La storia del cagnolino Pierrot, salvato dall’eutanasia grazie ad una campagna solidale (FOTO)

eutanasia pierrot salvo

Gli errori fanno parte della vita di tutti gli esseri viventi, anche dei nostri amici a quattro zampe. Ci sono alcune persone, però, che non accettano gli sbagli e mettono a repentaglio la vita di animali come il cagnolino Pierrot.

Il fatto è accaduto Guanajuato, in Messico, dove il cagnolino, un bellissimo meticcio di tre anni, ricevette l’accusa di aver morso un bambino.

La sua proprietaria è Cecilia Angelina López Mora e voleva un bene immenso al suo adorabile Pierrot.

La storia del cagnolino Pierrot, salvato dall'eutanasia grazie ad una campagna solidale (FOTO)

Quando si verificò l’imprevisto, il centro di controllo degli animali, il CECAA, prese subito il cucciolo per portarlo in isolamento.

I membri dell’associazione giudicarono Pierrot un cagnolino pericoloso, anche se non si sapeva bene il motivo del morso.

Purtroppo, quando si verificano questi eventi, molte persone fanno sopprimere i cuccioli ritenuti aggressivi.

La storia del cagnolino Pierrot, salvato dall'eutanasia grazie ad una campagna solidale (FOTO)

La ragazza non voleva affatto che il cane ricevesse quel trattamento, così decise di creare una campagna per salvarlo, con il nome di “salviamo Pierrot“.

Sui social network, il suo appello fece in poco tempo il giro degli utenti e raccolse molte firme a favore della liberazione del cucciolo.

La storia del cagnolino Pierrot, salvato dall'eutanasia grazie ad una campagna solidale (FOTO)

Dopo un mese, lo slogan aveva fatto successo e la ragazza poté parlare con i responsabili del CECAA.

Prima del suo rilascio, però, dovevano esserci altri controlli su malattie dell’animale come ad esempio la rabbia, che si può trasmettere con il morso.

Pierrot era in perfetta salute e per tornare a casa mancavano solo le carte da firmare e una tassa di riscatto di 42$ da pagare.

La storia del cagnolino Pierrot, salvato dall'eutanasia grazie ad una campagna solidale (FOTO)

Nel documento, le autorità presero atto del fatto accaduto e invitavano la ragazza a stare attenta a possibili morsi futuri.

Cecilia, però, conosce bene il suo amato Pierrot e sa che la cosa non è stata affatto voluta da parte sua.

Solo guardando le foto si capisce quanto sia tenero questo cagnolino che finalmente è tornato a casa dalla sua proprietaria.