Organizzano evento al Bioparc per sensibilizzare sulle adozioni e trovare casa a 25 cani

L'evento si terrà domenica, 19 dicembre, nel bioparco di Valencia. 25 cani saranno presentati e sperano di trovare adozione.

L’evento si terrà questa domenica, 19 dicembre, a mezzogiorno nella piazza esterna del parco naturale. Fino a 25 cani sperano di trovare casa nella diciannovesima edizione della sfilata di solidarietà organizzata dall’AUPA protettiva e dal Bioparc di Valencia.

Un evento che vuole richiamare e porre l’attenzione sulla responsabilità e sulla consapevolezza che comporta l’adozione di un amico a quattro zampe. Soprattutto in questo periodo, prima di Natale, in cui è necessario sottolineare che gli animali non sono oggetti o giocattoli. Non sono dei regali di Natale, e soprattutto non possono essere regalati senza valutarne le conseguenze.

cane meticcio marrone

Gli organizzatori ricordano quindi quanto sia ancora fondamentale segnalare l’abbandono e promuovere le adozioni. Sono sempre l’opzione migliore e più solidale per le persone e le famiglie che decidono di condividere la propria vita con un cane.

La piazza all’aperto del Bioparc è uno spazio liberamente accessibile. Ospita nuovamente questa “festa” di impegno per il benessere degli animali dalle ore 12 di domenica. Per l’ occasione, è stata invitata Berta Báidez, giornalista del programma “Bona Vesprada” di À Punt. Sarà suo il compito di presentare i 25 cani e raccontare le loro storie. Si spostano dal rifugio con il desiderio di trovare una casa per sempre, da poter riempire di amore e fedeltà.

Ci sono storie davvero toccanti, come quelle di Socks. E’ un bellissimo maschio di 3 anni che è stato legato ad un albero vicino a un bidone della spazzatura. Onda e Rufo, due dolcissimi cuccioli 13 mesi, che vagavano soli per le montagne e adorano stare con la gente. L’elegante Sabrina o Mario di 18 mesi. Un’altro cucciolo giocherellone di 11 mesi, che diventerà sicuramente un meraviglioso compagno di giochi per grandi e piccini.

bioparc valencia

Tutti questi cani sono la conferma che la Spagna continua ad essere al primo posto nell’Unione Europea per il numero di abbandoni di animali domestici. Un atto di abuso sugli animali di enorme crudeltà. Per questo motivo gli eventi come questo non sono mai abbastanza. E’ fondamentale educare ai valori del rispetto per gli animali per motivare un cambiamento di atteggiamento nella società.

LEGGI ANCHE: Si imbatte in una tomba di 80 anni in Louisiana: era dedicata al cane Buddie

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati