Ernia inguinale nel cane: i sintomi e i trattamenti

Come riuscire a riconoscere la sintomatologia dell’ernia inguinale nel cane e come trattarla per evitare che sorgano complicazioni gravi

Avere Fido che cammina per casa è una sensazione meravigliosa; quando però questo si ammala si trascorrono dei momenti terribili. Riconoscere quando il cane sta male potrebbe salvargli addirittura la vita. Ecco come riconoscere un’ernia inguinale nel cane e cosa risulta necessario fare per evitare che questa condizione possa peggiorare e provocare ulteriori problemi.

cane cucciolo

Cos’è l’ernia inguinale e le cause

L’ ernia inguinale nel cane è una condizione che comporta l’ingrossamento dell’area inguinale con il rischio che parte dell’addome possa fuoriuscire attraverso l’inguine che a sua volta si allarga e che crea appunto lo spazio per fare uscire il contenuto presente all’interno dell’addome.

cane con ernia

Esistono due tipologie di ernia inguinale:

  • Riducibile, questa è di dimensioni più piccole e il rigonfiamento è causato dal grasso, che il veterinario può fare uscire, facendo pressione sul gonfiore;
  • Irriducibile è quando parte di uno o più organi dell’addome sporgono direttamente dall’apertura. Questa condizione è più grave di quella precedente, perché gli organi possono rimanere incastrati, compromettendone la reale funzionalità. In casi gravi il flusso sanguigno può essere addirittura bloccato, portando inevitabilmente il cane alla morte.

L’ernia inguinale può essere causata o da un problema congenito o da un problema acquisito, come l’obesità canina, un trauma fisico o per conseguenza di una gravidanza.

Sintomi

La sintomatologia di un’ernia inguinale nel cane è caratterizzata da:

  • Dolore;
  • Calore;
  • Vomito nel cane;
  • Inappetenza;
  • Letargia;
  • Difficoltà a fare minzione;
  • Urina sanguinante

cane sulla cucciaSe doveste notare più di uno di questi sintomi nel vostro peloso, cercate di portarlo il prima possibile dal veterinario che eseguirà una serie di test per comprendere chiaramente che tipo di problema ha il vostro cane.

Diagnosi e trattamento

Il veterinario eseguirà una serie di test tra cui l’emocromo completo, analisi delle urine e raggi X soprattutto per controllare se l’eventuale ernia sia di tipo riducibile o irriducibile.
Capita che il veterinario scelga di non trattare in nessun modo l’ernia inguinale nel cane, soprattutto se questa risulta essere molto piccola. Tuttavia questa decisione avviene in casi rari ed eccezionali, perché eventuali traumi o eventuali gravidanze rischiano di fare scoppiare l’ernia. Il veterinario quindi con molta probabilità opterà per un intervento chirurgico in cui eliminerà tutto il tessuto cicatriziale e spingerà gli organi nuovamente dentro l’apparato addominale.

cane che giocaÈ di estrema importanza diagnosticare in breve tempo l’ernia irriducibile perché questa può soffocare gli organi e potrebbe condurre alla morte del vostro cane. La fase post-operatoria è davvero delicata; il cane operato deve seguire un regime dietetico che sarà direttamente il vostro veterinario a consigliarvi e il peloso dovrà stare a casa in assoluto riposo. Qualsiasi sforzo fisico, qualsiasi gioco esagerato può compromettere l’operazione e quindi anche la salute di Fido. Controllate giornalmente la ferita e se doveste notare delle anomalie, contattate immediatamente il vostro veterinario.

In definitiva l’ernia inguinale nel cane è una patologia che bisogna prendere in maniera rapida. Proprio la tempestività può determinare la sopravvivenza e una buona qualità di vita del vostro cane. Se notate quindi nel vostro peloso alcuni sintomi di questa patologia, non perdete tempo prezioso e correte immediatamente al vostro veterinario che stabilirà se effettivamente vi è un’urgenza.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati