North, l’Alaskan Malamute che ha salvato il suo umano dal congelamento

Questo cagnolone ha protetto il suo umano che stava per congelare, salvandogli la vita e diventando un vero eroe

La storia di questo cagnolone di nome North è davvero meravigliosa e commovente. Lui ha salvato la vita del suo umano preferito che stava per morire congelato. Lo ha protetto e scaldato, e si è comportato da vero eroe.

North è un Alaskan Malamute di appena otto mesi, ma già è diventato un eroe. Questo cucciolone ha salvato la vita del suo umano Grga Brkić. Se oggi lui ha potuto raccontare la sua storia, lo deve unicamente al suo migliore amico.

Fortunatamente, Brkić e North ora sono al sicuro, ma hanno passato dei brutti momenti. La coppia aveva fatto un’escursione lungo la catena montuosa del Velebit, una parte delle Alpi Dinariche che si elevano a un’altezza di circa 1800 metri sopra la costa adriatica della Croazia.

Questa è considerata la catena montuosa più alta della Croazia e offre sfide ricche di neve, ghiaccio e roccia. Un’escursione dedicata solo alle persone più esperte. Purtroppo, mentre Brkić e North raggiungevano la vetta più alta, l’uomo è precipitato da uno dei pendii.

La caduta gli ha provocato diverse fratture alla gamba e alla caviglia. Ma nonostante questo, North non ha mai abbandonato il suo umano che non poteva più muoversi. Vedendolo steso atterra e immobile, il cagnolone ha deciso di restare accanto a lui.

Alaskan Malamute sulla neve
Alaskan Malamute

Infatti, l’Alaskan Malamute si è rannicchiato sopra il suo umano ed ha cercato di scaldarlo in tutti i modi. Non c’era nessuno a cui chiedere aiuto e il cagnolone è rimasto in attesa proteggendo Brkić a tutti i costi. Non voleva affatto lasciarlo solo.

Fortunatamente, una coppia di escursionisti è passata da quelle parti e quando ha visto North raggomitolato sul suo umano, hanno capito che c’era qualcosa che non andava. Hanno chiamato immediatamente i soccorsi e li hanno aspettati insieme e loro.

I soccorsi hanno confermato che se non fosse stato per North, Brkić non sarebbe mai sopravvissuto. Infatti, grazie al cagnolone l’uomo non è morto congelato. Scaldandolo con il suo corpo, l’Alaskan Malamute ha evitato il rischio ipotermia diventando così un eroe.

Grazie a questo meraviglioso cagnolone, Brkić ha potuto raccontare la sua esperienza. Da quel giorno, il legame con North non ha fatto altro che diventare più forte. Dopo un’operazione durata 13 ore, l’uomo e il suo migliore amico sono tornati alla vita di tutti i giorni. L’uno accanto all’altro, per sempre!

LEGGI ANCHE: Infermiera adotta temporaneamente il cane del suo paziente ricoverato in ospedale

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati