I cani possono mangiare cibi crudi? Quali sono le conseguenze?

L'alimentazione è fondamentale per il benessere di fido, ecco perché dobbiamo sapere se i cani possono mangiare i cibi crudi e le conseguenze.

cane ha fame

L’alimentazione di fido gioca un ruolo fondamentale nel benessere del nostro animale domestico, ecco perché è importante capire se i cani possono mangiare cibi crudi e quali sono le conseguenza di un’alimentazione di questo genere.

Insieme all’attività fisica, l’alimentazione dei nostri amici a quattro zampe, è fondamentale per il benessere fisico e mentale dei nostri amici canini. Ecco perché dobbiamo prestare la massima attenzione al cibo e alla dieta del nostro migliore amico.

I cani possono mangiare cibi crudi? Quali sono le conseguenze?

Cibi crudi per i cani, fanno bene?

Negli ultimi tempi, i cibi crudi per gli animali domestici stanno diventando sempre più popolari, non stupisce quindi che i proprietari di animali domestici si pongano la domanda se i cani possono mangiare cibi crudi. In realtà, secondo alcuni studi piuttosto recenti, quella di somministrare ai cani cibi crudi è davvero una pessima idea perché questi alimenti costituiscono un importante fonte di diffusione di infezioni alimentari. In realtà, la storia di eventuali infezioni batteriologiche a fronte del consumo di cibi crudi, è qualcosa di molto familiare agli umani. Gli stessi rischi che ci sono per noi, riguardano anche fido.

Secondo la scienza, non c’è alcun vantaggio nutrizionale rispetto agli alimenti tradizionali, ecco perché si possono continuare a somministrare a fido, cibi umidi e secchi, evitando di comprare e dare all’animale i cibi crudi. Secondo uno studio olandese, pubblicato sulla rivista Vet Record infatti, i cibi crudi non solo non portano benefici al corpo del cane, ma rischiano di comprometterlo.

I cani possono mangiare cibi crudi? Quali sono le conseguenze?

Cosa dice la scienza sui cibi crudi

La ricerca pubblicata sulla rivista Vet Record, riporta un’analisi realizzata dai veterinari del National Institute for Public Health and the Environment di Bilthoven. I ricercatori hanno analizzato cosa contengono i prodotti crudi per animali distribuiti da alcuni marchi che si occupano dell’alimentazione dei cani. È stato rivelato che molti di questi contengono organismi ritenuti pericolosi per l’uomo e di conseguenza anche per gli animali.

Oltre ai colibatteri, gli autori hanno rilevato la presenza di due germi pericolosi, il Sarcocystis cruzi e il Toxoplasma gondii nonché di Listeria e Salmonella, rispettivamente nel 43 e nel 20% dei cibi verificati. Chiaro è che la ricerca effettuata non può ritenersi completa in quanto il numero di alimenti controllati non è molto grande. Tuttavia, se prendiamo in considerazione un’altra ricerca scientifica simile, fatta negli Stati Uniti, notiamo come, su oltre un migliaio di alimenti crudi destinati agli animali domestici, troviamo la stessa presenza di germi molto pericolosi per i nostri amici a quattro zampe. E non solo, gli stessi geni sono considerati molto pericolosi anche per l’essere umano, solo con la sola manipolazione infatti si possono contrarre molte malattie pericolose, per questo, la dieta che prevede alimentazioni crude da somministrare al cane, è oggi piuttosto diffusa, non solo nel nostro Paese ma in tutto il mondo.

I cani possono mangiare cibi crudi? Quali sono le conseguenze?

I cani possono mangiare i cibi crudi? La dieta Barf

Negli ultimi tempi, si sono diffuse tantissimo le diete a base di cibo crudo per cani, chiamate anche diete Barf. Chiacchierando con altri genitori canini, vi siete accorti che magari loro hanno scelto proprio l’alimentazione crudista per i loro animali domestici e forse siete tentati di farlo anche voi. Come abbiamo visto, gli alimenti crudi possono creare dei danni all’organismo del nostro cucciolo peloso, si tratta infatti questa di un alimentazione che a oggi è al centro di vari dibattitti, ma al contempo è sempre più popolare tra i proprietari di cani.

L’alimentazione crudista, non comprende solo la carne cruda, (a proposito, scoprite qui se la carne cruda fa male al cane) ma anche le ossa, la frutta e la verdura. L’idea di questa dieta Barf è nata alcuni anni fa prendo in considerazione il fatto che gli antenati dei nostri animali domestici hanno mangiato per anni, se non per secoli, alimenti crudi. Chiaro è che questa alimentazione è riferita agli animali selvaggi e non domestici, o meglio così è sempre stato fino al 1993, quando il veterinario australiano Ian Billinghurst, ha proposto di estendere la stessa dieta anche agli animali domestici.

Vantaggi e rischi degli alimenti crudi nei cani

Come anticipato, quando si decide di somministrare al proprio animale domestico, una dieta a base di cibi crudi, la nuova alimentazione di fido viene chiamata dieta BARF, un acronimo che sta per Bones e Raw Food, o Biologically Appropriate Raw Food. Il veterinario che l’ha inventata, Billinghurst, pensava che i cani adulti potessero meglio beneficiare di una dieta evolutiva basata su quello che i cani mangiavano prima di diventare animali domestici: carne e ossa crude, frattaglie e verdure. Secondo il veterinario infatti, gli alimenti per noi tradizionale oggi, ovvero quelli a base di cereali, non sono altro che cibi commerciali dannosi per la salute di un cane.

Ovviamente le sue affermazioni sono oggi oggetto di dibattito, ecco perché se da una parte c’è chi si affida a questo regime alimentare, dall’altra molte persone lo temono. Il nostro consiglio, è quello di rivolgersi sempre al proprio veterinario di fiducia per fare la scelta migliore per il cucciolo a quattro zampe. Oltre infatti al dibattito attuale sulla somministrazione o meno di questi alimenti, bisogna sempre considerare la situazione del cane in questione, la sua razza e i fabbisogni dell’animale in generale.

I cani possono mangiare carne cruda? Si o no?

In questo articolo però cerchiamo di rispondere alla domanda iniziale, quella più diffusa: i cani possono mangiare carne cruda? La domanda è più che lecita, più che altro è importante capire se si tratta di una scelta sana e se il cibo è in grado si somministrare le necessità nutrizionali del nostro cane. Molti veterinari raccomandano di utilizzare le formule commerciali, ovvero quegli alimenti crudi e preparati realizzati appositamente per i nostri animali domestici. Questo perché le diete crude fatte in casa, come avviene anche con quelle più tradizionali, potrebbero non essere complete e bilanciate. In generale, è sconsigliato addentrarsi in territori così ostici, soprattutto quando non si hanno le informazioni necessarie e definitive volte a sapere se una determinata scelta possa essere salutare, o al contrario dannosa per i nostri cuccioli.

Alcuni di voi probabilmente già sanno che la dieta del cane deve essere composta dal 50% al 75% di proteine animali, mentre dell’animale cucciolo dovrebbe contenere non meno del 60% di queste proteine. La proteina animale è quindi la parte della dieta più importante per soddisfare le esigenze nutrizionali del cane. Molti veterinari non sono d’accordo nel dare al cane cibo crudo, il perché possiamo intuirlo da quanto scritto nei primi paragrafi dell’articolo: numerosi studi hanno rivelato che gli alimenti crudi possono essere fonte di batteri molto pericolosi per i nostri cuccioli a quattro zampe. Tuttavia ci sono dei benefici della dieta Barf e sono rispettivamente relativi al pelo, più brillante e folto, alla pelle più sana, a una maggiore energia fisica e alle feci, più solide e piccole. Al contrario però, i rischi sono quelli che ci fanno ben pensare di non somministrare alimenti crudi. Tra questi, quelli della trasmissione di batteri o parassiti, presenti soprattutto nella carne cruda, la somministrazione di una dieta squilibrata per l’animale e i problemi di soffocamento o lesioni allo stomaco causati dalle ossa crude.

Conclusioni

All’interno della dieta barf, o comunque qualsiasi alimentazione inclusa cibi crudi per gli animali, vengono spesso somministrati alimenti quali carni crude, ossa intere, organi come fegato e reni, uova crude, verdure di varia natura, frutta e latticini. Alcuni di questi alimenti, sappiamo bene che possono fare molto bene alla salute e all’organismo del nostro cucciolo a quattro zampe, come i broccoli ai cani, tuttavia quello su cui si discute maggiormente, è la somministrazione di carne cruda e uova. Qualsiasi vantaggio abbia una dieta cruda, abbiamo visto che presenta un rovescio della medaglia, ovvero quello della possibilità che gli alimenti crudi, come la carne cruda o poco cotta, possa contenere batteri e agenti patogeni come salmonella e la listeria, che sono pericolose non solo per i cani ma anche per gli esseri umani che la maneggiano o ne entrano a contatto.

Questo argomento è piuttosto spigoloso, non è un caso infatti che sia al centro dei dibattiti più accesi tra veterinari e comunità scientifiche di differenti vedute. Ad ogni modo, il consiglio che vi diamo è quello di rivolgervi, per ogni scelta al vostro veterinario, mettendo al primo posto sempre la salute del cane. Se proprio volete provare questa scelta, assicuratevi di scegliere sempre alimenti di ottima qualità, soprattutto le carni fresche e di assicurarvi al meglio la sua conservazione. Tenete sempre tutto pulito e lavate le mani con acqua calda e sapone dopo aver manipolato la carne. Inoltre usate ciotole in acciaio inox e pulitele quotidianamente, ricordandovi sempre di lavare accuratamente le mani prima e dopo aver preparato o servito i pasti.

Ricordate infine, che al di là di ogni scelta, la salute e il benessere di fido vengono prima di tutto. Se avete dubbi sul fatto se i cani possono mangiare cibi crudi, prima di addentrarvi nella dieta bar rivolgetevi al vostro veterinario, anche per presentare a lui il quadro clinico e storico completo del vostro amico a quattro zampe. Il consiglio è quello di fare attentamente tutte le valutazioni del caso prima di cambiare le abitudini alimentari del cane e scegliere così una dieta crudista.