggiata, ma anche solo per passare un po’ di tempo all’aperto.

Questo comportamento riguarda anche i cani più piccoli, che a volte non possono proprio resistere alla tentazione di uscire o sgattaiolare fuori. E se la cosa si ripete con una certa frequenza, i loro padroni potrebbero cominciare a chiedersi se non vi siano dietro delle cause precise. In questo articolo vi illustreremo appunto le possibili ragioni per cui un cucciolo di cane vuole sempre uscire in balcone.

L’importanza del contatto col mondo esterno

cucciolo di cane in equilibrio su due zampe

Anche il più addomesticato dei cani ha nel suo DNA le tracce di un passato selvatico: quello che ha in comune con i lupi e che gli fa amare particolarmente l’idea di trascorrere del tempo all’aperto. I suoi antenati vivevano tutta la loro vita a contatto con la natura, da cui dipendevano per il loro sostentamento. Questo legame con la natura e con gli spazi esterni si rinnova e consolida ogni volta che lui esce di casa, anche per una semplice passeggiata. È proprio fuori, del resto, che Fido ha accesso a una quantità pressoché infinita di stimoli sensoriali nuovi e interessanti: stimoli di cui un cane è costantemente alla ricerca, soprattutto da cucciolo.

E in questo stesso contesto rientra anche la possibilità di socializzare con animali e persone sempre diversi. Si sa che i cani sono animali socievoli: le interazioni sociali sono estremamente importanti per loro, perché da esse imparano ogni giorno qualcosa in più del mondo di cui fanno parte; e più Bau riesce a imparare quando è piccolo, più risorse avrà a sua disposizione per vivere una vita serena quando sarà grande.

Alcuni cuccioli sarebbero probabilmente disposti a trascorrere intere giornate all’aperto, facendo nuove amicizie ed esplorando l’ambiente che li circonda… almeno finché le loro energie li assistono. E quando capiscono che non è possibile ma il loro bisogno di uscire persiste, è più che comprensibile che si dirigano verso lo spazio più esterno che hanno a disposizione: il balcone di casa.

Situazione normale o espressione di un disagio?

cagnolino bianco alla finestra

Ovviamente quando ci troviamo di fronte a un comportamento insolito del nostro cucciolo, o di uno che si ripete fin troppo spesso nel tempo, la prima cosa da fare è ricercarne attentamente le cause. E non soltanto per soddisfare una nostra personale curiosità, ma prima di tutto per assicurarci che esso non sia provocato da un problema che il piccolo Fido non riesce a segnalarci in altri modi.

La prima causa da analizzare e possibilmente escludere è un malessere fisico di qualche tipo. Si tratta di un’eventualità da non scartare nemmeno nel caso di un cucciolo apparentemente in perfetta salute. Potrebbe ad esempio trattarsi di un’infezione al tratto urinario, soprattutto se il cucciolo ha preso – per vari motivi – l’abitudine di fare i suoi bisogni in balcone. Se ha la febbre o soffre il caldo in casa, un cucciolo di cane vuole sempre uscire in balcone perché la temperatura lì è più fresca, e questo gli dà un po’ di sollievo.

Vi sono poi vari tipi di disagio non strettamente legati alla sfera fisica, ma ugualmente degni di attenzione. Se il cagnolino manifesta un tale bisogno di uscire in balcone da dare nell’occhio, è possibile che il suo scopo non sia necessariamente raggiungere quell’area, ma solo allontanarsi dall’interno della casa. È possibile che qualcosa o qualcuno lo abbia spaventato e che il balcone sia il luogo più lontano da dove ciò è accaduto, diventando di conseguenza il luogo più sicuro per lui. Oppure quello che la casa ha da offrirgli in termini di spazio, attività stimolanti e interazioni significative potrebbe non essere sufficiente; per soddisfare la sua curiosità, sfogare la sua energia o alleviare la sua solitudine, Bau potrebbe allora rivolgersi all’esterno.

Un comportamento su cui indagare a fondo

cucciolo di golden retriever

Dopo questa analisi è evidente l’importanza di accertare le cause di questo comportamento. E se di un problema si tratta, è nostro compito risolverlo con la massima celerità; questo vale soprattutto se ne siamo in parte responsabili. In molti casi un esame di coscienza da parte del padrone è d’obbligo. Abbiamo dedicato al nostro cucciolo tutto il tempo che merita? Lo facciamo visitare regolarmente dal veterinario? Gli abbiamo assicurato spazi adeguati in cui muoversi? Gli diamo occasione di fare passeggiate quotidiane e di socializzare in modo sufficiente? Stimoliamo la sua mente con attività costruttive? E se lo lasciamo solo, facciamo in modo che riesca a distrarsi?

Si tratta di domande che ogni padrone dovrebbe farsi quando affronta questo tipo di situazione; e le risposte potrebbero non piacerci, ma almeno avremo un punto da cui partire. Detto questo, se un cucciolo di cane vuole sempre uscire in balcone potrebbe non soffrire di alcun disagio o mancanza: è possibile anche che abbia un carattere particolarmente estroverso. Cercate comunque di dedicargli più tempo e fare passeggiate più lunghe anziché vietargli fisicamente l’accesso all’esterno.

La sicurezza innanzitutto

cagnolino alla finestra con la sua padrona

Se avete intenzione di lasciare al cucciolo di cane libero accesso al vostro balcone, tenete a mente che deve trattarsi di un luogo sicuro per lui. Un balcone, come qualunque altra area della casa, è pensato prima di tutto per degli esseri umani; potrebbe quindi nascondere delle insidie per un animale domestico.

Innanzitutto date un’occhiata alla ringhiera: presenta delle sbarre, dei fori o delle insenature in cui il cagnolino potrebbe infilarsi? Se sì, potreste volerli rivestire con un’apposita rete. Allontanate poi dalla ringhiera qualunque oggetto – vasi, panchine, sedie – sul quale potrebbe arrampicarsi, rischiando di cadere nel vuoto. Evitate anche di allontanarvi o distrarvi quando Fido è fuori, soprattutto se vi sembra particolarmente irrequieto. E ricordate che un cane non può trascorrere la vita sul balcone, né tantomeno può essere lasciato lì da solo in vostra assenza.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati