Mimi la cagnolina incinta abbandonata in canile

Ogni abbandono è sempre tristissimo, per fortuna però Mimi ha avuto un lieto fine

Le storie di abbandono sono, purtroppo, quotidiane. Non sappiamo bene cosa scatti nella testa delle persone che abbandonano gli animali. Una cosa è certa: questo gesto da parte dei padroni è, per i nostri amici a quattro zampe, un dolore immenso. Nella storia di oggi, però, un lieto fine c’è. Mimi infatti, la maltese protagonista del nostro racconto, nonostante sia stata abbandonata in una difficilissima condizione è stata adottata.

La piccola Mimi viene lasciata in canile quando i suoi proprietari, presa coscienza della sua gravidanza, capiscono che è troppo impegnativo prendersi cura di lei e dei suoi cuccioli. Decidono così di liberarsi di lei e di abbandonarla a se stessa. In canile Mimi è sola e spaventata, non le sembra possibile che la sua famiglia le abbia fatto questo.

Credits: YouTube The Pet Collective Cares

In questa storia già molto triste c’è però uno spiraglio di luce. Brandie infatti, una donna che ha a cuore il benessere degli animali, venendo a conoscenza della storia di Mimi ne rimane molto colpita. Per questo decide di portare a casa Mimi e di offrirle uno spazio sicuro per partorire i suoi cuccioli.

Nel giro di una settimana, Mimi entra in travaglio e da alla luce sei cuccioli sani. Mimi dimostra essere una mamma eccezionale e ha lavora assiduamente per settimane per prendersi cura dei suoi piccoli. Una volta diventati tutti abbastanza grandi, Brandie inizia una collaborazione con il rifugio per trovare una casa per ciascuno dei cuccioli. Ognuno di loro riesce a trovare una famiglia. Ora resta da sistemare solo Mimi.

Credits: YouTube The Pet Collective Cares

Poco dopo una donna di nome Lacey viene a sapere che Mimi cerca adozione. Quando le due si incontrano è subito amore a prima vista. Lacey così adotta Mimi, ma le da un nuovo nome: Barley. Ora Lacey e Barley vivono insieme e sono felici.

Leggi anche:Piccolo branco di Dobermann accompagna il padrone a prelevare al bancomat

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati