Max, il pitbull che è stato incatenato a un albero dal proprietario

La triste storia di Max, un cucciolone di pitbull che è stato legato ad un albero e maltrattato dal proprietario

La storia di Max, il pitbull che è stato trovato incatenato ad un albero racconta di tutta la cattiveria e meschinità di cui è capace l’essere umano.

Kerry Haney è una volontaria del New Jersey che una sera ha letteralmente ricevuto una marea da chiamate, tag ed sms che l’avvertivano della presenza di un cane che viveva in condizioni precarie e critiche.

cane

In piena notte, la donna ha deciso di andare a controllare la reale situazione che aveva allarmato decine di persone.

Il buio però non le ha permesso di capire subito la gravità della situazione. Kerry però non si è arresa e ha contattato la polizia del luogo. Gli agenti le confermarono di conoscere perfettamente la gravità della situazione e che stava già lavorando per salvare il cane.

Il pitbull in questione, era legato, anzi incatenato ad un albero, in una posizione in che non gli permetteva di muoversi nemmeno di un cm.

Disidratato, affamato e seduto sui suoi stessi bisogni fisiologici, aveva urgenza di essere salvato. Dopo circa qualche giorno Kerry è riuscita a strapparlo da quella orribile situazione e il suo proprietario ha ricevuto una denuncia per maltrattamento animale.

cane in compagnia di due persone

Le cose non sono procedute nel migliore dei modi, perché Max è risultato positivo alla filaria e non ha superato alcuni test comportamentali imposti dal rifugio che avrebbe dovuto occuparsi di lui.

Kerry ha deciso di accoglierlo momentaneamente nella sua casa, in attesa di trovargli una famiglia definitivamente.

“Max è un cucciolone che adora le persone e i bambini. E’ un giocherellone che non conosce ancora le buone maniere. Tuttavia ci stiamo lavorando e stiamo facendo il possibile per dargli una vita felice e degna di lui”, ha affermato Kerry.

cane in compagnia di due persone

Anche noi speriamo che il dolcissimo Max possa trovare una famiglia che possa dargli tutto l’amore possibile. E che possa fargli dimenticare le orribili sofferenze che ha vissuto.

Non perdetevi altre due bellissime storie a lieto fine: il salvataggio di Stopa e di Odie il cane incatenato.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati