Perché al cane non piacciono le coccole?

Cane e coccole, il binomio perfetto. O forse no? Non sempre Fido ama grattini e carezze. Vediamo allora perché al cane non piacciono le coccole

Sembrano la nostra ombra, si accoccolano sempre accanto a noi, meglio: su di noi. Questo accade molto spesso ma non sempre. Perché al cane non piacciono le coccole? Le ragioni sono molteplici e meritano un approfondimento.

cane marrone preoccupato

Il nostro fedele amico è fonte di amore e chiede amore. Bene, che sia fedele non c’è dubbio: noi siamo i ‘capobranco’ che difenderebbe con la vita, ma non è detto che ci chieda coccole e grattini. Anzi la sua indole è famosa per dare senza ricevere nulla in cambio, incondizionatamente.

Andiamo a monte

Fido è estremamente protettivo. Se stiamo male, abbiamo avuto una giornata storta, o semplicemente capisce che qualcosa non quadra, ecco che corre a ‘consolarci’, ci dimostra tutto il suo affetto, il più delle volte.

Si tratta anche di DNA, le razze che provengono da climi freddi soprattutto – come l’husky o i cani da slitta – ci cercano perché in loro è prepotente la ricerca del calore, è un meccanismo atavico che richiama l’istinto alla sopravvivenza.

cane che corre

I cani però comunicano con il linguaggio del corpo e, quando li abbracciamo e li tratteniamo a noi, in realtà gli stiamo impedendo di parlare. Il fatto che questo venga apprezzato o meno dipende essenzialmente dal carattere.

Sono anche degli ottimi corridori. Davanti a un pericolo o a una fonte di stress, prima corrono e poi si chiedono cosa stia succedendo. Ecco che tenerli confinati in uno spazio limitato può indurre comportamenti aggressivi e di insofferenza. Perché al cane non piacciono le coccole? Questi sono alcuni dei motivi.

Questione di interpretazione

Perché al cane non piacciono le coccole? Durante il periodo di socializzazione, dimostra il suo predominio: coinvolgerlo in atteggiamenti affettuosi e di complicità, potrebbe spingerlo a un comportamento che lui identifica come lotta.

cane morde mano

I morsi infatti sono molto più frequenti quando si cerca un’interazione con Fido. Stiamo allora attenti a quando, e in che modo, andiamo a invadere la sua comfort zone. Cerchiamo di capire i fattori di stress, ed evitiamoli, il più possibile.

Soluzioni?

Cominciamo con il dire che il perché al cane non piacciono le coccole, e sapere che carezzarlo e coccolarlo può essere solo un nostro bisogno (non un suo), è il primo passo.

Se poi vogliamo a tutti i costi rendere più incline alle effusioni il nostro amico a quattro zampe, un po’ di allenamento potrebbe essere la soluzione. Senza però arrivare a svilire la sua natura: in quel caso sarebbe un capriccio gratuito e del tutto immotivato, che potrebbe sfociare in comportamenti al limite del maltrattamento.

cane con snack sul naso

Un esemplare tendente alla timidezza, quindi, potrebbe accettare una dose non troppo eccessiva di coccole. Il metodo è sempre lo stesso: il rinforzo positivo. Ha infatti bisogno di rendersi conto che c’è una ricompensa legata a un nostro avvicinamento.

Parola di padrone

Sembra che la scienza non si sia soffermata troppo sullo studio del perché al cane non piacciono le coccole, ma ci sono un sacco di testimonianze comprovate sul campo.

cucciolo di cane

Se vogliamo che il nostro fedele amico diventi anche un gran coccolone, facciamogli sapere che ci sono un sacco di premi in serbo per lui, ma assecondiamo sempre la sua natura. Le sorprese potrebbero essere dietro l’angolo.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati