La triste storia di Chupete, il cucciolo che nessuno ha voluto per la strana forma della sua testolina (VIDEO)

Questa è la triste storia di Chupete, cucciolo che nessuno ha mai voluto per via della strana forma della sua testolina

Purtroppo non tutte le storie che vi raccontiamo sono a lieto fine. E oggi ci sentiamo di rendere onore a un piccolo guerriero, Chupete, che ha dovuto affrontare da piccolo le ingiustizie della vita. Chupete era un cucciolo nato in Bolivia, che aveva urgente bisogno di trovare una casa. Eppure, da quando il primo annuncio è apparso sul web, il cane è stato trollato sui social network.

Sì, avete capito bene. In tanti hanno trattato male sul web il cagnolino. Il motivo di battute e commenti crudeli è la sua testolina, il suo aspetto particolare. Un aspetto dovuto all’idrocefalia, una patologia che aumenta il volume cranico. E che risultava ancor peggiore per via dello strabismo, anch’esso comparso alla nascita.

A raccontare tutta la storia è stata, su Facebook, Claudia Patricia, un’attivista per i diritti degli animali che vive a Cochabamba. In questa città, che è una delle più grandi della Bolivia e una delle più alte del mondo, la donna opera per salvare tanti cani randagi e maltrattati. Una sera, arriva una segnalazione: una cagnetta incinta vagava per le strade, priva di mezza zampa. Juanita, questo il nome della piccola, era incinta.

Leggi anche: Il cagnolone deformato Bjami ha sofferto molto, ma ora è completamente trasformato (VIDEO)

Juanita ha partorito diversi cuccioli, tra cui Chupete. Purtroppo, le sue condizioni sono subito apparse gravi: ci voleva qualcuno che agisse, in fretta. E invece così non è stato. L’annuncio per il cucciolo si è trasformato in un meme. Nessuno lo ha mai voluto, nonostante il piccolo abbia combattuto davvero valorosamente per diverso tempo. Purtroppo, era necessaria un’operazione che non si poteva fare.

Così, il piccolo Chupete se n’è andato. A dare la triste notizia, tra le lacrime, è stata proprio l’attivista che ha continuato a prendersene cura. Noi ci sentiamo di chiedergli scusa: scusa, piccolo, se ci sono ancora persone così tremende che non sono riuscite a darti il giusto peso. Sii più felice sul Ponte.

Leggi anche: Aquaman, il cane che è stato buttato giù da un ponte

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati