Gandhi, il cane a cui hanno sparato è vivo per miracolo

Questo cagnolino ha vissuto l'inferno in strada: nonostante le sue condizioni di salute, qualcuno gli ha anche sparato

La storia di questo povero cagnolino che si chiama Gandhi è davvero molto triste. Purtroppo, lui ha già vissuto un inferno. Qualcuno ha deciso di abbandonarlo e lo ha condannato a morte. I volontari lo hanno trovato ormai in fin di vita.

Quando hanno portato Gandhi dal veterinario, tutti si sono subito resi conto che le sue condizioni di salute erano troppo gravi. Era magrissimo e il suo pelo era ridotto malissimo. “Piodermite, anemia e ipoglicemia gravi, leucociti alle stelle. Sperano che le larve non abbiano fatto danni anche ai tessuti interni perché la respirazione è un po’ affannata“, questo il responso dei medici.

A soli pochi mesi di vita, questo cagnolino ha rischiato di morire. Grazie ai veterinari e ai volontari, però, a poco a poco ha iniziato a riprendersi. Si è rimesso in piedi, ha iniziato a mangiare ed ha recuperato un po’ le forze.

Durante alcuni controlli però, da una lastra è emerso un particolare agghiacciante. Il povero Gandhi stava morendo di fame eppure qualcuno ha avuto il coraggio di sparargli. Dalla lastra si può vedere chiaramente il proiettile!

LEGGI ANCHE: Cane seppellito vivo a Detroit muore dopo il salvataggio: i proprietari si sono sbarazzati di lui in modo crudele

I volontari dopo la notizia erano distrutti, ma non si arrenderanno. Sperano di trovare il colpevole perché ciò che ha dovuto sopportare questo povero cagnolino va oltre ogni limite. Era ridotto alla fame, ma la cattiveria non si è fermata nemmeno davanti ai suoi occhi che chiedevano aiuto.

Adesso il piccolo Gandhi sta facendo dei progressi. “Ancora ricoverato in clinica, dovrà ripetere altre analisi e fare altri controlli, e poi avrà bisogno di riabilitazione, nel corpo e nell’anima“, scrivono i volontari di Adotta Anime Randagie Trasacco che stanno facendo di tutto per aiutarlo.

Questo cagnolino ha ancora bisogno di aiuto, da parte di tutti. Deve fare molti controlli e ha bisogno di cure per rimettersi in forma al più presto. Lui non si arrende e continua a combattere. Ha paura di tutto, anche della sua ombra, ma grazie ai volontari sta imparando a fidarsi degli umani.

Per chiunque abbia la possibilità di aiutare Gandhi, può cliccare sul post di Facebook qui in alto. All’interno ci sono tutte le informazioni per poter inviare una donazione. Questo cagnolino merita soltanto un lieto fine e sono certa che riuscirà ad averlo grazie al sostegno di tutti! Forza Gandhi!

LEGGI ANCHE: Cucciolo di pochi mesi abbandonato in un rifugio: la storia di Zenone

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati