Perché il cane vuole uscire sempre, anche dopo la pipì?


Dopo una lunga passeggiata, ecco che fido è di nuovo davanti alla porta. Perché il cane vuole uscire sempre? Ve lo spieghiamo in questo articolo.

Capita spesso, di tornare da una lunga e soddisfacente passeggiata, posare il guinzaglio e trovare fido di nuovo davanti alla porta pronto per uscire di nuovo, anche se ha già fatto la pipì.

Perché il cane vuole uscire sempre anche dopo aver soddisfatto i suoi bisogni? La matrice di questo comportamento è da attribuire al loro istinto.

Perché il cane vuole uscire sempre? Ve lo spieghiamo in questo articolo.

I cani e la casa

Ci sono molti cani che amano stare in casa, soprattutto durante le lunghe e buie giornate d’inverno, tuttavia i nostri amici a quattro zampe non hanno la stessa varietà di cose da fare nell’ambiente domestico di noi umani.


Istinto primordiale di uscire

Non giocano alla play e non guardano tv, non cucinano o disegnano e spesso non possono neanche muoversi liberamente in casa. Ecco perché il cane vuole uscire sempre, non solo quindi per fare i suoi bisogni.

Istinto primordiale

Anche se i nostri amici a quattro zampe sono animali addomesticati, non dobbiamo dimenticare che discendono dai lupi e come loro sono creature selvagge. Non dovrebbe sorprendere quindi che loro amino trascorrere del tempo all’aperto, soprattutto in mezzo alla natura.

Movimento e attività

Lo spazio esterno è una vera e propria comfort zone per il cane: possono muoversi attorno al vasto spazio che li circonda e possono esplorare il mondo, anche se circoscritto. Inoltre possono utilizzare il loro straordinario senso dell’olfatto per scoprire una varietà di odori e impazzire, letteralmente di gioia.

Movimento e attività

Se è vero che qualche razza di cane è più pigra rispetto ad altre, è vero anche che i cani sono creature attive e hanno necessità di fare esercizio fisico e movimento per bruciare i grassi e rimanere sempre in forma, fisicamente e mentalmente.

È importante che il proprietario del cane si assuma la responsabilità di far svolgere la giusta attività motoria al cane, proprio attraverso lunghe passeggiate che non siano quindi esclusivamente riservate ai bisogni fisiologici.

Escursioni e gite al parco

Per il cane quindi uscire è vitale: escursioni, gite al parco e lunghe passeggiate per il quartiere devo essere una costanza nella vita del vostro amico pelosetto. Alcuni cani nuotano, se al vostro amico piace farlo, portatelo al mare o al lago. E se lui è piuttosto pigro, il vostro compito sarà proprio quello di incoraggiarlo.

Un cane che non ama stare all’aperto ma che anzi, dopo pochi minuti di passeggiata vi fa capire di desiderare di tornare a casa dovrebbe far scattare dentro di voi un allarme. Se infatti neanche il vostro incoraggiamento riesce a farlo attivare, forse è il caso di affidarvi ad uno specialista per assicurarvi che fido sta bene.

Altri articoli che potrebbero interessarti dai siti del nostro Network:

Articoli correlati